Scarica Libri Gratuiti

Scarica libri ed ebooks (I migliori libri in formato PDF, EPUB, etc)

Cerca negli ebook:

Numero totale di libri trovati 40 per la tua ricerca. Scarica gli ebook e divertiti!
La parola ai giovani

La parola ai giovani

Autore: Umberto Galimberti ,

Numero di pagine: 336

Nel 2007 Umberto Galimberti ha pubblicato un libro, “L’ospite inquietante. Il nichilismo e i giovani”, in cui descriveva il disagio giovanile da imputare, a suo parere, non tanto alle crisi psicologiche a sfondo esistenziale che caratterizzano l’adolescenza e la giovinezza, quanto a una crisi da lui definita “culturale”, perché il futuro che la cultura di allora prospettava ai giovani non era una promessa, ma qualcosa di imprevedibile, incapace di retroagire come motivazione a sostegno del proprio impegno nella vita. A distanza di anni cos’è cambiato di quell’atmosfera che Galimberti aveva definito “nichilista”? Non granché, fatta eccezione per una percentuale forse non piccola di giovani che sono passati dal nichilismo passivo della rassegnazione al nichilismo attivo di chi non misconosce e non rimuove l’atmosfera pesante del nichilismo senza scopo e senza perché, ma non si rassegna. E dopo un confronto serrato con la realtà, si promuove in tutte le direzioni, nel tentativo molto determinato di non spegnere i propri sogni. “La parola ai giovani” raccoglie la voce di questi giovani che hanno un gran bisogno di essere ascoltati, per poter dire quelle...

L'ospite inquietante

L'ospite inquietante

Autore: Umberto Galimberti ,

Numero di pagine: 180

Il nichilismo, la negazione di ogni valore, è anche quello che Nietzsche chiama "il più inquietante fra tutti gli ospiti". Si è nel mondo della tecnica e la tecnica non tende a uno scopo, non produce senso, non svela verità. Fa solo una cosa: funziona. Finiscono sullo sfondo, corrosi dal nichilismo, i concetti di individuo, identità, libertà, senso, ma anche quelli di natura, etica, politica, religione, storia, di cui si è nutrita l'età pretecnologica. Chi più sconta la sostanziale assenza di futuro che modella l'età della tecnica sono i giovani, contagiati da una progressiva e sempre più profonda insicurezza, condannati a una deriva dell'esistere che coincide con il loro assistere allo scorrere della vita in terza persona. I giovani rischiano di vivere parcheggiati nella terra di nessuno dove la famiglia e la scuola non "lavorano" più, dove il tempo è vuoto e non esiste più un "noi" motivazionale. Le forme di consistenza finiscono con il sovrapporsi ai "riti della crudeltà" o della violenza (gli stadi, le corse in moto). C'è una via d'uscita? Si può mettere alla porta l'ospite inquietante?

Ho udito il grido del mio popolo

Ho udito il grido del mio popolo

Autore: Giacomo Garbero , Paolo Mignani ,

Numero di pagine: 288

Perché pregare? A che serve?Per riscoprire oggi il senso della preghiera, soprattutto nei percorsi formativi con i giovani, è necessario ripartire dalle domande fondamentali dell’uomo, per incontrare l’«Uomo nuovo», Gesù, Colui che è venuto a...

Nuova Secondaria 1

Nuova Secondaria 1

Autore: AA.VV. ,

Nuova Secondaria è il mensile più antico d’Italia, dedicato alla formazione culturale e professionale dei docenti e dei dirigenti della scuola secondaria di secondo grado. Gli abbonati vi possono trovare percorsi didattici disciplinari, inserti che in ogni numero affrontano un tema multidisciplinare, discussioni mirate su «casi» della legislazione, presentazioni critiche delle politiche formative e della cultura professionale. IN QUESTO NUMERO... Editoriale: Giuseppe Bertagna, Autonomia differenziata, centralismo statale e neocentralismi regionali Fatti e Opinioni Il fatto, Giovanni Cominelli, La dittatura del cavillo e la paralisi amministrativa Visti da fuori, Giacomo Scanzi, Chi ha paura della Storia? Bioetica in crisi, Francesco D’Agostino, Sesso e genere Passeggiate di didattica digitale, Andrea Maricelli, Inquadramento della questione Problemi Pedagogici e Didattici Alessandro Mariani, Un messaggio per la pedagogia oggi. A proposito di educazione e formazione Antonio Banfi, Nicola Casagli, Giuseppe de Nicolao, Il legislatore improvvisato e l’arroganza dell’incompetenza Francesco D’Agostino, Per una critica della bioetica Pierluigi Banna, «Hai visto il tuo...

Mirando al Mundo

Mirando al Mundo

Autore: Servizio Cooperazione Internazionale Città di Torino ,

Numero di pagine: 192

La globalizzazione, e l’apertura di nuove prospettive che con essa si concretizza, rappresenta un valore aggiunto e una straordinaria opportunità per tutti: i nuovi legami tra i popoli, i mercati, la produzione, il trasferimento della tecnologia e...

Fare politiche con i giovani. Letture e strumenti

Fare politiche con i giovani. Letture e strumenti

Autore: AA. VV. , Arianna Bazzanella , Carlo Buzzi ,

Numero di pagine: 420

1801.26

Il mito della crescita

Il mito della crescita

Autore: Umberto Galimberti ,

Numero di pagine: 35

In una crisi che non accenna a chiudersi, è forse tempo di iniziare a chiederci cosa voglia dire esattamente la parola "crescita" e se davvero, come tanti sostengono, è fondamentale garantirla sempre e comunque. Umberto Galimberti ci accompagna alle radici di un concetto che ormai fa parte del nostro patrimonio culturale, ma potrebbe non essere scontato come in tanti vogliono farci credere. C'è un'alternativa alla crescita ad ogni costo?Tratto da “I miti del nostro tempo”, pubblicato da Feltrinelli. Numero di caratteri: 43717.

Le cose dell'amore

Le cose dell'amore

Autore: Umberto Galimberti ,

Numero di pagine: 176

L’eros declinato in tutte le sue ‟figure”. L’attrazione, il corteggiamento, la seduzione, il tradimento, la separazione, la solitudine, l’onanismo. Gli ‟enigmi dell’amore” rivisitati, alla luce del tempo che chiamiamo nostro, da un grande filosofo morale.

Filosofia

Filosofia

Autore: Karl Jaspers ,

Numero di pagine: 755

Il filosofo e psichiatra tedesco Jaspers (1883 – 1969) ha dato con la sua opera un notevole impulso alle riflessioni nei campi della psichiatria, della filosofia, della teologia e della politica. Filosofia, uscito nel 1931, è il suo testo fondamentale, che raccoglie la summa del suo pensiero. Oggi la Filosofia di Jaspers è disponibile anche in ebook, con un compendio critico accessibile in modo ipertestuale.

Psiche e techne

Psiche e techne

Autore: Umberto Galimberti ,

Numero di pagine: 816

Noi continuiamo a pensare la tecnica come uno strumento a nostra disposizione, mentre la tecnica è diventata l’ambiente che ci circonda e ci costituisce secondo quelle regole di razionalità che, misurandosi sui soli criteri della funzionalità e dell’efficienza, non esitano a subordinare le esigenze dell’uomo alle esigenze dell’apparato tecnico. Inconsapevoli, ci muoviamo ancora con i tratti tipici dell’uomo pre-tecnologico che agiva in vista di scopi iscritti in un orizzonte di senso, con un bagaglio di idee e un corredo di sentimenti in cui si riconosceva. Ma la tecnica non tende a uno scopo, non promuove un senso, non apre scenari di salvezza, non redime, non svela verità: la tecnica funziona. E poiché il suo funzionamento diventa planetario, questo libro si propone di rivedere i concetti di individuo, identità, libertà, salvezza, verità, senso, scopo, ma anche quelli di natura, etica, politica, religione, storia, di cui si nutriva l’età umanistica e che ora, nell’età della tecnica, dovranno essere riconsiderati, dismessi o rifondati alle radici.

Il mistero della bellezza

Il mistero della bellezza

Autore: Umberto Galimberti ,

Numero di pagine: 52

Il tema della bellezza viene qui affrontato da Umberto Galimberti, come nel suo stile, con un ritorno alle sorgenti della nostra cultura. Se quella ebraica era una cultura della parola, quella greca era invece una cultura della visione, dominata dal senso della finitudine e della misura. Così anche la bellezza per l'uomo greco antico è ciò che rispetta delle misure, e cioè ha proporzioni calcolabili. Il cristianesimo porterà poi sulla scena un Dio che si fa corpo visibile, dando in questo modo maggior spazio all'immagine e quindi all'arte figurativa. Ma la bellezza è essenzialmente "simbolo", cioè una dimensione in cui confluisce e si compone il sensibile – ciò che è materiale, che ha a che fare con i sensi, il proprio Io – e il sovrasensibile – un'eccedenza di significato, un'ulteriorità di senso, un rimando a qualcos'altro.

Quello che dovete sapere di me

Quello che dovete sapere di me

Autore: aa.vv. ,

Numero di pagine: 160

Nell’estate del 2014, trentamila scout hanno partecipato alla Route nazionale, divertendosi, confrontandosi, conoscendosi. A questi ragazzi, dai sedici ai ventun anni, è stato chiesto, nell’ambito di una ricerca sociologica, di compilare una serie di questionari, ma soprattutto – su base volontaria e del tutto aperta – di rispondere a una domanda: Cosa il mondo, gli adulti, gli altri devono sapere di te? Si poteva rispondere solo in forma anonima, con la certezza che qualunque cosa fosse stata detta non avrebbe potuto essere ricondotta all’autore. Si poteva dire tutto quello che si voleva, senza vincoli, senza dover fare riferimento alla propria appartenenza agli scout. Quello che dovete sapere di me, punto e basta. Sull’immenso corpus delle risposte, Stefano Laffi ha condotto un’approfondita ricerca, per fornire al lettore il quadro generale che ne emerge. Il libro è composto dalle voci dei ragazzi, dai loro racconti, dalle loro lettere a nessuno e a tutti noi. Grida di gioia, di voglia di vivere. Ma anche lamenti, confessioni, esperienze dolorose e difficili. Un autoritratto a mosaico di una generazione che è così osservata e, forse, così poco capita.

Muovete il culo!

Muovete il culo!

Autore: Alberto Forchielli ,

Numero di pagine: 185

«Voglio fare un’esortazione ai giovani: voglia di studiare, voglia di lavorare (anche usando le mani, anche sporcandole) e poche pugnette in testa vi porteranno lontano, nonostante i populisti-fancazzisti che avrete sempre intorno alle balle. E, soprattutto, per tutti, smettete di lagnarvi e guardate al futuro, che sarà migliore anche grazie al vostro contributo. Perciò viva l’Italia.»

I miti del nostro tempo

I miti del nostro tempo

Autore: Umberto Galimberti ,

Numero di pagine: 400

“Chi non ha il coraggio di aprirsi alla crisi, rinunciando alle idee-mito che finora hanno diretto la sua vita, si espone a quella inquietudine propria di chi più non capisce, più non si orienta.”Giovinezza e intelligenza, felicità e amore materno. E poi moda e tecnica, sicurezza e potere, e ancora mercato, crescita economica, nuove tecnologie... Sono i miti del nostro tempo, le idee che più di altre ci pervadono e ci plasmano come individui e come società. Quelle che la pubblicità e i mezzi di comunicazione di massa propongono come valori e impongono come pratiche sociali, fornendo loro un linguaggio che le rende appetibili e desiderabili. I miti sono idee che ci possiedono e ci governano con mezzi che non sono logici, ma psicologici, e quindi radicati nel profondo della nostra anima. Sono idee che noi abbiamo mitizzato perché non danno problemi, facilitano il giudizio, in una parola ci rassicurano. Eppure occorre risvegliarsi dalla quiete apparente delle nostre idee mitizzate, perché molte sofferenze, molti disturbi, molti malesseri nascono proprio dalle idee che, comodamente accovacciate nella pigrizia del nostro pensiero, non ci consentono più di comprendere il...

MAFIOPOLI SECONDA PARTE

MAFIOPOLI SECONDA PARTE

Autore: Antonio Giangrande ,

Numero di pagine: 475

E’ comodo definirsi scrittori da parte di chi non ha arte né parte. I letterati, che non siano poeti, cioè scrittori stringati, si dividono in narratori e saggisti. E’ facile scrivere “C’era una volta….” e parlare di cazzate con nomi di fantasia. In questo modo il successo è assicurato e non hai rompiballe che si sentono diffamati e che ti querelano e che, spesso, sono gli stessi che ti condannano. Meno facile è essere saggisti e scrivere “C’è adesso….” e parlare di cose reali con nomi e cognomi. Impossibile poi è essere saggisti e scrivere delle malefatte dei magistrati e del Potere in generale, che per logica ti perseguitano per farti cessare di scrivere. Devastante è farlo senza essere di sinistra. Quando si parla di veri scrittori ci si ricordi di Dante Alighieri e della fine che fece il primo saggista mondiale. Le vittime, vere o presunte, di soprusi, parlano solo di loro, inascoltati, pretendendo aiuto. Io da vittima non racconto di me e delle mie traversie. Ascoltato e seguito, parlo degli altri, vittime o carnefici, che l’aiuto cercato non lo concederanno mai. “Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia,...

Fatti ed argomenti intorno alla massoneria e ad altre società segrete cioè loro scopo e mezzi che usano a raggiungerlo ...

Fatti ed argomenti intorno alla massoneria e ad altre società segrete cioè loro scopo e mezzi che usano a raggiungerlo ...

Fatti ed argomenti intorno alla Massoneria e ed altre societa segrete cioe loro scopo e mezzi che usano a raggiungerlo. 2. ed. accresc

Fatti ed argomenti intorno alla Massoneria e ed altre societa segrete cioe loro scopo e mezzi che usano a raggiungerlo. 2. ed. accresc

Vita di Ugo Foscolo Pellegrino Artusi. Ristampa del viaggio sentimentale di Yorick

Vita di Ugo Foscolo Pellegrino Artusi. Ristampa del viaggio sentimentale di Yorick

Autore: Pellegrino Artusi ,

Numero di pagine: 455
Principii di filosofia prima esposti ai giovani italiani per Vincenzo Di Giovanni

Principii di filosofia prima esposti ai giovani italiani per Vincenzo Di Giovanni

Autore: Vincenzo Di Giovanni ,

Numero di pagine: 336
SPECULOPOLI

SPECULOPOLI

Autore: Antonio Giangrande ,

E’ comodo definirsi scrittori da parte di chi non ha arte né parte. I letterati, che non siano poeti, cioè scrittori stringati, si dividono in narratori e saggisti. E’ facile scrivere “C’era una volta….” e parlare di cazzate con nomi di fantasia. In questo modo il successo è assicurato e non hai rompiballe che si sentono diffamati e che ti querelano e che, spesso, sono gli stessi che ti condannano. Meno facile è essere saggisti e scrivere “C’è adesso….” e parlare di cose reali con nomi e cognomi. Impossibile poi è essere saggisti e scrivere delle malefatte dei magistrati e del Potere in generale, che per logica ti perseguitano per farti cessare di scrivere. Devastante è farlo senza essere di sinistra. Quando si parla di veri scrittori ci si ricordi di Dante Alighieri e della fine che fece il primo saggista mondiale. Le vittime, vere o presunte, di soprusi, parlano solo di loro, inascoltati, pretendendo aiuto. Io da vittima non racconto di me e delle mie traversie. Ascoltato e seguito, parlo degli altri, vittime o carnefici, che l’aiuto cercato non lo concederanno mai. “Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia,...

Nel cuore delle parole. Alla scoperta del gusto di comunicare

Nel cuore delle parole. Alla scoperta del gusto di comunicare

Autore: Francesco Balbo , Rosanna Bertoglio ,

Numero di pagine: 184
La filosofia morale esposta e proposta a i giovani da Lodovico Antonio Muratori ..

La filosofia morale esposta e proposta a i giovani da Lodovico Antonio Muratori ..

Autore: Lodovico Antonio Muratori ,

Numero di pagine: 468

Ultimi ebook e autori ricercati