Scarica Libri Gratuiti

Scarica libri ed ebooks (I migliori libri in formato PDF, EPUB, etc)

Cerca negli ebook:

Numero totale di libri trovati 40 per la tua ricerca. Scarica gli ebook e divertiti!
Strumenti di cattura

Strumenti di cattura

Autore: Stefania Consigliere , Paolo Bartolini ,

Numero di pagine: 188

La logica culturale del nostro tempo si avvita intorno al perno dell'accumulazione economica, del dominio tecnocratico e dello spirito di appropriazione. Essa reca un senso crescente di separazione dagli altri e da sé stessi che scatena reazioni psicologiche difficili da gestire e aggrava la percezione di un drammatico passaggio di fase in cui sono coinvolti tutti i popoli della Terra. Gli autori puntano a smascherare le incongruenze dell'immaginario tecno-capitalista, denunciarne l'insostenibilità nel breve, medio e lungo periodo e individuare alcuni dei meccanismi fondamentali che operano all'interfaccia tra soggettivazione e vita culturale. Per uscire vivi dal sortilegio che ci avvince, non si tratta di votare tutte le nostre energie a una pratica antagonista fine a sé stessa, quanto piuttosto di produrre alternative concrete di pensiero, relazione e immaginazione, partendo da alcune parole chiave capaci di tracciare, qui e ora, le coordinate di un possibile vivere-altrimenti.

La vocazione terapeutica della filosofia

La vocazione terapeutica della filosofia

Autore: Paolo Bartolini , Stefania Consigliere , Moreno Montanari ,

La filosofia, per promuovere oggi una vita buona, deve recuperare la sua antica vocazione alla cura. Diversamente da altri approcci alla salute, sviluppati in ambito medico e sanitario, la “terapia dell’esistenza”, che una filosofia rinnovata offre all’uomo contemporaneo, consiste in una cura costante e consapevole della propria presenza al mondo. Nel registrare con inquietudine i mutamenti epocali che la globalizzazione economica sta innescando sul piano psichico e relazionale, la vocazione terapeutica della filosofia si pone al crocevia tra critica radicale dell’esistente e trascendenza delle pretese egoiche alimentate dalla società dello spettacolo. I due saggi proposti dall’autore esplorano il potenziale trasformativo di una ricerca di senso che, in dialogo con le psicologie del profondo, l’antropologia e l’etnopsichiatria, getti le basi per una conversione dello sguardo e dell’azione capace di incidere sul malessere dei nostri tempi.

Il pasticciaccio: Gadda e la filosofia

Il pasticciaccio: Gadda e la filosofia

Autore: Lucia Lo Marco ,

Numero di pagine: 128

Il volume racchiude gli Atti del Convegno di Studi che si è tenuto il 28 Novembre 2013 all'Università di Bologna. A quarant'anni dalla morte dello scrittore e a vent'anni dalla pubblicazione dell'ultimo volume delle Opere complete (Garzanti 1993), torniamo a riflettere sulla figura di Gadda, sull'eterogeneità della sua formazione e l'ecletticità dei suoi scritti. In particolare, i sei interventi qui raccolti mirano a considerare le interazioni fra Gadda e la filosofia, quest'ultima intesa sia come bagaglio di conoscenze che ha influenzato i testi e lo stile dell'Ingegnere, sia come esercizio di un sapere polimorfo e complesso che egli ha saputo perseguire nei suoi lavori, letterari e non.

Sulla svolta ontologica

Sulla svolta ontologica

Autore: AA. VV. ,

Con la recente pubblicazione dell’opera Prospettivismo cosmologico in Amazzonia e altrove (2019) di Eduardo Viveiros de Castro e del volume Metamorfosi (2019) a cura di Roberto Brigati e Valentina Gamberi, un dibattito internazionale comunemente noto come “svolta ontologica” ha destato e ravvivato l’interesse della comunità accademica italiana. I problemi sollevati dall’impianto dell’antropologo brasiliano – che non è l’unico a costituire il nerbo di questa “nuova” tradizione di studi – sono transitati costantemente tra l’ambito più ristretto delle scienze sociali e quello più vasto degli studi filosofici. Questo libro, esito di un convegno tenutosi all’Università di Pisa nel dicembre 2019, si propone di affrontare alcuni dei temi più rappresentativi di tale momento intellettuale, mettendo in dialogo studiosi di filosofia e di antropologia. Si discute, innanzitutto, il tema della decostruzione del soggetto per come è stato formalizzato dalla tradizione filosofica cartesiana; successivamente, i modelli di conoscenza proposti dalla tradizione speculativa occidentale; infine, la “moltiplicazione dei mondi” nelle mitologie amerindie e le...

L'animale che ride

L'animale che ride

Autore: Jacopo Cirillo ,

Numero di pagine: 288

Molti animali sognano, amano, giocano. Ma solo uno di loro ride: l'homo sapiens. Il libro che spiega perché ridiamo e perché ridere ci rende umani. Esiste una teoria unitaria che abbracci tutto lo scibile del comico e spieghi perché si ride e di che cosa? Qual è la differenza tra comicità e umorismo? Come funziona il dialogo tra un comico e il suo pubblico? Che atmosfera e quali rapporti di forza si creano in un comedy club? Ma soprattutto: cosa diavolo è la stand-up comedy? Passando da Henri Bergson a Woody Allen, da Umberto Eco a Sharknado, Jacopo Cirillo scrive il libro definitivo sulla comicità, analizzando in dettaglio varie forme di umorismo e riflettendo sui contesti deputati alla risata, con particolare attenzione al fenomeno stand-up comedy e ai suoi protagonisti italiani e internazionali.

Closed

Closed

Autore: Fabio Benincasa , Giorgio De Finis ,

Numero di pagine: 295

La vita sociale, l’economia, gli spostamenti, le città. L’intero mondo degli umani si è fermato per fronteggiare la minaccia pandemica della Covid-19. Non ci era mai successo prima, e non sappiamo che conseguenze comporterà. Siamo ancora nel presente del “tempo sospeso”, ma il pensiero già corre al domani, paure e speranze, che tutto sarà uguale, che tutto sarà diverso.

Costruire la scienza con la mano sinistra. Discutendo l'organizzazione degli esseri viventi

Costruire la scienza con la mano sinistra. Discutendo l'organizzazione degli esseri viventi

Autore: AA. VV. ,

Numero di pagine: 145

568.12

Linus. Aprile 2021

Linus. Aprile 2021

Autore: AA. VV. ,

Numero di pagine: 120

Copertina – 02 – Babbani di tutto il mondo, unitevi! – Igort 04 – Peanuts – Charles M. Schulz 08 – Calvin & Hobbes – Bill Watterson 14 – Perle ai porci – Stephan Pastis 18 – Letteratura – Vanni Santoni 20 – Almost Completely Baxter – Glen Baxter 24 – Wondermark – David Malki ! Babbani di tutto il mondo, unitevi! 31 – Copertina – Sergio Vanello 30 – Il re parla del mago – Stephen King / illustrazioni di Alessandro Baronciani 36 – Narrazioni fantastiche – Loredana Lipperini 38 – Le passioni di J.K. Rowling – Sergio Algozzino 39 – Harry ti presento Irene – Licia Troisi 41 – Illustrazione – Arianna Rea 43 –True Tales – Danilo Maramotti 44 – Il mondo non è abbastanza – Andrea Colamedici 47 – Illustrazione – Cosimo Miorelli 48 – I volti di Harry Potter– Sergio Algozzino 49 – Gli uomini non possono trasfoprmarsi in donne – Maura Gancitano 53 – Siamo tuttə mezzosangue – Nicoz 58 – La vittoria sulla propria ombra – Adriano Ercolani 62 – JR. Rowling – Massimo Giacon 64 – I babbani non capiscono la magia – Giuseppe Sansonna 67 – Il musical di Harry Potter – Sergio Algozzino 68 – Lo stile del...

Margini della filosofia contemporanea

Margini della filosofia contemporanea

Autore: Attilio Bruzzone , Paolo Vignola ,

Numero di pagine: 140

I 29 testi proposti in questo volume descrivono teorie, problemi, autori e discipline ritenuti esterni o marginali rispetto ai logoi e topoi ufficiali della filosofia novecentesca. In quest’ottica, la raccolta di saggi, che presenta un'esposizione decentrata e rizomatica del dibattito filosofico da Nietzsche ad oggi, ha innanzitutto l’obiettivo di fornire uno strumento euristico affermativo, in grado di evidenziare come i margini disciplinari, stilistici e contenutistici rispetto all’idea che la filosofia si è costruita di se stessa abbiano in realtà contribuito essenzialmente alla crescita concettuale, metodologica ed espressiva del pensiero contemporaneo. La categoria del margine si configura quindi come nuovo centro plurale e provvisorio di una filosofia scevra da presunzioni totalizzanti e depurata da pregiudizi snobistici e tentazioni isolazionistiche, che non hanno più senso di essere in un mondo complesso, contraddittorio e frammentato come quello uscito dalla modernità, in cui sacro e profano sembrano fondersi in un’unione indifferenziata. Il margine assume i contorni più indefiniti e revocabili della categoria euristica, che non si lascia tuttavia inglobare...

La terra brucia

La terra brucia

Autore: Giorgio Nebbia ,

Numero di pagine: 172

Questo libro è in primo luogo un doveroso tributo (ma anche un doveroso ringraziamento) a un grande dissidente come Giorgio Nebbia. Dissidente perché la sua critica ecologica al capitalismo smascherava impietosamente le contraddizioni del sistema. Essa torna oggi di grandissima attualità, noi convivendo con gli effetti sempre più pesanti prodotti da un riscaldamento climatico figlio di questo modello capitalistico e (paleo)tecnico; ma di grande attualità anche con la pandemia da coronavirus, per non dimenticare che, ben più grave della pandemia, è proprio il cambiamento climatico. Ma questo libro è anche – vorrebbe essere anche – un vademecum per i giovani che si impegnano da mesi per la difesa della Terra. Ricordando loro che l’ecologia non nasce oggi, che l’ambientalismo è una filosofia politica antica e che già più mezzo secolo fa si lanciavano allarmi sul futuro della Terra. Un libro, questo, che vuole dunque ricordarci come critica ecologica e critica politica e culturale – cioè dissidenza – debbano procedere insieme. Era (è) la grande lezione di Giorgio Nebbia.

L’acqua è blu ma non a scuola

L’acqua è blu ma non a scuola

Autore: Ivan Fiorillo ,

Numero di pagine: 180

Le nostre vite sono intrise di convinzioni in realtà sbagliate, false conoscenze su cui non abbiamo mai riflettuto e delle quali non siamo neppure consapevoli. Non sono propriamente le fake news o le teorie del complotto, notizie e opinioni non verificate o attorno alle quali esistono posizioni differenti, ma si tratta piuttosto di credenze la cui falsità è stata dimostrata, e che non presentano alcuna discussione in merito. Dopo aver delimitato il campo di indagine, questa continua con l’analisi delle miscredenze più diffuse nella narrazione quotidiana, suddivise in innocue e pericolose, individuando, per ognuna di queste, il momento storico in cui sono nate e quello in cui invece sono state smentite la prima volta, per cercare di capire il perché queste continuino ugualmente a diffondersi, soprattutto grazie ai nuovi media. Infine, un focus sul mondo dell’educazione, per comprendere quanto esse continuino a essere presenti anche a scuola, per il tramite dei materiali didattici cartacei e digitali, che analizzeremo insieme a persone esperte per ciascuna misconcezione scoperta. Ivan Fiorillo, comunicatore e archeologo calabrese, è nato il 15 luglio 1996, lo stesso giorno ...

Lo spettro di Dioniso nell’underground

Lo spettro di Dioniso nell’underground

Autore: Matteo Colombani ,

La trasgressione delle norme sociali costituisce una pratica trasversale alla storia dell’umano: danze sfrenate, sostanze inebrianti, dispositivi di rovesciamento dell’ordine quotidiano, come feste e rituali, hanno sempre svolto un ruolo attivo nell’edificazione delle condotte e degli immaginari di una società. Aspetti generalmente confinati dentro narrazioni etnografiche musealizzanti continuano invece a essere posti al centro di politiche normative specifiche, volte a ristabilire puntualmente la frontiera tra ciò che può essere legalmente tollerato e ciò che deve essere culturalmente ostacolato. All’interno di tale quadro, disegnato sulle tracce di un capitalismo costantemente rinnovato, i rave party si configurano come forme di resistenza ai processi di messa a profitto della vita; luoghi in cui il corpo, la musica e la danza vengono sottratti all’offensiva economica democraticamente estesa dappertutto; luoghi prediletti per l’esplorazione dell’indeterminato che circonda l’individuazione.

Eco/Logiche

Eco/Logiche

Autore: Tiziana Villani , Ubaldo Fadini ,

Numero di pagine: 162

Questo volume risponde a un’urgenza propria dell’ecologia politica contemporanea: approfondire l’indagine che attraversa il nostro presente in tensione e le sue dinamiche di crisi radicale, di cui è sempre più difficile immaginare il superamento. Una possibilità data solo dall’esperienza degli intrecci e delle connessioni dei diversi piani dell’esistere – ambientale, sociale, tecnologico, ecc. – sfilandosi da approcci schematici e consolatori. In tale ottica, al di là dei richiami ai diversi fronti di pensiero critico che a partire dagli anni Settanta del secolo scorso si sono impegnati ad affrontare il delinearsi della crisi ecologica, pare essenziale rinnovare gli strumenti dell’indagine davanti ad una accelerazione totalizzante dei nostri modi di vita, di carattere pure emergenziale che, se lasciata libera di delineare un orizzonte unico del comando, non potrà che conficcare altre «spine», per dirla con Elias Canetti, nel vivente complessivo, segnalando così lo sviluppo devastante di nuovi processi selettivi e discriminatori.

La vita lucida

La vita lucida

Autore: Paolo Bartolini , Lelio Demichelis , Miguel Benasayag ,

Numero di pagine: 208

Non è semplice mantenere la lucidità nei passaggi caotici della storia, compreso quello della pandemia. Paolo Bartolini (analista filosofo) e Lelio Demichelis (sociologo della tecnica e del capitalismo) prendono le mosse dal fenomeno del coronavirus per riconnettere le numerose istanze filosofiche, sociologiche e psicologiche oscurate da un’ipermodernità tragicamente unidimensionale. Il confronto tra gli autori – il libro è infatti un dialogo – vuole portare il lettore a identificare le coordinate principali degli odierni dispositivi di potere: da un lato l’estensione planetaria di una razionalità strumentale/calcolante e industriale che dis-anima il vivente, dall’altro una passione inconscia per la dismisura e per il godimento dissipativo. Osservando il proprio tempo con la lente di un nuovo pensiero critico, gli autori analizzano il nucleo del potere: quello che opera, al di là della violenza esplicita e della costrizione (il dominio), conquistando l’immaginario delle persone, plasmandolo (ingegnerizzandolo) e mettendolo al servizio dell’interesse di pochi (l’egemonia). La postfazione del libro è affidata a Miguel Bansayag.

Nel bosco di Psiche

Nel bosco di Psiche

Autore: AA. VV. ,

Numero di pagine: 168

I volti di Psiche sono assai più numerosi dei nomi che le sono stati attribuiti. Anima, spirito, coscienza oppure mente, pensiero, ragione: tutti calzanti e tutti parziali. Forse “soffi o vitale” è quello che, radicandosi nella culla etimologica del fiato, del respiro quale segno primigenio del vivente, ne raccoglie insieme le possibili metamorfosi e le molte figure. Non per questo però le delinea realmente. Anzi, la sua identità rimane inevitabilmente molteplice. I saggi raccolti in questo volume – a firma oltre che dei due curatori, Vallori Rasini e Giacomo Scarpelli, di Claudia Baracchi, Roberto Brigati, Francesca De Simone, Agnese Maria Fortuna, Fabio Grigenti e Alessandro Mecarocci – cercano di cogliere la gamma delle metamorfosi di Psiche, testimoniandone la ricchezza e anche la differenza di accezioni e di essenza. A ben guardare, Psiche non ha mai cessato di affannarsi per orientarsi, tanto nel mondo dei sogni quanto nel mondo reale, un mondo che talvolta rimane o ritorna anch’esso bosco tenebroso e selvaggio.

L’atleta indisciplinato. Fortuna ed esercizio

L’atleta indisciplinato. Fortuna ed esercizio

Autore: Armando Canzonieri ,

Numero di pagine: 136

La nozione di “esercizio” è il nodo centrale della teoria antropologica. Attraverso un confronto con la filosofia di Epitteto, la natura umana è presentata nel testo come capace di elaborare ipotesi su di sé e costretta a immaginare luoghi di allenamento per tali ipotesi. La vita umana valuta se stessa poiché il soggetto, vivendo, inciampa nella doppia domanda: Cosa posso fare della vita? Come devo vivere? In altre parole, perché non sa come usare questa vita e le sue facoltà. La lettura critica del Manuale e delle Diatribe segue l’intreccio tra antropologia e filosofia del linguaggio sviluppato da Tugendhat, la nozione di cura di sé elaborata da Foucault nei corsi dedicati all'ermeneutica del soggetto e al governo di sé e l’antropotecnica elaborata da Sloterdijk. In questo quadro il soggetto umano si costituisce a partire dall’esperienza di una vita indisciplinata e che sfugge al controllo. La vita del soggetto non è, dunque, solo un insieme di esercizi, usi e progetti, di “io devo” e di “io voglio” che mantengono il controllo, ma è anche un’apertura al vuoto della contingenza e della fortuna. Partendo da queste premesse l’autore propone...

Monte dei Paschi - I 300 Protagonisti

Monte dei Paschi - I 300 Protagonisti

Autore: AA. VV. ,

Numero di pagine: 410

La Banca Monte dei Paschi di Siena è vittima o protagonista del più grande scandalo finanziario italiano del ventunesimo secolo? Tra protagonisti invisibili che hanno guadagnato milioni di euro in cariche inutili e consulenti, clienti che hanno preso i soldi in prestito senza restituirli alla banca, "mazzette" al 5% della banca del buco e suicidi sospetti, siamo di fronte all'epilogo più clamoroso o ad una nuova rinascita?

Per una filosofia del tra

Per una filosofia del tra

Autore: Silvano Tagliagambe , Paolo Bartolini ,

L’uomo è l’espressione di un’opposizione che lo rende anfibio in quanto vive in due mondi che si contraddicono: quello del finito, che lo rinchiude nella temporalità terrena, e il regno dell’infinito, del pensiero e della libertà. Questi due mondi sono accomunati dal fatto di essere entrambi ambienti del nostro vissuto, per cui non possono essere considerati incompatibili: vanno posti in una correlazione che, non potendo ignorare le loro differenze, produce un attrito animante, dal quale ha origine la cultura, la potente forza trasformatrice che crea il passaggio tra gli spazi della percezione quotidiana e dei saperi profani e quelli dell’indicibile. È questo il luogo intermedio immaginale, autentico tessuto connettivo che mette in relazione aspetti della realtà troppo spesso scissi e contrapposti, di cui gli autori tracciano le coordinate attraverso un’emergente filosofia del tra che spazia dall’antropologia alla psicoanalisi, dalle neuroscienze alla fisica, dalla geochimica alla teologia.

Inestetismi del volto approccio ultrasonografico

Inestetismi del volto approccio ultrasonografico

Autore: Stefania Giannini ,

Numero di pagine: 192

Inestetismi del volto – Approccio ultrasonografico nasce con uno scopo preciso: approfondire la conoscenza dell’anatomia ultrasonografica di radiologi, medici estetici e chirurghi plastici in modo da poter trattare inestetismi o reazioni avverse da filler in massima sicurezza. L’obiettivo dell’Autrice di standardizzare l’utilizzo della metodica ecografica e promuovere un approccio innovativo si realizza perfettamente capitolo dopo capitolo. Le immagini rielaborate costituiscono il punto di forza della pubblicazione. Sono realizzate con una tecnica particolare, che applica al 3D di risonanza magnetica o di TC del volto, strati anatomici dell’unità funzionale derma-ipoderma fino ad arrivare agli strati delle strutture ossee. L’estrema chiarezza consente, per ogni passaggio, di visionare e riconoscere i distretti e capire dove e come posizionare esattamente la sonda. Completano la documentazione ben 30 video disponibili on line e accessibili tramite QR code. La ricchezza iconografica e la grande fruibilità fanno del volume un prezioso riferimento per la disciplina, grazie anche alla fama di Silvana Giannini, nota per la sua esperienza nello studio ecografico dei...

Ultimi ebook e autori ricercati