Scarica Libri Gratuiti

Scarica libri ed ebooks (I migliori libri in formato PDF, EPUB, etc)

Cerca negli ebook:

Numero totale di libri trovati 40 per la tua ricerca. Scarica gli ebook e divertiti!
Vivere la letteratura. Idee per imparare. Per le Scuole superiori

Vivere la letteratura. Idee per imparare. Per le Scuole superiori

Autore: Beatrice Panebianco , Mario Gineprini , Simona Seminara ,

Numero di pagine: 240
Sin imagen

Gateway. Sistemi e reti. Per le Scuole superiori

Autore: Susanna Anelli , Paolo Macchi , Giulio Angiani ,

Numero di pagine: 320
Vivere la guerra

Vivere la guerra

Autore: Laura Guidi ,

Numero di pagine: 168

Attraverso i diversi saggi che lo compongono, il volume dà voce ad esperienze e percezioni soggettive di uomini e donne coinvolti in conflitti bellici tra periodo risorgimentale e Grande Guerra: fasi storiche caratterizzate da profondi elementi di continuità riguardo alla costruzione simbolica dell’identità nazionale, ma anche da altrettanto forti cesure.Il confronto tra contesti diversi si rivela prezioso per indagare il rapporto tra genere, nazione, guerra. Partendo da uno stereotipo ancora forte, benché messo in discussione da ricerche recenti, che associa le donne al desiderio di pace e gli uomini alla volontà di competizione e di conquista, ci siamo chiesti se dai testi analizzati emergesse una specifica percezione “di genere” delle guerre, e in che misura i conflitti bellici considerati abbiano prodotto crisi e a trasformazione nelle relazioni tra donne e uomini.Negli scritti di combattenti analizzati nel volume – borbonici e garibaldini sulla scena risorgimentale, volontari inglesi ed italiani del primo conflitto mondiale – “fare la guerra” assume significati molto diversi, in relazione allo schieramento cui si appartiene e alla personalità individuale;...

Vivere la vita

Vivere la vita

Autore: lionel c ,

Una narrazione molto dinamica, sempre attiva e mai noiosa di fatti, di eventi realmente accaduti. Vita realmente vissuta. Porta alla luce, svela al lettore, un mondo nuovo e quasi del tutto sconosciuto alla grande maggioranza. Una grande novità. Racconta con un linguaggio semplice, molto attivo e frizzante, cose di vita ed eventi che coinvolgono, fanno vivere intensamente ogni attimo, tengono non poche volte con il fiato sospeso. Un racconto che non da mai il tempo per distrarsi, oppure annoiarsi, dando degli spunti di riflessione profondi, dei punti di riferimento forti, per il cammino futuro di vita. Un racconto che non può lasciare indifferenti, che non finisce senza donare un qualcosa di importante al lettore. Il racconto in modo essenziale e leggero di una straordinaria storia di vita realmente accaduta, realmente vissuta. In un modo molto semplice e che prende: accattivante, elettrizzante, in alcuni tratti scoppiettante, mai noioso ed a portata di tutti - indipendentemente dall'età, estrazione sociale, istruzione, oppure nazionalità -, l'autore racconta la storia per quello che è stata per quello che è realmente la vita. “Un meraviglioso ed affascinante cammino...

Vivere la democrazia

Vivere la democrazia

Autore: Elena Gallina ,

Il volume trae origine dall’iniziativa «Parole di giustizia» organizzata a La Spezia ogni anno, dal 2009, dall’Associazione studi giuridici Giuseppe Borrè e dal Comune della Spezia. I saggi pubblicati sono la rielaborazione di interventi svolti in tale occasione o sono stati scritti ad hoc alla luce del dibattito che vi si è svolto. La raccolta e la messa a punto dei testi è opera di Elena Gallina, esperta di comunicazioni sociali e presidente di Edizioni Gruppo Abele. Contributi di: Gherardo Colombo, Giovanni Maria Flick, Paul Ginsborg, Luigi Marini, Piergiorgio Morosini, Valentina Pazé, Livio Pepino, Romano Prodi, Stefano Rodotà, Salvatore Settis, Bartolomeo Sorge, Nadia Urbinati, Gustavo Zagrebelsky.

La Letteratura

La Letteratura

Autore: Piefranco Bruni ,

Giuseppe Tomasi di Lampedusa, Grazia Deledda, Gesualdo Bufalino, Benedetto Croce, Jean-Paul Sarte, ma anche Oriana Fallaci, Charles Aznavour e tante altre colonne del secolo scorso, un viaggio affascinante e alternativo nel Novecento. Pierfranco Bruni è nato in Calabria. Archeologo direttore del Ministero Beni Culturali, già componente della Commissione UNESCO per la diffusione della cultura italiana all'Estero, è presidente del Centro Studi “Grisi”. Ha pubblicato libri di poesia (tra i quali "Via Carmelitani", "Viaggioisola", “Per non amarti più", "Fuoco di lune", "Canto di Requiem"), racconti e romanzi (tra i quali vanno ricordati "L'ultima notte di un magistrato", "Paese del vento", "L’ultima primavera", “E dopo vennero i sogni", "Quando fioriscono i rovi"). Si è occupato di letteratura del Novecento con libri su Pavese, Pirandello, Alvaro, Grisi, D'Annunzio, Carlo Levi, Quasimodo, Ungaretti, Cardarelli, Gatto, Penna, Vittorini e la linea narrativa e poetica novecentesca che tratteggia le eredità omeriche e le dimensioni del sacro. Numerosi sono i suoi testi sulla letteratura italiana ed europea del Novecento. Ha scritto saggi sulle problematiche relative alla...

Mamma, che fatica!? Come vivere la maternità senza troppe complicazioni

Mamma, che fatica!? Come vivere la maternità senza troppe complicazioni

Autore: Federica Schiavon ,

Numero di pagine: 180
Il secondo annuncio 5. Vivere la fragilità e il proprio morire

Il secondo annuncio 5. Vivere la fragilità e il proprio morire

Autore: Enzo Biemmi ,

Numero di pagine: 176

Il Progetto secondo annuncio, dopo il percorso sui temi «generare e lasciar partire» (2014), «errare» (2015), «vivere i legami» (2016) e «appassionarsi e compatire» (2017) affronta l’esperienza umana della fragilità e del morire, presentando alcune proposte catechistiche e pastorali attuate nelle nostre comunità ecclesiali. Il quinto volume è un invito ad abitare con la speranza del vangelo le esperienze umane di limite e fragilità, fino all’esperienza di quel limite estremo che è il proprio morire.

La vita è qualcosa di straordinario. Morendo ho imparato a vivere. La mia lezione più grande

La vita è qualcosa di straordinario. Morendo ho imparato a vivere. La mia lezione più grande

Autore: Lee Lipsenthal ,

Numero di pagine: 201
Vivere la città

Vivere la città

Autore: Autori Vari ,

Numero di pagine: 297

Tra Medioevo e Rinascimento, tra ombre e luci, Roma è una città piena di vita. I saggi qui raccolti da Ivana Ait e da Anna Esposito si propongono di evocare i diversi volti di una Roma inedita, letta attraverso le fonti coeve, le immagini del paesaggio urbano, le tracce “ordinarie” della vita degli abitanti della città, mostrando romani e forestieri, nobili e popolari, letterati e illetterati, laici, religiosi ed ecclesiastici, donne e uomini colti nei momenti di vita quotidiana, nello svolgimento di attività produttive e di servizi, nelle manifestazioni di pietà religiosa e di solidarietà sociale, nella festa e nel divertimento: una realtà poco nota e più sfuggente, ma piena di sorprese.

Sin imagen

Storia e storiografia

Autore: Antonio Desideri , Mario Themelly , Antonio Pantanelli , Margheriita Platania ,

Numero di pagine: 104
Dialoghi sul romanzo, la psicanalisi, la scrittura e altro

Dialoghi sul romanzo, la psicanalisi, la scrittura e altro

Autore: Giuseppe Pontiggia , Giovanni Sias ,

Numero di pagine: 70

Il libro è costituito da due preziose interviste di Giovanni Sias a Giuseppe Pontiggia, rimaste finora inedite. La prima, “Sulla scrittura, il romanzo, la psicanalisi” (1989), doveva essere pubblicata sulla rivista mantovana «La Corte» di Alessandro Gennari; la seconda, “Imparare a scrivere: sui corsi di scrittura” (1992), tenuti da Pontiggia per molti anni al Teatro Verdi di Milano, era destinata al quotidiano «la Repubblica». Con un linguaggio colloquiale ma raffinato e straordinariamente preciso (era un grande estimatore della retorica), Pontiggia parla della costruzione dei suoi romanzi e dei loro personaggi, della scrittura come un procedere verso la scoperta di un pensiero sconosciuto all’autore (e non come mera espressione di un pensiero preesistente), della sua insofferenza per i cliché di un certo linguaggio giornalistico e letterario. Ma soprattutto, pungolato dal suo intervistatore, parla della psicanalisi, del suo amore iniziale per i testi di Freud e Ferenczi, ma anche della sua delusione nel vederla trasformata dagli epigoni in un metodo d’interpretazione simbolica e ridotta a cura di presunte malattie. Il libro, prefato da Daniela Marcheschi, è...

Nuova Secondaria 3/2020

Nuova Secondaria 3/2020

Autore: AA.VV. ,

Nuova Secondaria è il mensile più antico d’Italia, dedicato alla formazione culturale e professionale dei docenti e dei dirigenti della scuola secondaria di secondo grado. Gli abbonati vi possono trovare percorsi didattici disciplinari, inserti che in ogni numero affrontano un tema multidisciplinare, discussioni mirate su «casi» della legislazione, presentazioni critiche delle politiche formative e della cultura professionale. IN QUESTO NUMERO... EDITORIALE: Flavio Delbono, Diseguaglianze economiche,imprese cooperative e coesione sociale FATTI E OPINIONI Percorsi della conoscenza, Matteo Negro, Il rispetto e la diseguaglianza. Il futuro alle spalle, Carla Xodo, La scuola del Covid e del dopo-Covid. Il fatto, Giovanni Cominelli, Gli insegnanti tra Minossee frustrazione. Vangelo Docente, Ernesto Diaco. Le culture nel digitale, Salvatore Colazzo e Roberto Maragliano,Il digitale, la scuola e la vita. Antonio Saccoccio, Comprendere il digitale e la rete: verso una scuola aperta.Oltre la didattica a distanza PROBLEMI PEDAGOGICI E DIDATTICI Giuseppe Bertagna, Scuola: sei proposteper il Recovery fund Franco Cambi, La formazione etico-politicaa scuola: a cominciare dalla...

La scrittura o la vita

La scrittura o la vita

Autore: Annalena Benini ,

Numero di pagine: 256

Dagli altri voglio sapere come si cammina con il fuoco dentro, voglio riconoscere quel fuoco, e anche l'unicità della vocazione, contare le cose infrante lasciate per terra, e voglio che il fuoco degli altri faccia divampare il mio. Per questo ho cercato dieci scrittori italiani: vicini alla mia idea di vocazione e anche disposti a spiegarla, a raccontare di questo mestiere che è il loro padrone e a individuare il momento in cui sono riusciti a dire: "Io sono uno scrittore". Percorrono tutti strade differenti e non si sono immersi in un filone letterario ma mi sembra abbiano creato qualcosa di nuovo, facendo un passo in avanti nel cammino della letteratura italiana. Negli scrittori, nelle loro vite, ma credo in tutte le persone, io cerco sempre questa specie di follia che a volte è molto bene addomesticata, a volte quasi invisibile, ricoperta di strati di ragionevolezza, doveri, vita dei giorni, sesso, famiglia, inciampi, successo, imbarazzo, cinismo, paura, ironia, vergogna (ma credo che uno scrittore, quando scrive, debba liberarsi della vergogna). Mi entusiasma scoprire che esiste sempre un nucleo di passione che non può essere scalfito da niente, e che non è socievole né ...

Storia e antologia della letteratura italiana dalle origini ai giorni Nostri

Storia e antologia della letteratura italiana dalle origini ai giorni Nostri

Autore: Ciro ROSELLI ,

Numero di pagine: 562

Storia della Letteratura italiana e Antologia della Letteratura italiana dalle origini ai giorni nostri

Forme di vita e capitalismo

Forme di vita e capitalismo

Autore: Rahel Jaeggi ,

Numero di pagine: 168

Come dovremmo vivere? Le odierne società capitalistiche permettono effettivamente alle nostre forme di vita di fiorire? O invece, esponendole a condizioni di dominazione e sfruttamento, cooperano ad arrestarne e inibirne i processi di sviluppo? Sono le domande di fondo a cui Rahel Jaeggi cerca di offrire una risposta in questo volume. Di contro alla neutralità etica liberale, viene rilanciato il tema della «vita offesa» e «alienata», caro alla tradizione della Scuola di Francoforte. Proseguendo e radicalizzando l’operazione critica e diagnostica intrapresa da Axel Honneth, di cui è stata allieva, Jaeggi insiste con decisione sul versante negativo: cioè sulle crisi e i problemi da cui si deve partire per sviluppare una critica delle forme di vita che risulti incisiva ed estranea a ogni paternalismo ed essenzialismo. Una posizione teorica che aggiorna il metodo della critica immanente di matrice hegeliana e, nel contempo, utilizza alcuni strumenti concettuali dell’attuale ontologia sociale per tentare di scardinare l’idea tradizionale dell’economia come qualcosa a sé stante, interpretando così il capitalismo come una forma di vita tra altre.

L´Altro, anno XXII, n. 1, 2019

L´Altro, anno XXII, n. 1, 2019

Autore: Francesco Valeriani ,

Numero di pagine: 50

In questo numero: Editoriale "Identita´ e futuro della Psichiatria nell´interculturalita´" di Francesco Valeriani; "Il turbamento e la scrittura, il narrativo in letteratura, in psichiatria e come categoria psicoanalitica", di S. Fasullo; "Antonin Arnauld: dal teatro oltre il teatro", di A. Di Sora; "I mutevoli orizzonti della psichiatria", di L. Bonuzzi; "L´ipotesi infiammatoria dello spettro dell´umore", di F. Mucci, A. Della Vecchia, S. Palermo, D. Marazziti; "Depressione ansiosa (criteri DSM-5)", di A. Tundo, L. Musetti, L. Proietti, R. De Filippis, C. Del Grande, V. Falaschi, R. Necci, L. Dell´Osso; "Gestione del lavoro in equipe nel management delle attivita´ riabilitative e di reinserimento territoriale", di C. Battista, G. Monacelli, G. Fabbiano, R. Nocera, D. Frasca´, A. Di Vita; "Zafferano, riscoperta di un antico rimedio per i disturbi dell´umore" di F. Garonna; ""Emicrania cronica e comorbidita´ psichiatrica" di O. Di Marco, C. Di Marco, S. Di Mauro

T-day

T-day

Autore: Pierfranco Bruni ,

Numero di pagine: 80

Il transumanesimo è sempre più in primo piano nel dibattito contemporaneo. In questo libro, focus è una visione del transumanesimo forse atipica: un futuribile complesso essenzialmente storico culturale e anche in certa misura pop. Gli Autori segnalano che il futuro è già veramente cominciato, tangibilissimo nella vita quotidiana, plasmata dalla rivoluzione elettronica e dai suoi effetti sulla mente umana. Anche per relativizzare un movimento d’avanguardia tecnoscientifico perturbante per certi suoi estremi futurismi, in fondo – a dispetto di facili critiche bioetiche e passatiste – nient’altro che un umanesimo scientifico radicale.

Vivere per raccontarla

Vivere per raccontarla

Autore: Gabriel García Márquez ,

Numero di pagine: 434

Gabo ricrea e racconta gli anni dell'infanzia e della giovinezza: dalla nonna che lo incantava con le sue storie, alla vita da bohèmien nei quartieri malfamati di Bogotá, mentre si formava quell'immaginario fantastico che ha dato vita a Cent'anni di solitudine .

Gramsci reloaded

Gramsci reloaded

Autore: Antonio Gramsci , a cura di Fausto Colombo ,

Numero di pagine: 288

In questo volume antologico i brani essenziali dei "Quaderni dal carcere" vengono raccolti e riorganizzati secondo una nuova interpretazione del pensiero gramsciano, provocatoriamente sganciato dalle letture del marxismo ortodosso e riportato alla sua dimensione schiettamente in-attuale, anche alla luce delle influenze che esso ha saputo esercitare in tutto il mondo. Nelle strette della sua prigionia, Antonio Gramsci, giorno dopo giorno, riga dopo riga, scrive una lunga serie di note, analisi, saggi brevissimi, spesso parziali, su cui torna in qualche caso a più riprese. La sua lotta per sopravvivere, intellettualmente e materialmente, lo porta così a dare vita ai Quaderni dal carcere, uno dei grandi testi del Novecento, incompiuto come L’uomo senza qualità di Musil o la Ricerca proustiana, come le ricerche filosofiche di Wittgenstein o la prosa aforismatica di Bloch. In quest’opera Gramsci ingaggia un corpo a corpo con i paradossi della cultura popolare e del ruolo degli intellettuali, e lancia un prezioso messaggio di dissidenza morale e politica. Nel dopoguerra, ben dopo la morte del suo autore, i Quaderni si costituiscono come una coscienza instancabile e molesta, che...

Io credo alle sirene

Io credo alle sirene

Autore: Andrea Fontana ,

Numero di pagine: 48

Io credo alle sirene - PARTE 1. E se le fake news non esistessero, ma fossero piuttosto i nostri cervelli a essere fake? Questo saggio narrativo ribalta il tema delle “false notizie” e della post-verità, affrontandolo da un altro, radicale, punto di vista. Viviamo in un mondo fatto di finzione positiva ed è la nostra mente a creare mondi immaginati, fake appunto, che ci coinvolgono socialmente. Attraverso i giochi di una bambina di 4 anni, i tweet del CERN sulla “Forza”, la foto virale di Starsky e Hutch invecchiati, le scoperte di un ricercatore della NOAA sulle “Scimmie acquatiche”, le monete di Re Fidone, i poster dello Zio Sam e molti altri esempi, comprendiamo come il “fake” sia ormai la cifra del nostro stare al mondo. Non solo sinonimo di imbroglio ma, oggi più che mai, anche sintomo di una serie di ansie apicali legate alla nostra contemporaneità, dispersa su più piattaforme di conoscenza e dominata dalle logiche dei deep media. Visto da qui, il “fake” diventa un modo diverso di fare i conti con la realtà, sempre più sospesa tra finzionalità, polarizzazioni affettive e condivisione sociale. Abbiamo quindi la necessità di capire le nuove regole...

Storica (2017) Vol. 67-68

Storica (2017) Vol. 67-68

Autore: Autori Vari ,

Numero di pagine: 353

Primo piano Ramzi Rouighi, Berberization and its Modern Artifacts 1. The Happy End of Ancient Berbers 2. The Medieval Origins of the Berbers 3. Modern Berberization and Khaldunization 4. Anticolonial, Nationalist, and Berberist Berberization 5. For a Historical Study of Berberization Filo rosso Giulia Bassi, «Tutto il popolo sotto la bandiera della democrazia». Il Partito comunista italiano e la costruzione discorsiva del «popolo» (1943-45) 1. Premessa 2. Il concetto di «popolo» nel linguaggio politico comunista 3. «La parola d’ordine dell’unità». Unità di popolo e di lotta: la «Svolta di Salerno» 4. «(Tutto) il popolo italiano è in fermento». «Noi» «ora»: la costruzione dell’appartenenza nazionale 5. «Il partito più vicino al popolo»: la concettualizzazione del «partito nuovo» 6. «Sull’Altare della Patria... un popolo intiero»: la semantizzazione dell’unità nell’immediato dopoguerra 7. Conclusioni Alessio Gagliardi, «Stagione dei movimenti» e «anni di piombo»? Storia e storiografia dell’Italia degli anni settanta 1. Definire gli anni settanta 2. La violenza rivoluzionaria 3. Azioni e reazioni. Gli altri attori del conflitto 4. La...

Giordano

Giordano

Autore: Andrea Caterini ,

Numero di pagine: 208

In un romanzo denso e coraggioso, che trasforma in simbolo i non luoghi delle nostrecittà, Andrea Caterini percorre un "viaggio al termine della notte" insieme a un uomo che, nonostante e sconfitte, lotta per trovare la forza di andare oltre la rassegnazione e il senso di colpa e guardare il mondo con occhi nuovi. Giordano non si trova in un punto dello spazio come il resto dell'umanità ma in un garage, che se per il mondo non è che un luogo di transito, un pezzo morto nel tessuto della metropoli, per lui è tutto quello che c'è, perché quella di Giordano è una notte a cui non seguirà il giorno, ma un'altra notte, un'altra e un'altra ancora... All'estrema periferia di una grande città, nell'aria umida di un garage sotto il livello della strada, Giordano lavora come guardiano notturno per pochi euro al mese. Sposta auto e furgoni per persone che lo salutano a malapena, di ritorno dalle loro notti bianche o appena svegli, mentre ancora storditi vanno al lavoro. Come sia finito lì non interessa a nessuno, e Giordano passa il tempo nel suo gabbiotto, seduto davanti alla stufetta, con in mano un mazzetto di fotografie, mentre il chiarore lunare filtra dalle finestrelle alte...

Del pubblico insegnamento in Germania studi Luigi Parola e Vincenzo Botta

Del pubblico insegnamento in Germania studi Luigi Parola e Vincenzo Botta

Autore: Luigi Parola ,

Numero di pagine: 1024
I demoni e la pasta sfoglia

I demoni e la pasta sfoglia

Autore: Mari Michele ,

Numero di pagine: 754

La letteratura è ossessione. È un demone polimorfo che può assumere le bianche fattezze di Moby Dick o l’aspetto mostruoso dei crostacei di Wells, che può abitare tra le nevi di London, sulle aspre montagne della follia di Lovecraft o nel condominio suburbano di Ballard. È nella luna precipitata in un camino di Landolfi, nell’occhio cieco del gatto di Poe, nei topi di Steinbeck. Si insedia tra le ecolalie di Gombrowicz come nello sdegno con cui l’ingegner Gadda oppone titanicamente un principio d’ordine al grottesco, alla vigliaccheria, all’ingiustizia del reale. L’ossessione è destino e forma, nevrosi e scrittura, e scrivere significa «consegnarsi inermi agli artigli dei demoni».I demoni e la pasta sfoglia è il libro in cui Michele Mari affida alla forma-saggio quel rapporto inquieto e vitale con la tradizione che altrove ha esplorato attraverso il racconto, il romanzo, la poesia. Testi che compongono un’indispensabile cartografia letteraria, seguendo punti di fuga inediti e rintracciando parentele inaspettate: il sadismo di Stephen King e quello di Collodi, la misantropia di Céline e la bibliolatria di Kien in Auto da fé, il riemergere del lupo in Buck...

Hobevalge

Hobevalge

Autore: Lennart Meri ,

Numero di pagine: 274

Nel libro “Hõbevalge” (1976) ho presentato l’ipotesi secondo la quale il viaggio di Pitea fu provocato dalla caduta del meteorite di Kaali, sull’isola di Saaremaa. L’evento aveva avuto luogo un paio di centinaia di anni prima del viaggio di esplorazione di Pitea. Ma già allora Saaremaa era densamente popolata e sul Mar Baltico fioriva l’intenso traffico navale della prima epoca vichinga. Supponevo che la potenza catastrofica dell’impatto del meteorite potesse aver profondamente influenzato psicologia, lingua e usanze delle popolazioni delle coste del Baltico, dando vita a un’interpretazione mitologica locale. Ho presentato a sostegno di quest’ipotesi materiale linguistico, etnografico e legato al culto. Ma gli esempi non hanno lo stesso peso di una dimostrazione. Nel migliore dei casi conferiscono a un’ipotesi il diritto di esistere... ...se non siete turisti, ma piuttosto viaggiatori, lasciatevi tranquillamente alle spalle il castello costruito cinquecento anni fa e fermatevi davanti a un campo che è stato coltivato ininterrottamente da duemila anni. Fategli una bella fotografia. Contiene una storia più grande, perché in esso vivono sia il passato che il...

L'età del ferro n. 2/2018

L'età del ferro n. 2/2018

Autore: Aa.Vv. ,

Numero di pagine: 124

Non è una rivista di letteratura, né di “critica” o di “poetica”. Non è una rivista di sociologia, antropologia, psicoanalisi o delle più varie humanities. È una rivista militante senza engagement. Forse è addirittura una rivista politica. La letteratura è una forma irriducibile e insostituibile di conoscenza. La letteratura non ha compiti di intrattenimento o di “impegno” immediato, ha la profondità “sociale” delle parole. La letteratura ha a che fare con altri ambiti della cultura, anche con quelli in apparenza più lontani e diversi. La letteratura non è democratica, è critica. Non abbiamo ideologie e comunque fedi, credenze o religioni – neppure la religione della razionalità. La differenza tra tecnologia hard e tecnologia soft – la differenza tra il Novecento e il Duemila – è solo apparente: l’espropriazione non cambia, ma, e non è poco, si sposta dal corpo alla mente, e così incide sulla qualità dell’antropos, decide della sua essenza. Esiste un problema di ecologia della cultura, ovvero di ecologia di quello che siamo. Noi leggiamo il mondo (quindi anche la polis) consapevoli che ciò che ci caratterizza come specie animale, e ci fa...

Ultimi ebook e autori ricercati