Scarica Libri Gratuiti

Scarica libri ed ebooks (I migliori libri in formato PDF, EPUB, etc)

Cerca negli ebook:

Numero totale di libri trovati 40 per la tua ricerca. Scarica gli ebook e divertiti!
Poesie amorose. Poesie teologiche

Poesie amorose. Poesie teologiche

Autore: John Donne ,

Numero di pagine: 128

Per nessun altro, amore, avrei spezzato | questo beato sogno. | Buon tema alla ragione, | troppo forte per la fantasia. | Fosti saggia a destarmi. E tuttavia | tu non spezzi il mio sogno, lo prolunghi. | Tu cosí vera che pensarti basta | per fare veri i sogni e le favole storia. | Entra fra queste braccia. Se ti parve | meglio per me non sognar tutto il sogno, | ora viviamo il resto.

La storia della poesia: Il compasso di John Donne : trovatori d'amore dal VI al XVI secolo

La storia della poesia: Il compasso di John Donne : trovatori d'amore dal VI al XVI secolo

Autore: Salvatore Lo Bue ,

Numero di pagine: 151
Song and sonnets. Canzoni e sonetti

Song and sonnets. Canzoni e sonetti

Autore: John Donne ,

Numero di pagine: 235

John Donne, uno dei massimi poeti inglesi, visse tra la seconda metà del XVI secolo e la prima metà del XVII secolo: epoca di grandi fermenti e di intensi scambi. È un poeta che esprime, meglio di tanti altri, le tensioni della sua età e l’esigenza di allungare lo sguardo sulla vita, la cultura e la letteratura del Continente europeo, in particolare, dell’Italia, della Francia e della Spagna, paesi visitati dal poeta. John Donne, che non aveva reciso del tutto le radici medioevali, avvertì, inevitabilmente, gli effetti dell’impatto col pensiero scientifico e critico della nuova cultura rinascimentale, profondamente segnata dal naturalismo telesiano, dal De Revolutionibus Orbium coelestium (1543), in cui Niccolò Copernico propone il sistema eliocentrico, in opposizione a quello geocentrico di Tolomeo e, nel campo della ricerca filosofica, dall’empirismo, teorizzato da Francis Bacon nel suo Novum Organum del 1621, che afferma l’importanza, ai fini della conoscenza, della percezione sensoriale, vagliate dalla critica dell’intelletto. Punto terminale di tale processo è il razionalismo di Descartes (XVII secolo), che afferma la funzione del pensiero come attività....

Quaranta poesie

Quaranta poesie

Autore: William Butler Yeats ,

Numero di pagine: 176

Quando tu e il mio amante fedele v'incontrate | Ed egli nel tuo grembo intona melodie, | Non dir male dell'anima, | Né credere che il corpo sia tutto, | Poiché io, sua signora di giorno, | so del corpo mali peggiori; | Ma con onore dividi in due l'amore | Sí che ciascuno non abbia abbastanza dell'una e dell'altro, | Ed io senta che ci baciamo | A contrappunto il sibilo del serpe, | E tu senta se una mano ti esplora la coscia | Il sospiro di tutti i cieli in travaglio.

Poesie

Poesie

Autore: Iosif Brodskij ,

Numero di pagine: 223

Il giorno 4 di giugno del 1972 abbandonava la Russia, con una piccola edizione delle poesie di John Donne in tasca e quasi nient’altro, il poeta Iosif Brodskij. La prima persona che Brodskij cercò in Occidente fu W.H. Auden. Su un prato del villaggio austriaco di Kirchstetten, il delfino dell’Achmatova e l’anziano poeta inglese, troppo chiaro per essere capito dai suoi contemporanei, si intesero in una communicatio idiomatum che non si sarebbe più interrotta, come testimonia la mirabile orazione funebre pronunciata da Brodskij nel decennale della morte del poeta: scritta in inglese, «per compiacere un’ombra». Da quel giorno Iosif Brodskij è diventato anche Joseph Brodsky, residente a New York ma di ascendenza tutta pietroburghese, se non vi è luogo come Pietroburgo «dove i pensieri si distacchino altrettanto volentieri dalla realtà». Così, «è con l’emersione di San Pietroburgo che la letteratura russa è entrata nell’esistenza». Molti dei tratti stilistici peculiari di Brodskij sembrano derivati, per osmosi, dalla città: la disciplina dei colonnati illusionistici, la luce pallida e diffusa, «dove occhio e memoria operano con inusuale acuità»,...

Sin imagen

Poesie

Autore: Carlo Michelstaedter ,

Numero di pagine: 112

Il giorno 4 di giugno del 1972 abbandonava la Russia, con una piccola edizione delle poesie di John Donne in tasca e quasi nient’altro, il poeta Iosif Brodskij. La prima persona che Brodskij cercò in Occidente fu W.H. Auden. Su un prato del villaggio austriaco di Kirchstetten, il delfino dell’Achmatova e l’anziano poeta inglese, troppo chiaro per essere capito dai suoi contemporanei, si intesero in una communicatio idiomatum che non si sarebbe più interrotta, come testimonia la mirabile orazione funebre pronunciata da Brodskij nel decennale della morte del poeta - scritta in inglese, 'per compiacere un’ombra'. Da quel giorno Iosif Brodskij è diventato anche Joseph Brodsky, residente a New York ma di ascendenza tutta pietroburghese, se non vi è luogo come Pietroburgo 'dove i pensieri si distacchino altrettanto volentieri dalla realtà'. Così, 'è con l’emersione di San Pietroburgo che la letteratura russa è entrata nell’esistenza'. Molti dei tratti stilistici peculiari di Brodskij sembrano derivati, per osmosi, dalla città; la disciplina dei colonnati illusionistici, la luce pallida e diffusa, «dove occhio e memoria operano con inusuale acuità»,...

Lezioni di poesia

Lezioni di poesia

Autore: Stefania Pavan ,

Numero di pagine: 326

Lezioni di poesia mette in luce un aspetto finora poco indagato nella poetica di Iosif Brodskij, la ricca rete intertestuale che lega i suoi versi alle letterature classiche. L'intertesto brodskiano mai appare come "imitazione", piuttosto come "mimesis", come una mediazione, talvolta celata dalla presenza di culture diacronicamente più vicine, in primis quella russa ineludibile, fortemente impregnata di senso e insegnamento: "(Creando, ben poco la penna ha creato). / Ma quanta luce dà nella notte, / con il buio fondendosi, l'inchiostro!". Lezioni di poesia propone momenti di riflessioni sull'intenso e sfumato rapporto che lega poetica brodskiana e poetica aristotelica, e sui sottili ma altrettanto forti nessi dell'idea di democrazia in Brodskij con quella dell'organizzazione di governo nella Repubblica di Platone. Tramite un percorso storico il volume delinea i tratti di Brodskij, lettore dei classici e, contemporaneamente, persona intimamente coinvolta, sul piano individuale e collettivo, nelle vicende della cultura russa. Nel "porsi dialogico" di Brodskij, in particolare nei confronti dell'antica cultura classica, si fanno emergere chiari i lineamenti del poeta, che nel loro...

Donne in poesia

Donne in poesia

Autore: Maria Pia Quintavalla ,

Numero di pagine: 154

Includes a brief biography, with photograph, of each poet, and one or more of their poems.

Le più belle lettere d'amore

Le più belle lettere d'amore

Autore: AA.VV. ,

Numero di pagine: 256

Cosa c'è di più intimo e segreto di una lettera d'amore? Eppure, nel tempo, molte di queste lettere sono state raccolte, conservate e pubblicate per la delizia dei nostri occhi indiscreti. Felicità, passione, desiderio, delusione, insistenza, gioia e dolore sono alcuni dei mille e più sentimenti che rendono la lettura avvincente. Anna Bolena scrive dalla Torre di Londra al suo persecutore Enrico VIII, l'imperatrice Giuseppina invoca l'affetto del suo Napoleone impegnato in qualche lontana battaglia, Virginia Woolf intrattiene con tutto il suo spirito l'adorata Vita Sackville-West, Colette si lascia andare alle più romantiche divagazioni, Simone de Beauvoir si rivela senza pudori letterari. Donne di ogni ambiente ed epoca ci fanno penetrare con un'immediatezza inaspettata negli angoli più nascosti dei sentimenti umani, mettendoci a confronto con gli ardori o i dolori di una passione, con le palpitazioni di un'attesa, gli entusiasmi di un'illusione, l'amarezza di un rifiuto.

Mario Praz, vent'anni dopo : atti del convegno, Roma-Cassino, 15-18 ottobre 2002

Mario Praz, vent'anni dopo : atti del convegno, Roma-Cassino, 15-18 ottobre 2002

Autore: Franco Buffoni ,

Numero di pagine: 332

Ultimi ebook e autori ricercati