Scarica Libri Gratuiti

Scarica libri ed ebooks (I migliori libri in formato PDF, EPUB, etc)

Cerca negli ebook:

Numero totale di libri trovati 40 per la tua ricerca. Scarica gli ebook e divertiti!
La fiducia nella democrazia

La fiducia nella democrazia

Autore: Fabrizio Elefante ,

Numero di pagine: 212

-La democrazia populista - mediatica - e. il totalitarismo compatibile con la democrazia. L'irriducibilita degli intellettuali alle masse e l'elemento, la funzione di non sutura del campo mentale totalitario-. Questo, in estrema sin-tesi, il percorso che attende il lettore: un "viaggio" chiarificatore, a volte persi-no doloroso, attraverso la nostra koine culturale, che si scopre via via essere koine economica, monopolizzata e avvilita dalla pubblicita e dalla logica del consenso. La forma di democrazia che viviamo oggi e quella mediatica, una forma mai esistita prima, e alla quale occorre applicare una critica inedita, quindi lontana dagli sviluppi teorici dei secoli passati; non ha piu valore l'e-timo greco "potere del popolo," sostituito da quello di "potere dei media," al contempo luogo della discussione e dell'interazione sociale. Il principio di maggioranza, proprio della democrazia, diviene l'instrumentum regni del po-tere mediatico: una maggioranza fittizia ricavata dallo share Tv viene pre-sentata secondo i canoni della retorica democratica, e la logica commerciale s'impadronisce della retorica democratica. -Il consumo e espressione demo-cratica, il discorso e privilegio...

“In democrazia il popolo è sempre sovrano”

“In democrazia il popolo è sempre sovrano”

Autore: Emilio Gentile ,

Numero di pagine: 144

Oggi quasi tutti gli Stati, i partiti, i movimenti politici si dichiarano democratici. Abraham Lincoln definì la democrazia «il governo del popolo, dal popolo, per il popolo». Nelle democrazie del nostro tempo le cose stanno proprio così? Sembra ormai che il popolo faccia da comparsa in una democrazia recitativa: entra in scena solo al momento del voto. Poi, nella realtà, prevalgono le oligarchie di governo e di partito, la corruzione nella classe politica, la demagogia dei capi, l'apatia dei cittadini, la manipolazione dell'opinione pubblica, la degradazione della cultura politica ad annunci pubblicitari. E se nelle democrazie attuali questi fossero tratti non contingenti ma congeniti?

Così finisce la democrazia

Così finisce la democrazia

Autore: David Runciman ,

Numero di pagine: 224

«Una lettura brillante e intelligente.» The Guardian «L’urgenza, la sottigliezza e lo stile con cui Runciman prende in giro i paradossi e i pericoli affrontati dalla democrazia fanno di questo uno dei migliori libri recenti sull’argomento.» The Observer Ovunque, tra i paesi democratici, sotto i colpi di crisi finanziarie ricorrenti, migrazioni incontrollate e crescita stagnante, si sta insinuando un dubbio sempre più persistente. E se il nostro sistema democratico, che ci ha portato progresso e stabilità, non fosse più la forma di governo migliore per affrontare i cambiamenti e le sfide del XXI secolo? È, oggi più che mai, una domanda fondamentale. Tanto più, visto che ad ogni voto si erode la partecipazione degli elettori e montano pulsioni centrifughe e populiste, in Europa e negli Stati Uniti. David Runciman, tra i più ascoltati studiosi di politica del mondo anglosassone, non pensa che la democrazia sia finita. Piuttosto, sostiene che stia soffrendo – questo sì – di una «crisi di mezza età». Sì, la democrazia è spesso disordinata, lenta e inefficace. Sì, gli elettori a volte scelgono governanti impresentabili o oltremisura. Sì, la democrazia in...

Buone regole per la casta

Buone regole per la casta

Autore: Luciano Violante , Pierluigi Mantini ,

Numero di pagine: 176

Dalla "Casta" alla "Deriva", dal "lodo Alfano" a Piazza Navona, dall'antipolitica alle proposte per la buona politica. Il libro ripercorre i principali fenomeni di critica della politica, dalla letteratura di genere al "grillismo", soffermandosi in corso d'opera su luci e ombre. Ma la tesi di fondo è che l'etica pubblica, fondata sulla laicità inclusiva dei valori religiosi, sia essenziale per il buon funzionamento della politica e la credibilità delle istituzioni e che il corretto equilibrio tra i poteri sia necessario per superare "l'anomalia italiana". Vengono perciò presentate analisi ricostruttive e proposte innovative su alcuni nodi essenziali quali le garanzie dei parlamentari, l'insindacabilità, il conflitto di interessi, la disciplina dei partiti politici e del finanziamento pubblico, che costituiscono il cuore della democrazia parlamentare. Le "regole per la casta", appunto, quelle fatte dalla politica per se stessa, prima sfida affinché il potere democratico non produca ingiustificati ed odiosi privilegi e non alimenti l'antipolitica. Un libro denso di dati, materiali, proposte specifiche, un banco di riflessione necessario per il recupero di valore della...

La democrazia in America

La democrazia in America

Autore: Alexis De Tocqueville ,

Numero di pagine: 800

Nel 1831-32, sessant'anni dopo l'inizio della rivoluzione americana, Alexis de Tocqueville compì un viaggio di studio negli Stati Uniti, durante il quale esaminò da vicino il funzionamento delle istituzioni politiche, amministrative e giudiziarie del Paese. Nel 1835 pubblicò la prima parte de La democrazia in America, che contiene un'analisi sistematica delle istituzioni americane. La seconda parte fu pubblicata nel 1840, ed è edita insieme alla prima nel presente volume. Un classico del pensiero politico dell'Ottocento, il libro di Tocqueville offre anche oggi spunti molto interessanti di riflessione. "Il problema da lui posto, - dice Giorgio Candeloro nella sua prefazione al libro - quello di fondare una società di uomini che siano al tempo stesso eguali e liberi e di impedire l'instaurazione di tirannidi ben più oppressive di quelle del passato, è ancor vivo e urgente nel nostro tempo."

La Repubblica americana

La Repubblica americana

Autore: Orestes A. Brownson ,

Numero di pagine: 306

Collana nuovo millennio Orestes A. Brownson, poliedrico animatore della cultura americana dell'Ottocento, è autore di opere di grande importanza come New views of christianity, society, and the Church (1836), The laboring classes (1839), The convert. Leaves from my experience (1857). Il suo nome è legato soprattutto allo sterminato numero di saggi che scrisse per la sua rivista, la Boston Quarterly Review, poi Brownson's Quarterly Review, nei quali si occupa di tutti gli aspetti della cultura, dalla teologia, alla filosofia, alla politica e all'arte. In questo volume sulla Repubblica americana, scritto immediatamente dopo la fine della Guerra di Secessione, egli dà una lettura assolutamente originale delle istituzioni e della costituzione degli Stati Uniti, sviluppando un'idea, di matrice dichiaratamente giobertiana, secondo la quale la nazione americana ha una propria missione provvidenziale da svolgere nella storia e ha ricevuto da Dio la propria costituzione. Dario Caroniti, dottore di ricerca in storia delle dottrine politiche, ha scritto su G. Ventura, V. Gioberti e A. Rosmini; e un volume dal titolo Problema sociale, nazione e cristianesimo: Orestes A. Brownson (1998),...

Nuovi studi di filosofia, politica, economia e storia delle idee

Nuovi studi di filosofia, politica, economia e storia delle idee

Autore: Friedrich August von Hayek ,

Numero di pagine: 336
Comunicazione pubblica, formazione e democrazia. Percorsi per l'educazione del cittadino nella società dell'informazione

Comunicazione pubblica, formazione e democrazia. Percorsi per l'educazione del cittadino nella società dell'informazione

Autore: Mario Caligiuri ,

Numero di pagine: 364
Il ruolo dei partiti nella democrazia italiana

Il ruolo dei partiti nella democrazia italiana

Autore: Partito della democrazia cristiana. Comitato regionale lombardo ,

Numero di pagine: 505
Globalizzazione

Globalizzazione

Autore: Antonino Andreotti ,

Numero di pagine: 304

Finita la guerra fredda, sognavamo un ordine mondiale fatto di pace, di cooperazione e di benessere. E invece questa globalizzazione in salsa liberista ci è dolorosamente caduta addosso. Rifugiarsi in un passato mitizzato tacendone le brutture non serve, ma lo slogan non c'è altra soluzione è un imbroglio. Governare la globalizzazione, guidarla verso obiettivi di progresso generalizzato è possibile, è necessario ed è giusto. Dedico questo libro a tutte le persone che ne hanno patito i disagi, ma non hanno mollato e coltivano questa prospettiva.

La democrazia in deficit. L'eredità politica di lord Keynes

La democrazia in deficit. L'eredità politica di lord Keynes

Autore: James McGill Buchanan , Richard E. Wagner ,

Numero di pagine: 240
Governance e partecipazione politica. Teorie e ricerche sociologiche

Governance e partecipazione politica. Teorie e ricerche sociologiche

Autore: AA. VV. ,

Numero di pagine: 212

1551.2

La Mistica Selvaggia

La Mistica Selvaggia

Autore: Michel Hulin ,

Numero di pagine: 250

"Non esiste da un lato una piccola mistica, marginale, incompleta, nebulosa, e persino degenerata o patologica, e dall'altro una Grande Mistica, l'unica autenticamente religiosa, la strada maestra che condurrebbe alla conoscenza di Dio (...) la mistica selvaggia comprende, gia da sola, tutta la mistica. Fin dal suo iniziale manifestarsi che sconvolge gli schemi percettivi, rimette in questione tutti i nostri postulati sociali, morali o religiosi, e lascia fluire in noi una marea di stati affettivi, il fenomeno mistico si dimostra pura primitivita per sua stessa essenza. Per quanto varie possano essere le modalita che favoriscono l'emergere dell'esperienza mistica (droga, trauma emotivo o pratiche di preghiera e di ascesi), essa fa identicamente naufragare la persona sociale, le sue credenze, i suoi ideali e la sua rispettabilita (...) Ma se mai si potesse incontrare un vissuto mistico allo stato puro, e vero che esso sparirebbe dal nostro campo di rappresentazione qualora lo lasciassimo sussistere, volatile com'e, vergine di interpretazione (...) Selvaggia puo diventare allora (...) l'interpretazione del fenomeno mistico, non il fenomeno stesso. Il problema posto dalla mistica...

Alla mia Sinistra

Alla mia Sinistra

Autore: Federico Rampini ,

Numero di pagine: 240

"Avevo il dovere di scrivere questo libro. Perché ho due figli ventenni che affrontano, come tutti i loro coetanei, il mercato del lavoro più difficile dai tempi della Grande Depressione...."

Alcide De Gasperi nel Partito popolare italiano e nella Democrazia cristiana

Alcide De Gasperi nel Partito popolare italiano e nella Democrazia cristiana

Autore: Alcide De Gasperi ,

Numero di pagine: 557
L'amante di sua maestà

L'amante di sua maestà

Autore: Penny Jordan ,

Numero di pagine: 160

Un debito... Le antiche leggi del regno prevedono che ogni debito debba essere onorato. Con qualunque mezzo. Per questo Ionanthe sa perfettamente che dovrà lasciare la propria libertà e i propri sogni alle porte del castello: sarà lei a pagare per gli errori della sorella. ... e il suo prezzo. Max, principe di Fortenegro, ha appena ereditato la corona del suo paese, e ha tutte le intenzioni di traghettarlo verso il XXI secolo, ben sapendo che dovrà lottare contro i privilegi dell'aristocrazia. Non prima, però, di aver incontrato la sua futura sposa.

La prova orale del concorso a cattedre nella scuola primaria e nella scuola secondaria di I grado

La prova orale del concorso a cattedre nella scuola primaria e nella scuola secondaria di I grado

Autore: Sebastiano Moncada ,

Numero di pagine: 750
Atti e documenti della Democrazia cristiana, 1943-1967

Atti e documenti della Democrazia cristiana, 1943-1967

Autore: Partito della democrazia cristiana , Andrea Damilano ,

Numero di pagine: 2498
LA SICILIA PRIMA PARTE

LA SICILIA PRIMA PARTE

Autore: Antonio Giangrande ,

Numero di pagine: 766

E’ comodo definirsi scrittori da parte di chi non ha arte né parte. I letterati, che non siano poeti, cioè scrittori stringati, si dividono in narratori e saggisti. E’ facile scrivere “C’era una volta….” e parlare di cazzate con nomi di fantasia. In questo modo il successo è assicurato e non hai rompiballe che si sentono diffamati e che ti querelano e che, spesso, sono gli stessi che ti condannano. Meno facile è essere saggisti e scrivere “C’è adesso….” e parlare di cose reali con nomi e cognomi. Impossibile poi è essere saggisti e scrivere delle malefatte dei magistrati e del Potere in generale, che per logica ti perseguitano per farti cessare di scrivere. Devastante è farlo senza essere di sinistra. Quando si parla di veri scrittori ci si ricordi di Dante Alighieri e della fine che fece il primo saggista mondiale. Le vittime, vere o presunte, di soprusi, parlano solo di loro, inascoltati, pretendendo aiuto. Io da vittima non racconto di me e delle mie traversie. Ascoltato e seguito, parlo degli altri, vittime o carnefici, che l’aiuto cercato non lo concederanno mai. “Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia,...

Intercettazioni telefoniche e rispetto della vita privata

Intercettazioni telefoniche e rispetto della vita privata

Autore: Italy. Parlamento. Camera dei deputati. Servizio studi, legislazione e inchieste parlamentari ,

Numero di pagine: 1011

Ultimi ebook e autori ricercati