Scarica Libri Gratuiti

Scarica libri ed ebooks (I migliori libri in formato PDF, EPUB, etc)

Cerca negli ebook:

Numero totale di libri trovati 38 per la tua ricerca. Scarica gli ebook e divertiti!
Tecnologia, mon amour

Tecnologia, mon amour

Autore: Carlo Mazzucchelli

Numero di pagine: 240

SAGGIO (240 pagine) - TECNOLOGIA - Letture, annotazioni e riflessioni, in viaggio con le nuove tecnologie Il mondo complesso della tecnologia si presta per sperimentazioni e viaggi, per investigazioni filosofiche o semplici riflessioni sulle nuove realtà fattuali e virtuali, mediate tecnologicamente, di cui facciamo parte. Il viaggio in compagnia della tecnologia è interno a se stessi, è sociale, condiviso e praticato in spazi esterni, non necessariamente geografici o fisici. Non è sempre entusiasmante ma sicuramente eccitante, ricco di nuove esperienze e di avventure in terre sconosciute e ignote, analogiche e digitali, e di tante sorprese. Ogni racconto è a se stante, contestualizzato su temi che hanno caratterizzato la narrazione online negli ultimi due anni. Temi come i media sociali, il social networking e la solitudine da essi generata, l'automazione e la perdita di posti di lavoro, la privacy e il Big Data, la velocità di fuga della tecnologia e i ritardi degli esseri umani, il consumatore e il marketing in un mercato tecnologico, il ruolo dei display e la vetrinizzazione della realtà, lo storytelling ai tempi del "Trono di spade", le nuove generazioni e i loro...

Accademie & Biblioteche d'Italia 1-2/2013

Accademie & Biblioteche d'Italia 1-2/2013

Autore: AA. VV.

Numero di pagine: 132

Sommario EDITORIALE Rossana Rummo TEMI E PROBLEMI Leonardo da Vinci in Biblioteca Reale di Torino: tra tutela e valorizzazione Giovanni Saccani - Clara Vitulo Leggere e interpretare: fonti e scrittura della storia nel fondo Santarelli della Biblioteca di storia moderna e contemporanea Alessandra Scaccia La Società di Studi Fiumani compie novant'anni (1923-2013). Dopo l'esodo il ritorno a Fiume Marino Micich La memoria, modello per il futuro. Il ruolo delle istituzioni culturali Gianvito Mastroleo FOCUS Magazzini digitali: un servizio per il deposito e per l'accesso nel lungo periodo delle pubblicazioni digitali Giovanni Bergamin La digitalizzazione del patrimonio culturale: lo stato dell'arte, le opportunità future Rossella Caffo Eredità culturale e nuove tecnologie alla Biblioteca di storia moderna e contemporanea Simonetta Buttò La Biblioteca nazionale centrale di Roma partner del Progetto Google Books: considerazioni e aspettative Marina Venier Tutti in Google appassionatamente Mauro Giancaspro DOCUMENTI E INFORMAZIONI Convegni e mostre Recensioni e segnalazioni LA PAROLA A L'ARCHIVISTA Documenti d'archivio. Una banca dati per le dichiarazioni d'interesse culturale Andrea...

Journal of Educational, Cultural and Psychological Studies (ECPS Journal) No 8 (2013)

Journal of Educational, Cultural and Psychological Studies (ECPS Journal) No 8 (2013)

Autore: AA. VV.

Numero di pagine: 368

The Journal of Educational, Cultural and Psychological Studies aims to be an inclusive central repository for high quality research reports, reviews, theoretical and empirical articles. The Journal serves as an interdisciplinary forum for theoretical and empirical studies of pedagogical, psychological, historical and sociological issues. As well as research reports, the Journal publishes theoretical and review articles. Research reports are quantitative or qualitative depending upon the methods employed by the researcher. All articles are addressed to a research audience, to teachers and trainers working in schools and in vocational training, and to scholars in allied disciplines in all the human sciences.

Il chiaroscuro della rete

Il chiaroscuro della rete

Autore: Bernard Stiegler

Numero di pagine: 76

Il libro, composto da un saggio del 2012 di Bernard Stiegler, da un'intervista al filosofo del 2013 e da un'introduzione alla prospettiva generale dell'opera stiegleriana, è uno strumento di analisi critica del presente, di fronte ai rischi e alle chances della Rete. La farmacologia di Stiegler, infatti, si pone come un nuovo illuminismo e, al tempo stesso, come una critica ai Lumi della ragion digitale.

Ossessioni collettive

Ossessioni collettive

Autore: Geert Lovink

Numero di pagine: 277

Con la grande maggioranza degli utenti di Facebook presa dalla smania di aggiungere amici, scrivere «mi piace», lasciare commenti, sarebbe forse il caso di fermarci e riflettere sugli effetti che i social network hanno sulle nostre vite oramai sature di informazioni. Che cosa ci spinge, quasi fosse un obbligo, a impegnarci tanto diligentemente con i diversi network? Il libro esamina la nostra ossessione collettiva per l’identità e il management di sé stessi coniugati con la frammentazione e il sovraccarico di informazione della cultura online. Lovink traccia un percorso innovativo, analizzando criticamente motori di ricerca, video online, blog, radio digitale, mediattivismo e Wikileaks. Questo libro lancia un forte messaggio rivolto a tutti gli utenti della Rete: liberiamo le nostre capacità critiche e cerchiamo di influenzare tecnologia e spazi di lavoro, o saremo destinati a sparire nella Rete. Pungente e acuto, senza essere pessimista, Lovink offre una critica delle strutture politiche e del potere incorporati nelle tecnologie che modellano la nostra vita quotidiana.

Journal of Educational, Cultural and Psychological Studies (ECPS Journal) 8 - December 2013

Journal of Educational, Cultural and Psychological Studies (ECPS Journal) 8 - December 2013

Autore: AA.VV.

Numero di pagine: 368

SOMMARIO: Il declino (inarrestabile!?) dell’università e della ricerca in Italia - Retorica política de la inmigración educativa en Cataluña (España) y realidad del aula - L’applicabilità dell’ICF-CY nel nido e nella scuola dell’infanzia: uno studio teorico-esplorativo - Figli di una «creatività minore»? Che cosa pensano le persone normodotate del connubio creatività-disabilità - Istanze identitarie e racconto di sé in un gruppo di adolescenti «writers» - Costruzione e Validazione del questionario ISCOS: uno studio preliminare sugli Indicatori di Sviluppo del COunselling Scolastico - Orientamento e crisi economica: la ricerca-intervento con le classi terze di un Istituto Tecnico per Geometri del Nord Italia - Tutorial Teaching: A New Paradigm for the Development of Competencies - Ordinamenti didattici a confronto: i percorsi di laurea in «Sapienza» Università di Roma - Forme della realtà, forme della conoscenza. Verso un’estetica della formazione dei ricercatori - Dibattito in merito alle procedure e agli esiti della Valutazione della Qualità della Ricerca (VQR 2004-2010) - 3° Seminario Internazionale di Studi: «New Realism e Ricerca Educativa» […]

Chi ha paura della follia

Chi ha paura della follia

Autore: Antonio N. Augenti , Gianpiero Gamaleri

Numero di pagine: 90

I contributi ospitati nel volume dibattono sui ritardi e sulle insufficienze dei sistemi educativi rispetto ai mutamenti che la società registra. Il rapporto tra umanesimo e innovazioni tecnologiche, l’impegno da spendere per mettere i giovani nelle condizioni di pensare criticamente e di convivere, il tema della cosiddetta identità digitale, sono oggetto di una analisi preoccupata ma non priva di possibili risposte ai problemi dell’educazione nella contemporaneità. Il presente lavoro trae origine dalle riflessioni svolte nel corso del Convegno “Chi ha paura della Scuola” organizzato dai Consorzi Universitari Humanitas e Fortune-LUMSA nel dicembre del 2017 a Roma.

La scuola primaria

La scuola primaria

Autore: AA. VV.

Numero di pagine: 128

Il tema didattico sviluppato sia nel presente che nel precedente anno dal laboratorio di progettazione architettonica è la scuola primaria. Lo scorso anno la definizione di pensiero provvisorio sottendeva una complessità che non bisogna evitare ma al contrario affrontare per riuscire ad acquisire la ricchezza insita nella conoscenza contemporanea. Anche quest'anno l'interdisciplinarietà costituisce l'elemento fondamentale del laboratorio che ci permette di tradurre in spazio, nello spazio del progetto, la complessità citata. La differenza è che tutto quello di cui abbiamo bisogno è già sotto i nostri occhi: dobbiamo solo riconoscerlo e saperlo leggere. I percorsi contenuti nel libro, strettamente legati al progetto nella prima parte o caratterizzati da ambiti disciplinari differenti - didattica, cinema, teatro, religione, psicologia, poesia, editoria, nuove concezioni tecnologiche, ecc. - possono fornire un prezioso contributo a svelare il complesso intreccio insito nella nostra vita e nell'epoca in cui viviamo Alcune frasi di Álvaro Siza possono costituire sia una conclusione a questi brevi pensieri che un inizio a quanto richiesto dal pensiero complesso. «L'architetto...

Felicemente sconnessi

Felicemente sconnessi

Autore: Frances Booth

Numero di pagine: 224

Sono chic, sono seducenti, anche quando non hanno niente da dire. Sono diventati il metronomo della nostra vita. Internet, e-mail, social network, smartphone, tablet: il Grande Fratello del nuovo millennio non ci lascia scampo. In che modo viviamo nell’era digitale? La connettività plasma il nostro cervello, ne altera le funzioni, i circuiti. Ci fa credere di andare più veloci e invece buttiamo via un sacco di tempo. Ci fa credere di poter fare più cose ma in realtà siamo distratti di continuo e spinti a galla verso un pensiero debole e superficiale. Perdiamo la concentrazione, la memoria, il sonno, il silenzio, la pace della solitudine. La distrazione degli altri ci irrita; la nostra ci consuma, ci impoverisce. Collezioniamo account, password di accesso e una crisi di identità. Come difendersi e reagire? Bisogna salire sul podio e dirigere l’orchestra. Usare la tecnologia senza farsi schiacciare. Questo libro ci dice come.

Armi di persuasione di massa

Armi di persuasione di massa

Autore: Josh Neufeld , Brooke Gladstone

Numero di pagine: 200

Un libro a fumetti che andrebbe regalato a tutti quelli che a vent’anni hanno rinunciato in partenza a credere nei media, a chi a sessanta non ci ha mai creduto (...), a quelli che vedono complotti sempre e dovunque, a chi è convinto di abitare in un romanzo di George Orwell, o in uno di Ray Bradbury (...) a chi le notizie le legge solo su Google, sul proprio Smartphone, mentre corre sul tapis roulant, a chi le notizie non le legge affatto, a chi definisce i media “la macchina che ci influenza” senza capire che è lui a influenzarla. — “Io Donna” Una guida indispensabile per chiunque speri di navigare tra i miraggi e le sabbie mobili del nostro deserto mediatico. I testi della Gladstone e i disegni di Neufeld si illuminano vicendevolmente con un’arguzia e un’intelligenza eccezionali. - Alison Bechdel, autrice di Fun Home e Sei tu mia madre? Spassoso, ma con la testa ben piantata sulle spalle: finalmente un graphic novel con pepe e cervello. Armi di persuasione di massa aiuterà i suoi lettori a capire questo mondo. — “The New Yorker” In qualche modo la Gladstone prende un argomento del quale la maggior parte di noi non sa assolutamente niente e ne crea...

100 libri per una lettura critica della tecnologia

100 libri per una lettura critica della tecnologia

Autore: Carlo Mazzucchelli

Numero di pagine: 546

ROMANZO (546 pagine) - TECNOLOGIA - Cento libri di cui la cui lettura può alimentare l'immaginazione e regalare molte sorprese, forti emozioni e grande godimento cognitivo... Cento libri di cui si può anche fare a meno ma la cui lettura può alimentare l'immaginazione e regalare molte sorprese, forti emozioni e grande godimento cognitivo. Cento libri fuori dal coro, alcuni dei quali poco conosciuti o dimenticati ma tutti interessanti perché offrono una lettura critica della tecnologia che aiuta la consapevolezza delle numerose opportunità da essa offerte così come dei suoi effetti collaterali e conseguenze. Cento libri che compongono una bibliografia tecnologica partigiana, dettata dalle scelte dell'autore e dal suo percorso di studio e di conoscenza. Un percorso proposto ad altri come un viaggio possibile, da realizzare in compagnia di autori famosi e meno famosi che sulla tecnologia hanno elaborato riflessioni e pensieri non convenzionali, non dettati dal senso comune conformista dei media o condizionati dalle pratiche consumistiche diffuse e massificate di utilizzo della tecnologia. Una bibliografia proposta a immigrati digitali che guardano con curiosità intellettuale ai ...

I nuovi bambini

I nuovi bambini

Autore: Paolo Ferri

Numero di pagine: 240

I videogiochi sono il peggiore intrattenimento per i nostri figli? Assolutamente no, basta scegliere quelli giusti. Vietare internet ai bimbi? È una battaglia senza senso, meglio educare i più piccoli a sfruttarne le potenzialità e a evitarne i rischi. La tecnologia è un danno per l'apprendimento? Al contrario, se usata correttamente può diventare una grande risorsa. In un volume unico nel suo genere, Paolo Ferri - tra i maggiori esperti in Italia del rapporto tra media e società, nonché padre di un "nativo digitale" - mostra l'infondatezza di pregiudizi e paure che oggi circondano il mondo digitale - da "i videogame rendono stupidi" a "per colpa del web i giovani non hanno più relazioni vere" - e ci aiuta a comprendere cosa significhi nascere e crescere in una realtà permeata dalla tecnologia: dai videogiochi a internet, dai social network agli smartphone, questa guida permette a mamme e papà di risolvere i più comuni "dubbi digitali" e offre consigli e indicazioni pratiche per muoversi insieme ai figli tra rischi e potenzialità dell'"universo tecnologico" senza ansie e preoccupazioni.

Nei labirinti della tecnologia

Nei labirinti della tecnologia

Autore: Carlo Mazzucchelli

Numero di pagine: 534

SAGGIO (534 pagine) - TECNOLOGIA - Bibliografia ragionata tra nuove e vecchie forme di tecnofilia e tecnofobia! Il labirinto è tutto tecnologico, reticolare, virtuale e reale al tempo stesso. Non è nato da solo, lo abbiamo costruito noi su misura, per divertimento e per soddisfare bisogni e necessità. Poi ci siamo persi al suo interno e abbiamo scoperto i numerosi Minotauri che cercano di dominarlo. Oggi lo abitiamo in modo incosciente e pieni di dubbi, correndo numerosi pericoli, dei quali non siamo sempre consapevoli, e sperimentandone anche le molteplici opportunità. Uscirne non è facile e forse neppure lo vogliamo. Una difficoltà nella scelta che nasce dalla scarsa conoscenza del labirinto, di chi lo sta costruendo e gestendo e dalla insufficiente fiducia in noi stessi di potercela fare. Un aiuto può essere fornito da coloro che una scelta l'hanno fatta e che hanno trovato posto in questo e-book: tecnofobi, tecnofili, tecno-utopisti, tecnoapocalittici, tecnocritici, tecnocratici, tecnoscettici, tecnocinici, tecnoneutrali, tecno-ottimisti... Il libro è un viaggio fatto in compagnia di studiosi della tecnologia (Kevin kelly, Derrick de Kerchove, Eugeny Morozov, Douglas...

La grande G

La grande G

Autore: Siva Vaidhyanathan

Numero di pagine: 304

“Un’analisi profonda dell’influenza nascosta di Google sulla nostra società... Come mette in guardia l’autore, dobbiamo essere cauti nell’abbracciare la missione di Google e non accettare acriticamente l’idea che Google ha in mente i nostri migliori interessi.” Publishers Weekly “Pensiero civile eloquente e urgente della specie più rara, su un argomento con le più profonde implicazioni per il nostro mondo. Per favore, leggetelo oggi.” Jonathan Lethem, autore de La fortezza della solitudine

Vita selvatica

Vita selvatica

Autore: Claudio Risé , Francesco Borgonovo

Numero di pagine: 157

Un compendio, una summa sotto forma di dialogo del pensiero di Claudio Risé, uno dei maestri della psicologia italiana contemporanea.

Perché la rete ci rende intelligenti

Perché la rete ci rende intelligenti

Autore: Howard Rheingold

Numero di pagine: 416

Che siate entusiasti delle straordinarie potenzialità della rete o angosciati per le dimensioni della vostra casella di posta elettronica, le considerazioni di Howard Rheingold su come imparare il nuovo alfabeto digitale meritano la vostra attenzione. Le competenze essenziali che l’autore descrive non solo vi serviranno per non farvi sommergere dal diluvio di informazioni ma vi aiuteranno a sviluppare tutto il potenziale dell’intelligenza collettiva in rete. Nell’alfabetizzazione digitale sono in gioco conseguenze sociali e personali assai più rilevanti che non il semplice arricchimento individuale. Mettendo insieme i singoli sforzi, è possibile costruire una società più seria, attenta e responsabile: innumerevoli piccoli gesti, come pubblicare una pagina Web o condividere un link, se uniti fra loro, possono tradursi in un patrimonio di beni comuni che migliora tutti. Usare il Web consapevolmente può renderci davvero più intelligenti, come dimostra questo libro, scritto nello stile notoriamente brillante di Rheingold.

E guardo il mondo da un display

E guardo il mondo da un display

Autore: Carlo Mazzucchelli

Numero di pagine: 201

SAGGIO (201 pagine) - TECNOLOGIA - La sparizione del mondo reale dentro display tecnologici e virtuali Smartphone, phablet, tablet, personal computer, lettori musicali, televisori, bancomat, chioschi e totem multimediali, maxischermi a LED, "video wall", tutti accomunati dalla presenza di un display capace di ospitare sulla sua superficie non soltanto dati, immagini e video ma in realtà il mondo intero. Il display enfatizza il ruolo della visione, il senso umano per definizione secondo Aristotele, ma virtualizza e rende trasparente il corpo, facendoci perdere la capacità di collezionare esperienze percettive capaci di cogliere il mondo nella sua interezza e materialità. Perduti e innamorati dei propri display, gli umani dell'era tecnologica postmoderna sembrano tante monadi Leibniziane, tutte in armonia tra di loro ma perse in universi differenti e alla costante ricerca di unità e di esperienze non soltanto visuali ma materiche, cinestetiche, prossemiche, sonore, linguistiche, olfattive, gustative e tattili. Esperienze che anche il display più innovativo e tecnologicamente avanzato non è ancora in grado di regalare. Dirigente d'azienda, filosofo e tecnologo, Carlo...

I pesci siamo noi!

I pesci siamo noi!

Autore: Carlo Mazzucchelli

Numero di pagine: 351

SAGGIO (351 pagine) - SOCIETà E SCIENZE SOCIALI - Prede, pescatori e predatori nell'acquario digitale della tecnologia Manuale teorico-pratico per evitare di farsi prendere all'amo dai media digitali e tecnologici, da chi li ha creati e li gestisce, per sapere distinguere la luce delle stelle da quella delle lampare, per non fare la fine del pesce di nome Wanda e per diventare tutti abili anguille capaci di vincere qualsiasi resistenza, di cambiare, risalire, filtrare e stare a galla. Internet è da sempre sinonimo di libertà, oggi la sua pervasività suggerisce una maggiore consapevolezza e riflessione critica sull'uso che ne viene fatto. Le nuove tecnologie sono strumenti potenti di libertà ma tutto dipende dalla conoscenza che ne abbiamo e dall'uso che ne facciamo per interagire con la realtà, per modificarla e per soddisfare i nostri bisogni più concreti. Essere liberi significa usare la propria facoltà di pensare, di operare, di esprimersi, di scegliere e di agire senza costrizioni e in piena autonomia, mediante una libera scelta dei fini e degli strumenti da usare. Nell'offrire la soluzione di problemi pratici e conoscenze utili, gli strumenti tecnologici sembrano...

Internet ci rende stupidi?

Internet ci rende stupidi?

Autore: Nicholas Carr

Numero di pagine: 318

Ogni giorno navighiamo nel Web, passando da un sito all'altro, a caccia di notizie, documenti, video; controlliamo la nostra casella di posta elettronica, inviamo SMS e non dimentichiamo di inseguire emozioni sui social network più alla moda. La rete rende più rapido il lavoro e più stimolante il tempo libero ma, mentre usiamo a piene mani i suoi vantaggi, stiamo forse sacrificando la nostra capacità di pensare in modo approfondito? Abituati a scorrere freneticamente dati tratti dalle fonti più disparate, siamo diventati tutti superficiali? Che ci piaccia o no, la rete ci sta riprogrammando a sua immagine e somiglianza, arrivando a plasmare la nostra stessa attività cerebrale. Con stile asciutto e incisivo, lontano sia dagli entusiasmi degli adepti del cyberspazio sia dai toni apocalittici dei profeti di sventura, Nicholas Carr ci invita a riflettere su come l'uso distratto di innumerevoli frammenti di informazione finisca per farci perdere la capacità di concentrazione e ragionamento.

Il sogno di Youtube. La più grande piattaforma video del mondo raccontata da una youtuber

Il sogno di Youtube. La più grande piattaforma video del mondo raccontata da una youtuber

Autore: Anna Covone

Numero di pagine: 288

Avere un canale YouTube di successo è uno degli obiettivi più ambiti della nostra epoca, ma cosa ci racconta questo fenomeno? Quali domande ci pone? E soprattutto, in che modo la conoscenza di Youtube può aiutare a ridurre la distanza tra generazioni? Partendo dalla sua esperienza di youtuber, l’autrice offre idee e strumenti utili a tutti coloro che desiderano comprendere più a fondo uno dei fenomeni più controversi dei nostri tempi, educatori e genitori compresi. Nel tentativo di non lasciar soli i giovani di fronte alle sfide comunicative del futuro proprio nel momento attuale, in cui i confini tra virtuale e reale stanno sempre più assottigliandosi.

Elogio della memoria

Elogio della memoria

Autore: Anne De Pomereu

Numero di pagine: 252

Perdete le chiavi, dimenticate i compleanni o il titolo dell'ultimo film appena visto che tanto vi ha appassionato? La vostra memoria è un vero colabrodo. Ma, forse non lo sapevate, potrebbe essere una buona notizia, perché proprio come un colino la vostra memoria è capace al tempo stesso di trattenere l'essenziale lasciando scivolare via tutto il resto. Sebbene dall'invenzione della scrittura, della stampa, fino alla rivoluzione digitale, la tendenza a delegare a supporti esterni abbia compromesso la nostra capacità di memorizzare, la memoria non è una funzione cognitiva obsoleta di cui presto potremo fare a meno. Oggi più che mai, per non subire passivamente il flusso incessante di informazioni disponibili sui nostri cellulari e computer e selezionare in modo intelligente quelle importanti, abbiamo bisogno di potenziare le tecniche mnemoniche. È la memoria infatti a dare valore e significato a ciò che impariamo, e a guidare il nostro rapporto con il mondo: ci avvicina a noi stessi e agli altri. Poter fare affidamento su conoscenze di cui siamo certi rafforza la nostra autostima e ha un effetto antidepressivo. Stimola l'immaginazione, potenzia l'attenzione e ritarda il...

Tecnologia, mon amour forever

Tecnologia, mon amour forever

Autore: Carlo Mazzucchelli

Numero di pagine: 192

SAGGIO (192 pagine) - TECNOLOGIA - In viaggio con la tecnologia tra entusiasmi e dissapori Dopo il primo volume "Tecnologia mon amour", l'autore continua il suo viaggio dentro i mondi tecnologici e digitali con un secondo volume ricco di spunti di riflessione sulla volontà di potenza della tecnologia e sull'era delle macchine. È un viaggio conoscitivo ed esplorativo, finalizzato alla comprensione e alla consapevolezza. La prima indispensabile per capire l'ambiguità del progresso tecnologico, i suoi effetti, i suoi lati oscuri così come le sue enormi potenzialità e opportunità, la seconda per non fermarsi alla superficie del fenomeno, e per sondarne le implicazioni ideologiche, cognitive, sociali e politiche. Viaggiare insieme alla tecnologia significa godere i vantaggi di dispositivi mobili e delle loro applicazioni, di connettività Web e Social Network, di oggetti dotati di sensori e indossabili ma anche avventurarsi in territori inesplorati e ignoti. È un viaggio stimolante, impegnativo e che obbliga a sviluppare nuovo pensiero critico, a vincere la forza dell'abitudine e il conservatorismo delle idee, a muoversi in compagnia di altri, a farsi vedere, a riflettere sulla...

Tradurre i classici: il caso di John Studley

Tradurre i classici: il caso di John Studley

Autore: Michela Toto

Numero di pagine: 74

L'attivita traduttiva svolta dal giovane Studley e da me analizzata in questo lavoro di ricerca, autore che oltre alla fonte senecana contamina la sua versione con l'inserzione di motivi presenti in altre fonti della classicita greca e latina. La traduzione della Medea di Studley assurge a speculum, 'specchio' (funzione, questa, che caratterizza la maggior parte dei drammi e delle riscritture rinascimentali inglesi), affinche i Potenti possano scorgere cio che altrimenti resterebbe occulto ai loro occhi, ovvero l'impossibilita di sottrarsi ai decreti del Destino. Tuttavia, il Nostro non si limita alla contaminatio di piu fonti, ma da prova della sua originalita modificando del tutto il primo Coro della tragedia senecana e apportando innovazioni in vari luoghi del dramma in risposta alle esigenze della sua epoca. Studley, infatti, mostra un volto nuovo dell'irata e folle figura di menade latina nel tentativo di marginare l'autonomia e il potere risultati cosi inquietanti nella fonte classica.

Psicotecnologie connettive

Psicotecnologie connettive

Autore: Derrick De Kerckhove

Numero di pagine: 92

Ci troviamo oggi al centro di un enorme cambiamento cognitivo che è il risultato dell’«elettrificazione» del linguaggio. Grazie all’elettricità il linguaggio avvolge oggi i nostri corpi, che vivono immersi in esso come in una piscina. Le tecnologie mobile (cellulari e altri dispositivi sempre più personali) anticipano la terza fase dell’era dell’elettricità. La prima, la fase analogica, ha dato all’uomo il calore, la luce e l’energia; la seconda è stata la fase digitale, che ha trasformato l’elettricità in linguaggio; la fase attuale è più profondamente cognitiva poiché dà al contenuto una capacità, sin qui inedita, di diffusione e risposta immediate. Nei social media – e in Twitter in particolare –, come ci ha spiegato tra le altre cose de Kerckhove, possiamo individuare l’alfiere di questa nuova fase: un sistema nervoso pulsante in grado di collegare istantaneamente ognuno di noi con chiunque altro. (dall'Introduzione di M.G. Mattei)

La quarta rivoluzione

La quarta rivoluzione

Autore: Luciano Floridi

Numero di pagine: 304

Chi siamo e che tipo di relazioni stabiliamo gli uni con gli altri? Luciano Floridi sostiene che gli sviluppi nel campo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione stiano modificando le risposte a domande così fondamentali. I confini tra la vita online e quella offline tendono a sparire e siamo ormai connessi gli uni con gli altri senza soluzione di continuità, diventando progressivamente parte integrante di un’“infosfera” globale. Questo passaggio epocale rappresenta niente meno che una quarta rivoluzione, dopo quelle di Copernico, Darwin e Freud. L’espressione “onlife” definisce sempre di più le nostre attività quotidiane: come facciamo acquisti, lavoriamo, ci divertiamo, coltiviamo le nostre relazioni. In ogni campo della vita, le tecnologie della comunicazione sono diventate forze che strutturano l’ambiente in cui viviamo, creando e trasformando la realtà. Saremo in grado di raccoglierne i frutti? Quali, invece, i rischi impliciti? Floridi suggerisce che dovremmo sviluppare un approccio in grado di rendere conto sia delle realtà naturali sia di quelle artificiali, in modo da affrontare con successo le sfide poste dalle tecnologie correnti e...

Cambiare pagina

Cambiare pagina

Autore: Luca De Biase

Numero di pagine: 322

Per trent’anni, dal 1980 al 2010, l’immagine che ci siamo creati attraverso i media è passata soprattutto tramite la televisione: in tutto il mondo – e in modo particolare in Italia – la tv commerciale è stata la regina del circo mediatico, condannando ognuno di noi a una fruizione sempre più solitaria e imponendo i propri modelli a giornali, libri, cinema e teatro. Oggi, quel sistema sembra non funzionare più: nascono bisogni nuovi, si affermano valori diversi e cresce il desiderio di forme di socializzazione alternative. Spetta ai nuovi media accompagnare e costruire il cambiamento, quello italiano come quello globale. Ma in che modo? In questo saggio affascinante Luca De Biase affronta temi che coinvolgono da vicino la nostra quotidianità e il nostro avvenire. Con chiarezza e competenza illumina i meccanismi della comunicazione contemporanea e delinea i contorni di quella futura, per capire come la trasformazione del pubblico da spettatore a creatore – quasi da governato a governante – possa rivoluzionare non solo l’universo mediatico, ma la nostra stessa vita.

Potere computazionale

Potere computazionale

Autore: Massimo Durante

Deleghiamo decisioni e compiti ad agenti artificiali, meccanismi d’apprendimento automatico, procedure algoritmiche, in breve, a sistemi computazionali. Tutto ciò non vuole portarci sulla Luna, rimpiazzare gli esseri umani con legioni di androidi, creare scenari fantascientifici à la Matrix o programmare la Macchina di Person of Interest. Si tratta di una rivoluzione del quotidiano: tanto più profonda, inosservata e diffusa quanto più investe la trama delle nostre abitudini e forme di vita. Come tutte le grandi rivoluzioni si radica nelle pratiche correnti. È a tale livello che i suoi effetti devono essere studiati e valutati secondo una precisa linea d’indagine: il potere computazionale, che l’alimenta, si esercita adattando il mondo e la sua rappresentazione al modo di funzionamento delle tecnologie digitali dell’informazione e della comunicazione. Così facendo, aspira a governare la società con la produzione di specifiche e nuove forme del sapere.

La vista da qui. Appunti per un'internet italiana

La vista da qui. Appunti per un'internet italiana

Autore: Mantellini Massimo

Numero di pagine: 140

Se c’è qualcosa che negli ultimi vent’anni è stato sinonimo di rivoluzione, futuro, libertà in ogni luogo del mondo, questo è internet. Perché allora in Italia la capacità d’innovazione e civilizzazione della rete è stata molto spesso incompresa se non apertamente osteggiata? Massimo Mantellini si è posto questa domanda fin da quando negli anni Novanta ha cominciato a occuparsi di cultura digitale, facendo sì che nel tempo il suo nome – attraverso puntuali interventi sulla stampa e un blog popolarissimo – diventasse un punto di riferimento per chi vuole orientarsi tra presunti guru informatici e nemici del cambiamento. Ora, con La vista da qui, Mantellini ha deciso di sfruttare la sua lucidità e la sua autorevolezza per scrivere una sintesi agevole, chiarissima ma molto schierata, di questa critica del presente. Dalla gestione del copyright all’invadenza pubblicitaria di Google e Facebook, dalla tutela dei minori al problema del divario digitale, La vista da qui ci fa capire che le questioni della rete e dell’innovazione tecnologica riguardano ognuno di noi, e che dalla conoscenza di internet dipende anche la nostra possibilità di essere cittadini più...

Il lettore ‘distratto’

Il lettore ‘distratto’

Autore: Andrea Nardi

Numero di pagine: 298

Nell’attuale contesto mediale, i dispositivi digitali sembrano mandare in crisi le tradizionali pratiche di studio e lettura. Sommersi dal sovraccarico cognitivo e dal diluvio di stimoli informativi, costantemente impegnati a scorrere schermi tattili, i lettori di oggi mostrano un approccio spesso “distratto”, affrettato, impaziente, si muovono sulla superficie del testo senza immergersi in profondità, con il rischio di una perdita della comprensione dei significati. A seguito della crescente diffusione della lettura digitale, fuori e dentro la scuola, i ricercatori sono chiamati a valutarne i punti di forza e debolezza, le prerogative e i rischi. Le nuove modalità di lettura ristrutturano le nostre abitudini cognitive e il nostro pensiero? È meglio leggere su carta o in digitale? Per la lettura online servono nuove competenze? E come possiamo insegnare agli studenti a leggere criticamente sullo schermo? Sono solo alcuni dei quesiti ai quali questo volume, servendosi del contributo di saperi diversi che vanno dalla pedagogia agli studi sui media, dalla psicologia cognitiva alle neuroscienze, cercherà di rispondere, ponendosi tra le due posizioni contrastanti del “mito...

Sherlock Magazine 29

Sherlock Magazine 29

Autore: Luigi Pachì

RIVISTA - Alfred Hitchcock - L'uomo deforme - John Dickson Carr - Due apocrifi In questo ventinovesimo numero della Sherlock Magazine troviamo un interessante approfondimento su Alfred Hitchcock a cura di Luca Crovi. Poi si prosegue con la terza parte dedicata al fenomeno televisivo "Sherlock" della BBC e si passa alla storia del cinema giallo secondo Enrico Luceri. La disamina del Canone, di Enrico Solito, questa volta ci porta ad analizzare L'avventura dell'uomo deforme, mentre la rubrica Community spazia tra i siti sherlockiani di Germania, Spagna e Svezia. Per Autori classici del mystery Cristian Fabbi si focalizza su John Dickson Carr, uno dei maestri del genere della "camera chiusa". Come sempre, oltre alle consuete pagine di notizie sherlockiane e recensioni, in questo numero trovano spazio anche due nuovi apocrifi sherlockiani di Aristide Bergamasco e Antonella Mecenero.

Come guarire dai social network attraverso due romanzi

Come guarire dai social network attraverso due romanzi

Autore: Davide Orlandi

Questo saggio indaga la tematica del potere e del controllo nell'epoca di internet e della digitalizzazione attraverso l'analisi comparativa di due romanzi distopici contemporanei, Qualityland di Marc-Uwe Kling e The Circle di Dave Eggers. Questo lavoro sottolinea anche le somiglianze tra la realtà e la finzione e mette in rilievo i cambiamenti di una società tecnocratica, digitale, governata da algoritmi che impongono alle persone stili di vita individuali e di massa mostrando come sotto di essi, le persone siano diventate meno libere.

Il futuro della memoria

Il futuro della memoria

Autore: Derrick de Kerckhove

Numero di pagine: 48

La storia della memoria comincia con il mito in cui Platone descriveva l’invenzione della scrittura come fonte di ignoranza: gli uomini, contando sullo spostamento della memoria nelle cose scritte, dimenticano di ricordarle. Forse, però, mettere in comune tante tracce individuali di conoscenze, di storie, di miti e di altre finzioni, potrebbe far crescere più velocemente il patrimonio scientifico, politico, economico e sociale di tutti. Fra questi due poli argomentativi si muove la riflessione di de Kerckhove che analizza gli spostamenti della nostra memoria nell’era del digitale, epoca in cui si accresce la tendenza a rimettere i contenuti delle nostre esperienze nei databank, spostando testi, letture, immagini e video sulla rete, per cercare di liberare il più possibile la nostra mente e riutilizzarla in nuove direzioni.

Scienza connessa

Scienza connessa

Autore: AA. VV.

Numero di pagine: 98

Quali opportunità sono colte o create e quale uso si fa dei Social Network da parte dei ricercatori al fine di comunicare la scienza? Facebook, Twitter, Google+, sono utilizzati per divulgare scienza e ricerca? Come vengono usati e da chi? Sono sfruttati a sufficienza o se ne fa un uso episodico e frammentario? Quali possono essere le vie di sviluppo prefigurabili? Si può/deve comunicare la ricerca attraverso i Social Network e c’è qualcuno più titolato e indicato a farlo: il ricercatore stesso, il divulgatore, il giornalista? L’individuo o l’istituzione? Da questi interrogativi parte l’idea di questo libro ma, di fatto, il quadro si è allargato e le valutazioni e i dati proposti finiscono col comporre un mosaico che va dal raffigurare il fenomeno Internet, al riflettere sul ruolo dei media. Il volume contiene saggi di: Giovanni Boccia Artieri, Tullio De Mauro, Domenico Laforenza con Maurizio Martinelli e Michela Serrecchia, Laura Sartori, Sveva Avveduto con Loredana Cerbara e Adriana Valente, Lella Mazzoli, Nico Pitrelli, Fabio Fornasari, Davide Bennato, Sergio Maistrello.

Ultimi ebook e autori ricercati