Scarica Libri Gratuiti

Scarica libri ed ebooks (I migliori libri in formato PDF, EPUB, etc)

Cerca negli ebook:

Numero totale di libri trovati 40 per la tua ricerca. Scarica gli ebook e divertiti!
Giù la maschera

Giù la maschera

Autore: Elisa Di Francisca ,

Le notti brave a Jesi punteggiano un’ado­lescenza scapestrata, prima che la ferrea disciplina della scherma provi a domare il carattere libero di Elisa Di Francisca. Ma anche quando le medaglie cominciano a fioccare, resta­no le sigarette tra gli assalti, le fughe dai ritiri del­la nazionale, gli amori proibiti e la voglia di libertà. Archiviata una relazione violenta, pungendosi spesso di lingua e fioretto con Valentina Vezzali, Elisa supera la maestra e decolla alla conquista di Europei, Mondiali e Olimpiadi, laureandosi due vol­te oro a Londra 2012 e argento a Rio 2016. Il raccon­to autobiografico senza filtri, raccolto dalla giorna­lista del «Corriere della Sera» Gaia Piccardi, di una campionessa imperfetta ma sempre autentica, ma anche un manuale di vita ricco di spunti e consi­gli per ogni lettore, con un importante messaggio di fondo sull’importanza dei valori, della famiglia e sull’a­more che non va mai confuso con la dipendenza.

Giù la maschera. Confessioni di una campionessa imperfetta

Giù la maschera. Confessioni di una campionessa imperfetta

Autore: Elisa Di Francisca , Gaia Piccardi ,

Numero di pagine: 256
Invincibili

Invincibili

Autore: Gianmario Bonzi ,

Numero di pagine: 240

Le magnifiche vicende sportive del Dream Team di fioretto femminile italiano cominciano ufficialmente la notte del 4 agosto 1992, quando quattro schermitrici d’oro si aggirano per le ramblas di Barcellona: tuffo in piscina all’aperto, discoteca, canti e balli, un salto a Casa Italia. Diana Bianchedi, Francesca Bortolozzi, Giovanna Trillini e Margherita Zalaffi festeggiano come si deve il primo storico titolo olimpico di una squadra femminile azzurra, vinto ovviamente anche con Dorina Vaccaroni, allora simbolo del gruppo, ma genio e sregolatezza, lontana da quei momenti celebrativi. Altri tre ori a cinque cerchi seguiranno, con in mezzo numerose imprese firmate, tra le tante, da Giovanna Trillini, Valentina Vezzali, Margherita Granbassi, Elisa Di Francisca, Arianna Errigo e Alice Volpi. Una storia infinita fatta di trionfi (moltissimi), cadute (poche, magari fragorose), rivalità a tratti feroce, ma anche spirito di gruppo unico per portare l’Italia in cima al mondo come nessuno è mai riuscito a fare con tale continuità. Ricordando le prime imprese compiute da Irene Camber e Antonella Ragno, decenni addietro, passando poi per le “zie” del Dream Team composto, negli anni ...

Oro Azzurro

Oro Azzurro

Autore: Dario Ricci , Carlo Santi ,

Numero di pagine: 408

Un libro fatto di emozioni, sudore e gioia: questo è Oro Azzurro, che racconta gli eroi dello sport italiano che dal 1896 a Rio 2016 hanno trionfato singolarmente e a squadre portando in vetta al mondo il Tricolore. Il primo oro italiano, in realtà, venne in occasione della seconda Olimpiade dell’era moderna, quella di Parigi 1900. A vincerlo, nell’ippica, fu il conte Giovanni Giorgio Trissino, in sella al fidato cavallo Oreste. A Londra 2012 siamo arrivati a quota 199 ori olimpici e dopo Rio de Janeiro i massimi allori azzurri sono saliti a quota 207. Con Oro Azzurro il lettore potrà conoscere tutto dei nostri olimpionici, da Nedo Nadi a Livio Berruti, da Gelindo Bordin a Stefano Baldini, da Gabriella Dorio a Sara Simeoni, dai fratelli Abbagnale a Pietro Mennea, da Giovanna Trillini a Federica Pellegrini, fino ai recentissimi eroi come Fabio Basile (oro numero 200), Niccolò Campriani, Chiara Cainero, Jessica Rossi e tutti gli altri magnifici campioni italiani. La lista dei nostri fuoriclasse è lunga, lunghissima, come infinito è stato, dal 1900 a oggi, l’elenco delle emozioni, che rivivono tutte in questo libro, capace di soddisfare tanto la curiosità del neofita che ...

Le italiane

Le italiane

Autore: Aldo Cazzullo ,

Numero di pagine: 288

Sono le donne a custodire l’identità italiana. Partendo da questa convinzione, Aldo Cazzullo rievoca le figure, il carattere e le storie delle italiane che ha conosciuto. Un racconto a più voci che è anche un viaggio dentro l’animo femminile e nella comunità nazionale. Dalle centenarie che hanno fatto l’Italia, come Franca Valeri e Rita Levi Montalcini, alle giovani promesse di oggi, come Chiara Ferragni e Bebe Vio. Donne di potere, come Nilde Iotti e Miuccia Prada, e donne di parola, da Oriana Fallaci a Inge Feltrinelli. Per arrivare a oggi: chi ha salvato l’Italia nell’anno terribile della pandemia? Noi diciamo medici e infermieri, al maschile. Ma non solo la maggioranza delle infermiere sono donne; sono donne la maggioranza dei giovani medici. Neppure il lockdown ha fermato le cassiere dei supermercati, le edicolanti, le poliziotte, le farmaciste, le professoresse che hanno fatto lezione on line, le mamme che hanno lavorato e badato ai figli rimasti a casa, le nonne che hanno corso rischi pur di prendersi cura dei nipoti. In queste pagine si raccontano in prima persona attrici come Monica Bellucci e Stefania Sandrelli, cantanti come Laura Pausini e Gianna Nannini, ...

Le protagoniste

Le protagoniste

Autore: Eva Cantarella , Ettore Miraglia ,

Numero di pagine: 144

Ci sono tanti modi e tanti aspetti della vita alla luce dei quali seguire il lungo e difficile cammino delle donne contro le discriminazioni di genere: e lo sport è uno dei percorsi attraverso i quali esse sono finalmente riuscite a superare il pregiudizio che ne faceva delle cittadine di seconda categoria, Oggi finalmente la liberazione dagli stereotipi di genere è parte della storia contemporanea. Ma, singolarmente, quando questo accade, non vengono mai o quasi mai ricordate le protagoniste che danno il nome a questo libro, a partire da quelle che hanno conquistato il diritto di partecipare a una competizione tipicamente e originariamente solo maschile quali sono state le Olimpiadi. Queste, in sintesi, le considerazioni dalle quali nasce l’idea di questo libro, composto di due parti diverse ma complementari. Una prima, di tipo storico, che dopo aver raccontato la nascita nell’antica Grecia dello stereo­tipo di un “femminile” non competitivo, analizza i fatti che dimostrano la sua non rispondenza a realtà: ad esempio, nell’antica Roma, l’esistenza accanto ai gladiatori di donne gladiatrici. La seconda è la storia delle “protagoniste”, a partire dal...

ANNO 2021 LO SPETTACOLO E LO SPORT QUARTA PARTE

ANNO 2021 LO SPETTACOLO E LO SPORT QUARTA PARTE

Autore: ANTONIO GIANGRANDE ,

Antonio Giangrande, orgoglioso di essere diverso. ODIO OSTENTAZIONE ED IMPOSIZIONE. Si nasce senza volerlo. Si muore senza volerlo. Si vive una vita di prese per il culo. Tu esisti se la tv ti considera. La Tv esiste se tu la guardi. I Fatti son fatti oggettivi naturali e rimangono tali. Le Opinioni sono atti soggettivi cangianti. Le opinioni se sono oggetto di discussione ed approfondimento, diventano testimonianze. Ergo: Fatti. Con me le Opinioni cangianti e contrapposte diventano fatti. Con me la Cronaca diventa Storia. Noi siamo quello che altri hanno voluto che diventassimo. Facciamo in modo che diventiamo quello che noi avremmo (rafforzativo di saremmo) voluto diventare. Rappresentare con verità storica, anche scomoda ai potenti di turno, la realtà contemporanea, rapportandola al passato e proiettandola al futuro. Per non reiterare vecchi errori. Perché la massa dimentica o non conosce. Denuncio i difetti e caldeggio i pregi italici. Perché non abbiamo orgoglio e dignità per migliorarci e perché non sappiamo apprezzare, tutelare e promuovere quello che abbiamo ereditato dai nostri avi. Insomma, siamo bravi a farci del male e qualcuno deve pur essere diverso!

ANNO 2020 LO SPETTACOLO E LO SPORT QUINTA PARTE

ANNO 2020 LO SPETTACOLO E LO SPORT QUINTA PARTE

Autore: ANTONIO GIANGRANDE ,

Rappresentare con verità storica, anche scomoda ai potenti di turno, la realtà contemporanea, rapportandola al passato e proiettandola al futuro. Per non reiterare vecchi errori. Perché la massa dimentica o non conosce. Denuncio i difetti e caldeggio i pregi italici. Perché non abbiamo orgoglio e dignità per migliorarci e perché non sappiamo apprezzare, tutelare e promuovere quello che abbiamo ereditato dai nostri avi. Insomma, siamo bravi a farci del male e qualcuno deve pur essere diverso!

ANNO 2021 FEMMINE E LGBTI SECONDA PARTE

ANNO 2021 FEMMINE E LGBTI SECONDA PARTE

Autore: ANTONIO GIANGRANDE ,

Antonio Giangrande, orgoglioso di essere diverso. ODIO OSTENTAZIONE ED IMPOSIZIONE. Si nasce senza volerlo. Si muore senza volerlo. Si vive una vita di prese per il culo. Tu esisti se la tv ti considera. La Tv esiste se tu la guardi. I Fatti son fatti oggettivi naturali e rimangono tali. Le Opinioni sono atti soggettivi cangianti. Le opinioni se sono oggetto di discussione ed approfondimento, diventano testimonianze. Ergo: Fatti. Con me le Opinioni cangianti e contrapposte diventano fatti. Con me la Cronaca diventa Storia. Noi siamo quello che altri hanno voluto che diventassimo. Facciamo in modo che diventiamo quello che noi avremmo (rafforzativo di saremmo) voluto diventare. Rappresentare con verità storica, anche scomoda ai potenti di turno, la realtà contemporanea, rapportandola al passato e proiettandola al futuro. Per non reiterare vecchi errori. Perché la massa dimentica o non conosce. Denuncio i difetti e caldeggio i pregi italici. Perché non abbiamo orgoglio e dignità per migliorarci e perché non sappiamo apprezzare, tutelare e promuovere quello che abbiamo ereditato dai nostri avi. Insomma, siamo bravi a farci del male e qualcuno deve pur essere diverso!

Se sembra impossibile allora si può fare

Se sembra impossibile allora si può fare

Autore: Beatrice Vio ,

Numero di pagine: 280

Chiunque incontri Bebe, o anche solo la veda in tv, rimane incantato dall'energia positiva che sprigiona a ogni parola, ogni gesto, ogni sguardo. Come si spiega questo suo modo di essere che le ha permesso non solo di superare difficoltà apparentemente insormontabili, ma anche di raggiungere eccezionali traguardi sportivi? Sembra un mistero. Invece, se si leggono gli spassosissimi racconti dei tanti episodi raccolti in questo libro, si scopre che Bebe affronta ogni genere di ostacolo utilizzando strumenti e risorse che ciascuno di noi ha a disposizione... anche se spesso non se ne accorge nemmeno! Innanzi tutto, Bebe è da sempre consapevole che bisogna trovarsi un sogno da perseguire con la massima passione: per esempio, lei ha iniziato a cinque anni a desiderare con tutte le sue forze di andare alle Olimpiadi. Per raggiungere la propria meta è fondamentale poi imparare a collaborare con gli altri, fare squadra, chiedere aiuto perché «da solo non sei nessuno». Ma ci sono anche tanti altri alleati a portata di mano: l'ironia, la capacità di rimanere "scialli", il saper fare tesoro delle critiche positive stando però attenti a quelle cattive e agli hater. E persino la paura, ...

Perchè? Una storia vera

Perchè? "Una storia vera"

Autore: Anna Agostiniani , a cura di Michele Albini , a cura di Giulia Bornacin ,

Numero di pagine: 296

Si può desiderare chi non conosciamo, chi non abbiamo mai visto né incontrato? Si può amare chi non c’è? Quando si tratta di genitori, la loro diventa assenza che pesa nel corpo e nello spirito, ricerca continua in ogni luogo del Mondo. Una storia, quella di Anna, cruda all’inizio, che induce a una semplice riflessione: ma davvero l’uomo è capace di fare tanto male? Be’, la risposta inevitabile è un triste “sì”! Lungo il suo cammino ha incrociato davvero tante persone, molto diverse tra loro, che l’hanno aiutata inevitabilmente a migliorare quella vita cominciata in modo così brutale, dove a tratti la violenza umana non le è stata risparmiata neanche da uomini consacrati a Dio. Per fortuna, di questi ce ne sono di diverso valore e Anna si è riavvicinata alla Chiesa grazie a coloro che tengono alto il rispetto dell’uomo e della sua esistenza. La protagonista, tra i 12 e i 14 anni, sembra arrendersi alla vita, quella stessa vita che, per destino o disegno Divino, le ha saputo restituire dignità e amore. Il coraggio di narrare la propria storia che riporta il tempo dell’uomo alla qualità dei propri desideri, al superamento delle proprie debolezze, delle...

È facile vivere bene nelle Marche se sai cosa fare

È facile vivere bene nelle Marche se sai cosa fare

Autore: Simona Baldelli ,

Numero di pagine: 320

Una porta su infiniti mondi da svelare, un viaggio in cui i sensi faranno da guida Affidatevi ai vostri sensi e scoprite le tante meraviglie delle Marche Il nome Marche deriva da un’antica lingua germanica in cui “mark” significava confine. Ecco cosa sono le Marche: una porta su infiniti mondi che questo libro cercherà di svelare, attraverso un viaggio in cui i sensi faranno da guida. Gli occhi racconteranno bellezze architettoniche e paesaggistiche, il palato le infinite cucine locali e le orecchie saranno rivolte ai grandi come Rossini e Pergolesi. Le mani guideranno alla scoperta di artigianato, manufatti e produzioni industriali, punto da cui partire per dare una sbirciatina allo sport e ad atleti prestigiosi, di cui Valentino Rossi e Filippo Magnini sono solo due illustri esempi. Il naso ci condurrà sulle tracce del tartufo, ma anche di antiche aziende produttrici di profumi ed erbe curative. A ciascuno dei sensi sono riconducibili i grandi eventi ospitati dalle Marche: esperienze note e inedite, per andare alla scoperta di una regione che ha tanto da offrire. Simona Baldelliè nata a Pesaro. Ha lavorato in teatro, come attrice, regista e drammaturgo. Ha esperienze di ...

Spazioliberoblog -

Spazioliberoblog -

Autore: Fabrizio Barbaranelli ,

Numero di pagine: 252

Uno spazio libero, un luogo aperto in cui confrontare le idee.

Gli Dei di Olimpia

Gli Dei di Olimpia

Autore: Valerio Iafrate ,

Numero di pagine: 218

Da Atene 1896 a Rio 2016, in centoventi anni, la storia olimpica ha vissuto un’alternanza di vittorie eclatanti e sconfitte fragorose, di imprese al limite delle possibilità umane e di cadute omeriche, di medaglie conquistate al primo tentativo e di allori inseguiti per anni senza fortuna. La storia olimpica, in questo senso, è il paradigma della vita stessa, un alternarsi senza respiro di gioie e dolori, di lacrime e sorrisi. In una parola, di emozioni. Per cercare di condensare in un libro tutto questo la strada era obbligata: raccontare le storie al posto della Storia. Gli Dei di Olimpia è una raccolta di storie, un lungo filo di cinque colori - tanti quanti sono quelli dei Cerchi olimpici - che si snoda da Atene a Rio e che abbraccia vincitori e vinti, squadre e singoli atleti, eroi di un giorno solo e predestinati alla gloria. Quello stesso filo colorato che, ogni quattro anni, incrocia la vita di ogni appassionato di sport, e lo tiene stretto, per due settimane, con la stessa energia dei corridori, degli schermidori, dei nuotatori e dei cestisti. Per quindici giorni, ogni quattro anni, ognuno prova la stessa emozione, ognuno diventa un atleta, ognuno sogna di...

Ritratti di campioni

Ritratti di campioni

Autore: Vittorio Feltri ,

Numero di pagine: 168

«Sposato con l'Atalanta e amante della Fiorentina», innamorato del calcio, ma anche di ciclismo, equitazione e scherma - «lo sport della mia gioventù» -, Vittorio Feltri raccoglie in questo volume alcuni dei suoi più riusciti racconti di sport e ritratti di campioni. Feltri entra col suo stile in un mondo a cui solitamente non appartiene e crea ogni volta un capolavoro di autonomia, di schiettezza, ciò che spesso il giornalismo sportivo militante non può permettersi, costretto com'è a restare nei confini della neutralità. Feltri rappresenta il calcio come fa con la politica o con il costume, si serve del suo universo di opinioni scintillanti e indipendenti e si regola come farebbe con un politico: lo tira giù dal suo Olimpo per guardarlo negli occhi. «Altro che giornalismo sportivo anodino e sopra le parti. Nel giornalismo come nello sport si versa tutto se stessi.» Accanto alle argute e mai banali pagine dedicate ai tanti, notissimi atleti del nostro panorama sportivo presente e passato - da Federica Pellegrini a Valentino Rossi, da Francesco Totti a Danilo Gallinari, da Valentina Vezzali ad Alberto Tomba, a Felice Gimondi, il campione «vincente anche nelle...

Progetti di Brand & Marketing Communication

Progetti di Brand & Marketing Communication

Autore: Emanuele Invernizzi , Stefania Romenti ,

Numero di pagine: 296

244.1.76

Storie di sport, storie di donne

Storie di sport, storie di donne

Autore: Giovanni Malagò , Nicoletta Melone ,

Numero di pagine: 324

“L’élite del nostro sport è Donna. Noi prendiamo atto felici di questa sana rivoluzione. In nessun altro settore si è realizzato un simile ‘sorpasso di qualità’.” — Candido Cannavò

Vuoto a vincere

Vuoto a vincere

Autore: Giorgio Burreddu , Fabio Cola , Alessandra Giardini ,

Numero di pagine: 166

«Se le immagini non fossero prese da dietro vedreste la mia espressione che cambia. Una frazione di secondo, forse meno. Ero dieci metri dopo il traguardo, avevo raggiunto il successo più alto che un atleta possa ottenere, ma la mia faccia diceva un’altra cosa. Mi chiedevo: adesso, e adesso che cosa faccio?». Così Gabriella Dorio, medaglia d'oro nei 1.500 metri piani a Los Angeles 1984. Al termine di un lungo percorso c'è sempre un punto di rottura, un attimo in cui la nostra coscienza fa i conti con tutto ciò che ci siamo lasciati alle spalle, con tutto quello che negli anni abbiamo messo da parte in nome di un unico traguardo, sacrificando molto, se non tutto, a un ideale. Ecco perché nel momento in cui puoi toccare la gloria, e riesci finalmente a stringerla fra le mani, non è strano avvertire un senso di malinconia, una specie di vuoto. Mentre sei lassù e ti senti invincibile, di colpo capisci che durerà pochissimo, anzi, forse è già finito. Lo sport, che è vita amplificata e accelerata, ci aiuta a comprendere meglio questo momento di fragilità assoluta. Qual è il costo da pagare per raggiungere il successo? Una vittoria può valere l'immortalità, già, ma a...

La mia vita... a cascata

La mia vita... a cascata

Autore: Peppe Di Napoli ,

Numero di pagine: 192

Ricordi e ricette del cuore, dalla prima infanzia a oggi. Peppe Di Napoli, chef eclettico e verace, non smette di affascinare migliaia di curiosi e appassionati grazie alla sua cucina e alla sua vitalità. Sapori autentici, grandi classici della tradizione italiana e piatti creativi si mescolano ai ricordi di un ragazzino che dal Rione Traiano di Napoli non ha mai smesso di crescere, fino a diventare uno degli chef più seguiti d’Italia. Questo è il suo primo libro e racconta i suoi piatti e la sua vita, sempre vissuta, come ama dire Peppe, “a cascata”, con gioiosa abbondanza e generosità.

101 cose da fare nelle Marche almeno una volta nella vita

101 cose da fare nelle Marche almeno una volta nella vita

Autore: Chiara Giacobelli ,

Numero di pagine: 347

Dagli Appennini all’Adriatico, attraversando l’Italia centrale. Le Marche hanno la fortuna di accogliere un territorio eterogeneo che va dalle montagne dell’entroterra fino al mare, con una costa a sua volta variegata, ricca di spiagge basse come pure di riviere scoscese e promontori rocciosi. E poi riserve naturali, colline, castelli, rocche, laghi e santuari. Per non parlare di arte, cultura e storia: dalle architetture di Urbino, autentica perla tra le città rinascimentali, a quelle di Jesi, che diede i natali a Federico II di Svevia, l’imperatore del Sacro Romano Impero soprannominato stupor mundi. E poi la tradizione eno-gastronomica: dai vincisgrassi alle olive all’ascolana, dallo stoccafisso al ciauscolo, senza dimenticare il brodetto e il mosciolo selvatico di Portonovo! Di giorno c’è da perdersi in escursioni di ogni tipo, attività in riva al mare, percorsi alla riscoperta dell’artigianato locale: imparerete a fare cappelli di paglia, a lavorare il merletto o la ceramica e a produrvi da soli il vino di visciole. Potrete scendere nel ventre della terra alle Grotte di Frasassi e di notte immergervi nella movida, dalla Riviera delle Palme salendo fino alla...

Marche

Marche

Autore: Giacomo Bassi ,

Numero di pagine: 256

"Le Marche racchiudono in sé quanto di più bello e prezioso offre l'Italia: borghi incantevoli, sorprendenti città d'arte e natura selvaggia, conditi da un'ospitalità che vi farà sentire sempre i benvenuti" (Giacomo Bassi, autore Lonely Planet). Attività all'aperto; a tavola nelle Marche; arte e artigianato; viaggiare con i bambini. Esperienze straordinarie: foto suggestive, i consigli degli autori e la vera essenza dei luoghi. Personalizza il tuo viaggio: gli strumenti e gli itinerari per pianificare il viaggio che preferisci. Scelte d’autore: i luoghi più famosi e quelli meno noti per rendere unico il tuo viaggio.

ANNO 2016 IL DNA DEGLI ITALIANI SECONDA PARTE

ANNO 2016 IL DNA DEGLI ITALIANI SECONDA PARTE

Autore: ANTONIO GIANGRANDE ,

E’ comodo definirsi scrittori da parte di chi non ha arte né parte. I letterati, che non siano poeti, cioè scrittori stringati, si dividono in narratori e saggisti. E’ facile scrivere “C’era una volta….” e parlare di cazzate con nomi di fantasia. In questo modo il successo è assicurato e non hai rompiballe che si sentono diffamati e che ti querelano e che, spesso, sono gli stessi che ti condannano. Meno facile è essere saggisti e scrivere “C’è adesso….” e parlare di cose reali con nomi e cognomi. Impossibile poi è essere saggisti e scrivere delle malefatte dei magistrati e del Potere in generale, che per logica ti perseguitano per farti cessare di scrivere. Devastante è farlo senza essere di sinistra. Quando si parla di veri scrittori ci si ricordi di Dante Alighieri e della fine che fece il primo saggista mondiale. Le vittime, vere o presunte, di soprusi, parlano solo di loro, inascoltati, pretendendo aiuto. Io da vittima non racconto di me e delle mie traversie. Ascoltato e seguito, parlo degli altri, vittime o carnefici, che l’aiuto cercato non lo concederanno mai. “Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia,...

Oltre le Olimpiadi

Oltre le Olimpiadi

Autore: Francesco Cognetti , Mauro Boldrini ,

Lo sport ha un ruolo fondamentale nella lotta contro molte malattie, compresi i tumori. Tanto che l’attività fisica continuativa rientra a pieno titolo tra le più importanti forme di prevenzione. Ma lo sport comprende anche molte storie di atleti che hanno combattuto la sfida più grande, quella contro il cancro: dalla velocista Raelene Boyle alla tennista Martina Navrátilová, dal velista Santiago Raúl Lange al nuotatore Eric Shanteau. Sportivi diventati campioni due volte, la cui carriera è legata a doppio filo alle Olimpiadi. C’è chi ha vinto un oro poco dopo essersi sottoposto a un’operazione al polmone; chi, partendo da Fregene, reduce da un tumore alle ossa, ha lasciato a bocca aperta il pubblico di Rio, meritandosi il soprannome di «maestro» proprio nella specialità in cui è più difficile stupire i brasiliani. Negli ultimi decenni sono stati raggiunti consistenti avanzamenti nella cura del cancro, tali da consentire a molti malati di guarire completamente e ad altri di convivere con il tumore con un’accettabile qualità di vita. La medicina personalizzata e l’immunoterapia costituiscono le nuove frontiere per il trattamento delle neoplasie. In questo...

Mi hanno regalato un sogno

Mi hanno regalato un sogno

Autore: Beatrice Vio ,

Numero di pagine: 288

A 11 anni, dopo essere stata colpita da una forma di meningite acuta, Bebe ha subito amputazioni a gambe e braccia. Ma la malattia non ha rappresentato la fine di nulla, piuttosto l'inizio di una nuova fase della sua vita: per Beatrice è stata una parentesi tra quello che era prima — una bambina con una famiglia fantastica, moltissimi amici e le "tre S" (scuola, scout, scherma) — e quello che è diventata, ovvero un'adolescente felice, che ama divertirsi, con un'energia straordinaria. Ma soprattutto Bebe Vio si è trasformata in un'atleta eccezionale, l'unica al mondo a gareggiare con quattro protesi, campionessa consacrata da due Coppe del Mondo, dall'Oro individuale e dal Bronzo a squadre ai giochi Paralimpici di Rio 2016. Una vita scoppiettante, che l'ha portata a diventare un punto di riferimento per tantissimi ragazzi. Perché Bebe ha una missione, oltre a lasciare il segno nella storia del fioretto: far capire a tutti, con o senza disabilità, che "la vita è proprio una figata!".

Scherma, Schermo

Scherma, Schermo

Autore: Davide Ferrario ,

Numero di pagine: 140

“La scherma è un modo di vivere. Fa appello a qualcosa di profondo che sta dentro di noi. Ecco perché se mi chiedete qual è stata l’esperienza fondante della mia vita vi rispondo la scherma, e solo in seconda battuta il cinema. Che, senza la scherma, non sarebbe stata la stessa cosa.“Davide Ferrario racconta la scherma come farebbe un film, partendo da un primissimo piano su un atleta fermo in pedana per poi allargare l’inquadratura, andando avanti e indietro nel tempo: un’arte incontrata da adolescente, un po’ dimenticata per i casi della vita, ma poi meravigliosamente riscoperta e mai più abbandonata. Sulla pedana si impara a conoscere se stessi, e la maschera, confine tra il “sé” e il mondo, è una porta che si apre e si chiude su un’altra dimensione, qualcosa che ha a che fare col “chiudere il mondo fuori”. Esattamente quello che succede quando si spengono le luci in sala: si entra in un mondo di ombre, riflessi e silenzi, e ci si prepara a incontrare qualcosa che sta “di là”.Un combattimento è come un film di cui si è allo stesso tempo attori, registi e spettatori. “È strano quello che può succedere sotto la maschera. Sì, certo,...

#100VolteCONI

#100VolteCONI

Autore: Gianni Bondini ,

Numero di pagine: 178

C’è un’emozione. Quasi sempre. All’inizio di una storia. Questa volta è una doppia emozione. Perché? Avete provato a cimentarvi con la complessità di cento anni di avvenimenti, intrecci, sport, costume storia e politica per ridurli in coriandoli? O meglio in hashtag e in tweet, di un linguaggio a spot? È la scommessa su cui puntiamo. 1914-2014. Il centenario del Coni narrato in “cancelletti” e “cinguettii”. Ma non si tratta solamente di raccontare un secolo di storia del nostro comitato olimpico e dell’olimpismo in generale. Andiamo oltre e scopriamo le origini dello sport, le sue connessioni sociali e politiche e, in fondo, scopriamo anche noi stessi come persone in continua evoluzione. Perché questi cento anni di storia ci ricordano proprio questo: che lo sport è prima di tutto evoluzione.

@Federscherma - Un brand 2.0

@Federscherma - Un brand 2.0

Autore: Noto Alessandro ,

Numero di pagine: 140

Facebook, Twitter e la vasta gamma di social network oggi esistenti ci fanno vivere uno dei momenti storico-sociologici più interessanti dell'intera umanità; strumenti e piattaforme che in pochi anni hanno stravolto la vita degli abitanti di una parte considerevole e significativa del pianeta Terra.Schemi e regole si capovolgono e vanno reinterpretati, vanno tracciate nuove linee guida e paradossalmente l'arte di comunicare e di vendere diventa più complessa poiché gli strumenti per farlo sono alla portata indistinta di tutti.Il web 2.0 e le dinamiche della comunicazione social possono così essere utili e funzionali a tutte quelle realtà e organizzazioni che per molteplici motivazioni hanno storicamente comunicato con difficoltà il proprio prodotto.La testimonianza concreta di tale tesi costituisce il cuore di questo libro.Un racconto e un’analisi di quanto l'impatto con il web 2.0 abbia giovato a uno sport vincente ma a torto definito «minore», rendendolo capace di ritagliarsi un suo spazio nel mondo della comunicazione.Il marketing e la comunicazione nell'esperienza schermistica sono il punto di partenza, ma la materia s’irradia anche ad altri mondi come quello...

I have a dream

I have a dream

Autore: Bebe Vio ,

Numero di pagine: 28

Ogni atleta sperimenta una crisi nel corso della carriera. Ma perdere gambe e braccia, gli "strumenti" del proprio lavoro a causa di una malattia in età giovanile, è un trauma che molti rischiano di non superare mai. Bebe Vio invece non ha abbandonato il sogno di diventare una schermitrice, nonostante le amputazioni subite quando aveva solo undici anni a causa di una meningite fulminante. Invece di sognare le Olimpiadi, ha iniziato ad allenarsi, in carrozzina, per le Paralimpiadi. La sua instancabile determinazione, a dispetto della disabilità, l'ha portata a essere una campionessa mondiale di scherma. Ha fondato anche una propria associazione: art4sport, per incoraggiare i bambini amputati ad avvicinarsi allo sport e ad apprezzare la vita attraverso lo sport. Questo è il settimo essay della serie Big Ideas, ideata dalla Banca europea per gli investimenti.

396 - Questa ero io

396 - Questa ero io

Autore: Anna Agostiniani , Michele Albini ,

Numero di pagine: 364

I miei passi sono pesanti, ho percorso tutte le strade delle emozio- ni, del dolore, della solitudine. Lasciando pezzi di me stessa a chi non aveva un volto. Sono caduta nel vuoto, e ti sognavo, ti parlavo. L’amore è cresciuto con me, l’amore che non conoscevo, che non avevo ricevuto, è esploso con la sua forza. L’amore, la speranza sono stati i miei genitori. La vita è stata la mia casa. Vi accolgo nella mia storia, fatta di petali e di spine, perché il bene vince sul male.

Alex Zanardi. Ancora

Alex Zanardi. Ancora

Autore: Claudio Arrigoni ,

«So come mi chiamo?, domanda ancora una volta l’uomo col camice chinandosi su di me. Diamine se so chi sono. Mi chiamo Alessandro Zanardi e sono un pilota. Non ho mai smesso di esserlo.» Ciò che fa di Alex Zanardi un simbolo così amato è l’arte di far sembrare un po’ nostre anche le sue imprese eccezionali. Una “normalità”, condita dal suo umorismo da eterno ragazzo emiliano, che ha aiutato molti a credere in se stessi, a porsi nuovi e insperati traguardi, a mordere la vita sempre, senza lasciarsi vincere dal fatalismo. Nell’esistenza di ciascuno ci sono spartiacque. Anche se, come dice Alex, «sono sempre io, con le gambe o senza», vero è che è la vita che cambia e si deve imparare ad affrontarla in altri modi. Gli spartiacque di Alex sono incisi nella memoria collettiva. Il primo, al circuito del Lausitzring, nel settembre 2001, «con la mia vettura che si spezza in due, e io con lei», è solo il drammatico preludio di ciò che avrebbe saputo trasformare «nella più grande opportunità della mia vita». Il secondo, nel giugno 2020, è ancor più vivo nel cuore di tutti, come un brivido che risale la schiena: sulle strade della Val d’Orcia, a una curva,...

Scherma

Scherma

Autore: Stefano Gaetano Alfonsi ,

Numero di pagine: 128

Fioretto, spada, sciabola: le specialità, i regolamenti, le gare e i campioni della scherma, dagli albori della sua storia ad oggi. Un manuale per praticanti e appassionati, che aiuta a comprendere le strategie di attacco e di difesa, a perfezionarsi nello stile e a correggere gli errori.

Siamo tutti tifosi del Milan

Siamo tutti tifosi del Milan

Autore: Marco Stretto ,

Numero di pagine: 33

SAGGIO (33 pagine) - SPORT - Una caleidoscopica carrellata fra i tifosi milanisti DOC, da quelli arcinoti come Abatantuono e Pellegatti a quelli insospettabili come Tom Cruise, Banderas o il "giovane" Chiellini, corredata con svariate dichiarazioni celebrative e gaffe esilaranti. Che personaggi come Diego Abatantuono, Carlo Pellegatti o Enzo Jannacci fossero milanisti DOC è risaputo, ma, pescando nel passato e nel mondo, chi avrebbe mai immaginato che anche Antono Banderas, Kimi Räikkönen, Laura Pausini, Carlo Cracco, Nicole Minetti, Novak Đoković, e i "giovani" Giorgio Chiellini e Vincenzo Montella fossero tifosi o simpatizzanti del Diavolo? In questa nostra ampia carrellata di vip milanisti, non solo avrete occasione di imbattervi in nomi insospettabili, suddivisi in categorie che vanno dagli attori ai cantanti, ai politici, ai giornalisti o ai calciatori, ma troverete anche svariate dichiarazioni "viste da vicino", cioè celebrative dal mondo rossonero, e "viste da lontano", magari anche pungenti da parte di chi "casciavit" non è. Dulcis in fundo, una gustosa rassegna di esilaranti gaffe riconducibili alla galassia rossonera. Dietro lo pseudonimo Marco Stretto si nasconde ...

La cospirazione dell'inquisitore

La cospirazione dell'inquisitore

Autore: Giulia Abbate ,

All’alba del XIV secolo, in un feudo isolato tra i boschi della marca papale, la vita della giovane vedova Elisa è sull’orlo del baratro. La sua più cara amica Gisella è stata arrestata con l’accusa di stregoneria, e l’infamia rischia di coinvolgere anche lei. Sopravvissuta a un’infanzia luttuosa, vedova dell’antico signore del feudo e madre di una figlia nata già orfana, secondo il buonsenso Elisa dovrebbe lasciare il mondo per entrare in convento. Invece lei resiste, per sua figlia e per sé stessa, con la speranza battagliera in un futuro migliore. E quando nel feudo arriva un potente inquisitore papale, la sua speranza si fa più concreta. Riccardo appartiene a un nobile casato milanese e prima di diventare frate domenicano è stato un uomo d’armi, esperto del mondo in tutti i suoi aspetti. L’attrazione tra i due scoppia inesorabile, ma l’inquisitore ha un compito difficile da portare a termine: da lui dipendono la vita o la morte di Elisa, e niente e nessuno potrà condizionare le sue decisioni. Riuscirà Elisa a scalfire il cuore indurito di Riccardo e a trovare in lui un alleato contro il destino che sembra tramarle contro? Sullo sfondo di un medioevo...

ANNO 2021 LO SPETTACOLO E LO SPORT TERZA PARTE

ANNO 2021 LO SPETTACOLO E LO SPORT TERZA PARTE

Autore: ANTONIO GIANGRANDE ,

Antonio Giangrande, orgoglioso di essere diverso. ODIO OSTENTAZIONE ED IMPOSIZIONE. Si nasce senza volerlo. Si muore senza volerlo. Si vive una vita di prese per il culo. Noi siamo quello che altri hanno voluto che diventassimo. Facciamo in modo che diventiamo quello che noi avremmo (rafforzativo di saremmo) voluto diventare. Rappresentare con verità storica, anche scomoda ai potenti di turno, la realtà contemporanea, rapportandola al passato e proiettandola al futuro. Per non reiterare vecchi errori. Perché la massa dimentica o non conosce. Denuncio i difetti e caldeggio i pregi italici. Perché non abbiamo orgoglio e dignità per migliorarci e perché non sappiamo apprezzare, tutelare e promuovere quello che abbiamo ereditato dai nostri avi. Insomma, siamo bravi a farci del male e qualcuno deve pur essere diverso!

ANNO 2020 FEMMINE E LGBTI SECONDA PARTE

ANNO 2020 FEMMINE E LGBTI SECONDA PARTE

Autore: ANTONIO GIANGRANDE ,

Rappresentare con verità storica, anche scomoda ai potenti di turno, la realtà contemporanea, rapportandola al passato e proiettandola al futuro. Per non reiterare vecchi errori. Perché la massa dimentica o non conosce. Denuncio i difetti e caldeggio i pregi italici. Perché non abbiamo orgoglio e dignità per migliorarci e perché non sappiamo apprezzare, tutelare e promuovere quello che abbiamo ereditato dai nostri avi. Insomma, siamo bravi a farci del male e qualcuno deve pur essere diverso!

ANNO 2021 LO SPETTACOLO E LO SPORT QUINTA PARTE

ANNO 2021 LO SPETTACOLO E LO SPORT QUINTA PARTE

Autore: ANTONIO GIANGRANDE ,

Antonio Giangrande, orgoglioso di essere diverso. ODIO OSTENTAZIONE ED IMPOSIZIONE. Si nasce senza volerlo. Si muore senza volerlo. Si vive una vita di prese per il culo. Tu esisti se la tv ti considera. La Tv esiste se tu la guardi. I Fatti son fatti oggettivi naturali e rimangono tali. Le Opinioni sono atti soggettivi cangianti. Le opinioni se sono oggetto di discussione ed approfondimento, diventano testimonianze. Ergo: Fatti. Con me le Opinioni cangianti e contrapposte diventano fatti. Con me la Cronaca diventa Storia. Noi siamo quello che altri hanno voluto che diventassimo. Facciamo in modo che diventiamo quello che noi avremmo (rafforzativo di saremmo) voluto diventare. Rappresentare con verità storica, anche scomoda ai potenti di turno, la realtà contemporanea, rapportandola al passato e proiettandola al futuro. Per non reiterare vecchi errori. Perché la massa dimentica o non conosce. Denuncio i difetti e caldeggio i pregi italici. Perché non abbiamo orgoglio e dignità per migliorarci e perché non sappiamo apprezzare, tutelare e promuovere quello che abbiamo ereditato dai nostri avi. Insomma, siamo bravi a farci del male e qualcuno deve pur essere diverso!

SPORTOPOLI

SPORTOPOLI

Autore: Antonio Giangrande ,

E’ comodo definirsi scrittori da parte di chi non ha arte né parte. I letterati, che non siano poeti, cioè scrittori stringati, si dividono in narratori e saggisti. E’ facile scrivere “C’era una volta….” e parlare di cazzate con nomi di fantasia. In questo modo il successo è assicurato e non hai rompiballe che si sentono diffamati e che ti querelano e che, spesso, sono gli stessi che ti condannano. Meno facile è essere saggisti e scrivere “C’è adesso….” e parlare di cose reali con nomi e cognomi. Impossibile poi è essere saggisti e scrivere delle malefatte dei magistrati e del Potere in generale, che per logica ti perseguitano per farti cessare di scrivere. Devastante è farlo senza essere di sinistra. Quando si parla di veri scrittori ci si ricordi di Dante Alighieri e della fine che fece il primo saggista mondiale. Le vittime, vere o presunte, di soprusi, parlano solo di loro, inascoltati, pretendendo aiuto. Io da vittima non racconto di me e delle mie traversie. Ascoltato e seguito, parlo degli altri, vittime o carnefici, che l’aiuto cercato non lo concederanno mai. “Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia,...

GIUSTIZIOPOLI TERZA PARTE

GIUSTIZIOPOLI TERZA PARTE

Autore: ANTONIO GIANGRANDE ,

E’ comodo definirsi scrittori da parte di chi non ha arte né parte. I letterati, che non siano poeti, cioè scrittori stringati, si dividono in narratori e saggisti. E’ facile scrivere “C’era una volta….” e parlare di cazzate con nomi di fantasia. In questo modo il successo è assicurato e non hai rompiballe che si sentono diffamati e che ti querelano e che, spesso, sono gli stessi che ti condannano. Meno facile è essere saggisti e scrivere “C’è adesso….” e parlare di cose reali con nomi e cognomi. Impossibile poi è essere saggisti e scrivere delle malefatte dei magistrati e del Potere in generale, che per logica ti perseguitano per farti cessare di scrivere. Devastante è farlo senza essere di sinistra. Quando si parla di veri scrittori ci si ricordi di Dante Alighieri e della fine che fece il primo saggista mondiale. Le vittime, vere o presunte, di soprusi, parlano solo di loro, inascoltati, pretendendo aiuto. Io da vittima non racconto di me e delle mie traversie. Ascoltato e seguito, parlo degli altri, vittime o carnefici, che l’aiuto cercato non lo concederanno mai. “Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia,...

Atlante di geografia umana

Atlante di geografia umana

Autore: Almudena Grandes ,

Numero di pagine: 449

«Almudena Grandes costruisce un libro simile alla vita, in cui si avverte lo stesso battito denso e apparentemente confuso dell’esistenza.» Il Sole 24 Ore su Atlante di geografia umana «Il ritratto più fedele di un’intera generazione di donne.» El País su Atlante di geografia umana «Almudena Grandes è una delle più grandi scrittrici del nostro tempo.» Mario Vargas Llosa, Premio Nobel per la letteratura Quattro donne lavorano a un atlante di geografia in fascicoli. Sono un gruppo eterogeneo, ma hanno tutte, chi più chi meno, intorno ai quarant'anni e stanno vivendo un momento delicato dell'esistenza: Marisa è insoddisfatta del proprio aspetto e spaventata dall'amore; Rosa, grazie a una passione sfortunata, trova la forza di rinunciare a un matrimonio sfibrato; Fran ritrova la confidenza con il proprio compagno e scopre che cosa le manca veramente; Ana si tuffa impavida in un rapporto con un uomo sposato. Mentre il loro lavoro va prendendo forma, la ricerca di dati si fa dunque ricerca interiore, racconto di vita, scomposizione della memoria, atlante di geografia umana appunto, ma di un'umanità circoscritta alle quattro donne e al loro mondo. E alle pagine dei...

Ultimi ebook e autori ricercati