Scarica Libri Gratuiti

Scarica libri ed ebooks (I migliori libri in formato PDF, EPUB, etc)

Cerca negli ebook:

Numero totale di libri trovati 40 per la tua ricerca. Scarica gli ebook e divertiti!
Court of Ferrara & its patronage

Court of Ferrara & its patronage

Autore: Marianne Pade , Lene Waage Petersen , Daniela Quarta , Forum for Renaessancestudier (Kopenhagen) ,

Numero di pagine: 361

Text in English & Italian. The present volume contains the Acta of the International Conference on the Patronage of the Este Family, Copenhagen 1987. The special situation in the Duchy of Ferrara offers an element of dynastic continuity in the various phases of Humanistic and Renaissance culture which makes it nearly unique in European history. The approaches chosen by the contributors in various disciplines -- music, theatre, pictorial arts, literature, history of ideas -- make it possible to analyse the interaction between the cultural policy of the "Signori" and the intellectuals of their court, covering the historical period from 1441 to the passing of the Duchy of Ferrara into the hands of the Papal State in 1598.

Sin imagen

La Corte Di Ferrara E Il Suo Mecenatismo 1441-1598The Court of Ferrara and Its Patronage

Autore: Daniela Quarta ,

Numero di pagine: 367
Art and life at the court of Ercole I d'Este

Art and life at the court of Ercole I d'Este

Autore: Sabadino degli Arienti Giovanni , Giovanni Sabadino degli Arienti ,

Numero di pagine: 119
Complete Unaccompanied Madrigals, Part 4

Complete Unaccompanied Madrigals, Part 4

Autore: Luzzasco Luzzaschi ,

Numero di pagine: 274

https://www.areditions.com/rr/rrr/r156.html lxiii + 274 pp.

Orlando furioso

Orlando furioso

Autore: Ludovico Ariosto ,

Numero di pagine: 1916

Il maggiore poema epico italiano, tra i più riusciti di ogni tempo accanto all''Iliade', all''Odissea' e al 'Don Chisciotte', narra della guerra tra pagani e cristiani, della bellissima Angelica, della follia di Orlando: sono 'le donne, i cavalier, l'arme, gli amori' che la poesia di Ariosto ha reso universali. Questa edizione ripropone il commento di Emilio Bigi, del 1982, aggiornato da Cristina Zampese.

Madrigals, Part 3

Madrigals, Part 3

Autore: Marco da Gagliano ,

Numero di pagine: 72

Book URL: https://www.areditions.com/rr/rrb/b174.html Il terzo libro de madrigali a cinque voci, the third of six madrigal books by the Florentine composer Marco da Gagliano (1582¿1643), was originally published in Venice in 1605. It is distinguished not only for the excellence of its music, but also for its use of texts by some of Italy¿s most celebrated poets. This collections includes settings of poems by Marino, Tasso, Rinuccini, Chiabrera, Celiano, several less well known authors, and one by Guarini. In addition to its fourteen madrigals by Gagliano, the book contains works by three guest composers: Luca Bati (his teacher), Giovanni Del Turco (Gagliano¿s student), and Lorenzo Del Turco (another student and cousin to Giovanni Del Turco). Gagliano¿s madrigals in the Terzo libro, like those of his first and second books, set words syllabically, are often homophonic, and are filled with expressive and declamatory motives. They embody many of the musical ideals of the Florentine camerata, especially that of the clear projection of text as an essential, even though manifested in an a cappella ensemble. Gagliano¿s work was admired throughout Europe during his lifetime, and...

Rari e preziosi. Documenti dell'età moderna e contemporanea dall'archivio del Sant'Uffizio

Rari e preziosi. Documenti dell'età moderna e contemporanea dall'archivio del Sant'Uffizio

Autore: Aa.Vv. ,

Numero di pagine: 210

La mostra - e questo catalogo - vogliono dare un esempio delle testimonianze raccolte all'interno dell'Archivio della Congregazione per la Dottrina della Fede, le quali - oltre all'eccezionale valore ed interesse storico - spesso conservano un carattere di notevole pregevolezza estetica. Si tratta quindi di una rara occasione per vedere documenti che sono la testimonianza precisa di alcune tappe cruciali della nostra storia. (dalla presentazione di Marco Pizzo) Presentare, prima in una mostra e ora in un catalogo, una selezione di documenti dell'Archivio dell'Inquisizione Romana, che susciti un reale interesse e non solo morbosa curiosità nello spettatore odierno, è stato un compito entusiasmante e nello stesso tempo delicato. In effetti, poiché ogni presentazione implica, per sua natura, l'offerta di un'immagine del soggetto presentato, la sfida era dare un'idea del Sant'Uffizio che non fosse stereotipa, modellata cioè sui pregiudizi dell'una o dell'altra parte. È perciò che si è voluto partire dalla più recente attività di ricerca archivistica e storiografica riguardante l'Istituzione, svolta negli ultimi dieci anni, per trovare il giusto punto di vista dal quale...

Il Palazzo Schifanoia a Ferrara

Il Palazzo Schifanoia a Ferrara

Autore: Jadranka Bentini ,

Numero di pagine: 672

The name of the building comes from the phrase "schivar la noia" (escape from boredom) and refers to its function, a place of leisure for the court. In 1465 Borso d'Este gave the court architect Pietro Benvenuto degli Ordini the task of converting and ex

Il Rinascimento a Ferrara E i Suoi Orizzonti Europei

Il Rinascimento a Ferrara E i Suoi Orizzonti Europei

Autore: J. Salmons , Walter Moretti , University College of Swansea ,

Numero di pagine: 332
Guardar lontano Veder vicino

Guardar lontano Veder vicino

Autore: Philippe Daverio ,

Numero di pagine: 449

Un viaggio iniziatico nel Rinascimento italiano. L’esercizio della curiosità vi porterà ad alzare lo sguardo per guardar lontano, abbracciando i complessi intrecci della storia, e a veder vicino, direttamente dentro le immagini.

IL DELITTO DI AVETRANA. SARAH SCAZZI. LA CONDANNA E L'APPELLO

IL DELITTO DI AVETRANA. SARAH SCAZZI. LA CONDANNA E L'APPELLO

Autore: ANTONIO GIANGRANDE ,

E’ comodo definirsi scrittori da parte di chi non ha arte né parte. I letterati, che non siano poeti, cioè scrittori stringati, si dividono in narratori e saggisti. E’ facile scrivere “C’era una volta….” e parlare di cazzate con nomi di fantasia. In questo modo il successo è assicurato e non hai rompiballe che si sentono diffamati e che ti querelano e che, spesso, sono gli stessi che ti condannano. Meno facile è essere saggisti e scrivere “C’è adesso….” e parlare di cose reali con nomi e cognomi. Impossibile poi è essere saggisti e scrivere delle malefatte dei magistrati e del Potere in generale, che per logica ti perseguitano per farti cessare di scrivere. Devastante è farlo senza essere di sinistra. Quando si parla di veri scrittori ci si ricordi di Dante Alighieri e della fine che fece il primo saggista mondiale. Le vittime, vere o presunte, di soprusi, parlano solo di loro, inascoltati, pretendendo aiuto. Io da vittima non racconto di me e delle mie traversie. Ascoltato e seguito, parlo degli altri, vittime o carnefici, che l’aiuto cercato non lo concederanno mai. “Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia,...

MAFIOPOLI PRIMA PARTE

MAFIOPOLI PRIMA PARTE

Autore: Antonio Giangrande ,

Numero di pagine: 582

E’ comodo definirsi scrittori da parte di chi non ha arte né parte. I letterati, che non siano poeti, cioè scrittori stringati, si dividono in narratori e saggisti. E’ facile scrivere “C’era una volta….” e parlare di cazzate con nomi di fantasia. In questo modo il successo è assicurato e non hai rompiballe che si sentono diffamati e che ti querelano e che, spesso, sono gli stessi che ti condannano. Meno facile è essere saggisti e scrivere “C’è adesso….” e parlare di cose reali con nomi e cognomi. Impossibile poi è essere saggisti e scrivere delle malefatte dei magistrati e del Potere in generale, che per logica ti perseguitano per farti cessare di scrivere. Devastante è farlo senza essere di sinistra. Quando si parla di veri scrittori ci si ricordi di Dante Alighieri e della fine che fece il primo saggista mondiale. Le vittime, vere o presunte, di soprusi, parlano solo di loro, inascoltati, pretendendo aiuto. Io da vittima non racconto di me e delle mie traversie. Ascoltato e seguito, parlo degli altri, vittime o carnefici, che l’aiuto cercato non lo concederanno mai. “Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia,...

HiArt n. 3. Anno 2 luglio - dicembre 2009

HiArt n. 3. Anno 2 luglio - dicembre 2009

Autore: AA. VV. ,

Numero di pagine: 98

Editoriale/editorial Ribalta/footlights Economia e patrimonio culturale: uno sguardo al futuro Economics and cultural heritage: what the future holds in store Ilde Rizzo Valorizzazione e memoria Enhancement and memory Mariella Perucca Il patrimonio dell'Accademia di Belle Arti di Napoli The heritage of the Academy of Fine Arts in Naples Aurora Spinosa Produzione artistica come patrimonio Art as Heritage Martina Corgnati Accademia di Belle Arti di Brera The Academy of Fine Arts, Brera Francesca Valli Necessaria è la bellezza! Beauty is necessary! intervista di/interview by Giuseppe Furlanis a/with Vittorio Sgarbi Le Biblioteche dei Conservatori di musica italiani The libraries of the Conservatories of Italian music Consuelo Giglio Gli Alinari: dallo stabilimento al Mnaf The Alinari Family: from the Photograhic Laboratory to the Mnaf Maria Possenti Il museo Piaggio: un luogo per sognare The Piaggio Museum: a place to dream Tommaso Fanfani Salvatore Ferragamo: tra storia e contemporaneità Salvatore Ferragamo: past and present Stefania Ricci Genius loci: il patrimonio dei luoghi Genius loci: the heritage of places Giuseppe Furlanis La salvaguardia dei Beni culturali Protecting...

Madrigale, 4. + 5.Buch

Madrigale, 4. + 5.Buch

Autore: Claudio Monteverdi ,

Numero di pagine: 236

These 39 secular madrigals are essential to the repertoire of serious vocal students. Amateurs and professionals alike will enjoy the new English translations printed alongside the most reliable Italian text.

Banchetti, composizioni di vivande e apparecchio generale

Banchetti, composizioni di vivande e apparecchio generale

Autore: Cristoforo da Messisburgo ,

Numero di pagine: 270
UGUAGLIANZIOPOLI L'ITALIA DELLE DISUGUAGLIANZE

UGUAGLIANZIOPOLI L'ITALIA DELLE DISUGUAGLIANZE

Autore: Antonio Giangrande ,

E’ comodo definirsi scrittori da parte di chi non ha arte né parte. I letterati, che non siano poeti, cioè scrittori stringati, si dividono in narratori e saggisti. E’ facile scrivere “C’era una volta….” e parlare di cazzate con nomi di fantasia. In questo modo il successo è assicurato e non hai rompiballe che si sentono diffamati e che ti querelano e che, spesso, sono gli stessi che ti condannano. Meno facile è essere saggisti e scrivere “C’è adesso….” e parlare di cose reali con nomi e cognomi. Impossibile poi è essere saggisti e scrivere delle malefatte dei magistrati e del Potere in generale, che per logica ti perseguitano per farti cessare di scrivere. Devastante è farlo senza essere di sinistra. Quando si parla di veri scrittori ci si ricordi di Dante Alighieri e della fine che fece il primo saggista mondiale. Le vittime, vere o presunte, di soprusi, parlano solo di loro, inascoltati, pretendendo aiuto. Io da vittima non racconto di me e delle mie traversie. Ascoltato e seguito, parlo degli altri, vittime o carnefici, che l’aiuto cercato non lo concederanno mai. “Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia,...

GOVERNOPOLI SECONDA PARTE

GOVERNOPOLI SECONDA PARTE

Autore: ANTONIO GIANGRANDE ,

Numero di pagine: 590

E’ comodo definirsi scrittori da parte di chi non ha arte né parte. I letterati, che non siano poeti, cioè scrittori stringati, si dividono in narratori e saggisti. E’ facile scrivere “C’era una volta….” e parlare di cazzate con nomi di fantasia. In questo modo il successo è assicurato e non hai rompiballe che si sentono diffamati e che ti querelano e che, spesso, sono gli stessi che ti condannano. Meno facile è essere saggisti e scrivere “C’è adesso….” e parlare di cose reali con nomi e cognomi. Impossibile poi è essere saggisti e scrivere delle malefatte dei magistrati e del Potere in generale, che per logica ti perseguitano per farti cessare di scrivere. Devastante è farlo senza essere di sinistra. Quando si parla di veri scrittori ci si ricordi di Dante Alighieri e della fine che fece il primo saggista mondiale. Le vittime, vere o presunte, di soprusi, parlano solo di loro, inascoltati, pretendendo aiuto. Io da vittima non racconto di me e delle mie traversie. Ascoltato e seguito, parlo degli altri, vittime o carnefici, che l’aiuto cercato non lo concederanno mai. “Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia,...

Ultimi ebook e autori ricercati