Scarica Libri Gratuiti

Scarica libri ed ebooks (I migliori libri in formato PDF, EPUB, etc)

Cerca negli ebook:

Numero totale di libri trovati 40 per la tua ricerca. Scarica gli ebook e divertiti!
La conjoncture de 1300 en Méditerranée occidentale

La conjoncture de 1300 en Méditerranée occidentale

Autore: Sandro Carocci ,

Numero di pagine: 620

"Sempre di più le nostre società sperimentano un blocco, persino drammatico, dei canali e delle speranze di mobilità. Tanto più allo storico il problema dei successi e dei fallimenti nelle ascese sociali appare un mezzo importante per capire la tonalità di un'epoca, la temperatura della sua vita sociale. La « congiuntura del 1300 » (l'argomento della inchiesta collettiva in cui questo incontro si inserisce) è stata anche una congiuntura di irrigidimento sociale? E poi, più in generale, cosa sappiamo della mobilità sociale nel medioevo? Il volume mostra quanto sia complesso rispondere a questi interrogativi. Il problema della mobilità sociale è rimasto quasi sempre ai margini della ricerca sul medioevo. I contributi rappresentano un primo, importante momento di riflessione sui caratteri e il ritmo del ricambio sociale nel XIII-XIV secolo, e più in generale in età medievale. Elaborano e applicano, talora per la prima volta, metodi d'indagine e tecniche di ricerca per colmare il grave ritardo degli studi. Constatano come le nuove concezioni dello spazio e del movimento sociale sviluppate nell'ultimo trentennio da antropologi e sociologi obblighino a moltiplicare i campi ...

Commercio, finanza e guerra nella Sardegna tardomedievale

Commercio, finanza e guerra nella Sardegna tardomedievale

Autore: Autori Vari ,

Numero di pagine: 249

In questo volume la genesi e l’evoluzione bassomedievale dei “caratteri originali” dell’identità sarda sono state declinate avendo un occhio di riguardo per i temi della mercatura, della guerra, della finanza pubblica e privata, strettamente interconnessi nella Sardegna dei secoli XIII-XV e capaci di influenzare in maniera marcata la storia dell’isola nel suo passaggio da un’epoca caratterizzata dall’egemonia di potenti élite mercantili pisane e genovesi a quella del problematico dominio catalano-aragonese. Per raggiungere l’obiettivo si è cercato di tenere insieme la dimensione storiografica con la necessità di avere nuovi contributi analitici forniti da ricerche di prima mano, impegnate a valorizzare il patrimonio documentario conservato negli archivi di tre Stati dell’Europa mediterranea: Italia, Spagna e Francia.

Monferrato 1613

Monferrato 1613

Autore: Francisco Javier Alvarez Garcia , Alessandro Bianchi , Marina Cavallera ,

Numero di pagine: 227

Per alcuni secoli il Monferrato fu un territorio conteso tra le dinastie dei Savoia e dei Gonzaga. La vicenda sembro risolversi nel 1536, quando l'imperatore Carlo V lo assegno alla corte di Mantova. Ma i duchi di Savoia non accettarono la decisione e nel 1613 Carlo Emanuele I, per rivendicare le ragioni dinastiche, scateno una guerra che presto assunse dimensioni europee. Con un'improvvisa quanto efficace campagna militare, il duca si impadroni di quasi tutto il Monferrato, esclusa l'importante cittadella di Casale. Inizio cosi la prima Guerra del Monferrato, combattuta tra il 1613 e il 1617 in cui, soprattutto nella prima fase, tra 1613 e 1615, le truppe del piccolo Stato sabaudo riuscirono a tenere testa al potente esercito spagnolo. Molto meno nota della Seconda Guerra del Monferrato (1627-1630), questa prima crisi monferrina costitui uno dei principali eventi che anticiparono la Guerra dei Trent'anni, che coinvolse l'Europa dal 1618 al 1648. Un gruppo internazionale di storici ha voluto colmare tale lacuna storiografica mettendo in luce, attraverso una copiosa documentazione proveniente dai principali archivi europei, il carattere non solo locale del conflitto. Una guerra che ...

Don Bosco e la chiesa lombarda

Don Bosco e la chiesa lombarda

Autore: Gioachino Barzaghi ,

Numero di pagine: 937

La domanda se don Bosco sia ancora un enigma è giustificata dalla presenza di un problema fondamentale per la piena comprensione del personaggio e mai prima risolto. Per la soluzione del problema l'Autore imposta in modo nuovo l'intera questione e cioè immettendo don Bosco nel contesto culturale della tradizione educativa costituitasi a partire da s. Carlo Borromeo e giunta a maturazione nella Restaurazione cattolica del triangolo lombardo (Milano, Bergamo e Brescia). È in questa felice stagione infatti che sortiscono le migliori teorizzazioni e sperimentazioni sia pastorali e sia scolastiche, che, documenti alla mano, don Bosco mette a profitto nel proprio progetto educativo-spirituale. L'impegno dell'Autore è proteso a provarlo a tutto campo con argomentazioni coerenti ed unitarie che occupano la voluminosa ricerca.

Sin imagen

Architetti e ingegneri militari in Piemonte tra '500 e '700

Autore: Micaela Viglino Davico ,

Numero di pagine: 407

Il volume raccoglie le biografie di oltre 300 esperti nell'arte di produrre opere atte alla difesa del territorio piemontese, nell'arco di tempo che va dalla metà del secolo XVI all'età napoleonica. I personaggi esaminati, alcuni noti, molti altri di cui nulla si conosceva, sono attori a vario titolo: progettisti e costruttori di fortezze e cittadelle, rilevatori di città e territori indagandone i punti critici in caso di attacchi nemici, esperti cartografi, autori di trattati teorici sui modi di edificare le architetture per la guerra alla moderna, il tutto affiancato all'attività di ufficiali nei vari eserciti operanti in Piemonte. Il territorio preso in esame durante la quadriennale ricerca presso il Politecnico di Torino è infatti quello dell'attuale regione, nei secoli frantumata tra varie appartenenze politiche, quali i ducati di Savoia e di Milano, il Monferrato, la repubblica di Genova. Tale accezione, che costituisce una rilevante novità del lavoro, permette di mettere a confronto esperienze in vari ambiti degli ingegneri militari, tecnici spesso al servizio di padroni diversi nel tempo. Il Repertorio biografico, nell'identificare i rapporti tra protagonisti delle...

Il barocco

Il barocco

Autore: Andrea Battistini ,

Numero di pagine: 330

Questo volume ha l'ambizione di illustrare entrambe le facce del periodo in questione, nella piena consapevolezza che non sia possibile comprendere per intero il Barocco limitandosi all'ambito, pur ampio, della sola letteratura. Viene quindi dispiegata una ricognizione a tutto campo, su scala europea e, in diacronia, dal Manierismo al Rococò, momento quest'ultimo indagato con grande ampiezza e con prospettive inedite anche in sede letteraria.

Il disegno dei baluardi cinquecenteschi nell'opera dei Fratelli Paleari Fratino. Le piazzeforti della Sardegna

Il disegno dei baluardi cinquecenteschi nell'opera dei Fratelli Paleari Fratino. Le piazzeforti della Sardegna

Autore: Andrea Pirinu ,

Numero di pagine: 191

l disegno dei baluardi, anteprimaIl presente volume propone un’analisi dell’attività progettuale di Jacopo e Giorgio Paleari, ingegneri militari ticinesi al servizio della Spagna di Filippo II e, a partire da un escursus sulle vicende storico-architettoniche che hanno caratterizzato lo sviluppo delle fortificazioni “alla moderna”, offre un inquadramento dell’opera dei due fratelli ticinesi nel più ampio scenario bellico del Cinquecento. Il percorso di conoscenza strutturato attraverso l’analisi dei progetti, il rilievo delle opere, l’esame della trattatista militare ed il supporto delle indagini di archeologia postmedievale, permette di mostrare l’elevato livello progettuale che contraddistingue l’opera dei Paleari ed ampliare, in particolare, la comprensione delle vicende progettuali e costruttive delle piazzeforti spagnole della Sardegna. Il disegno/progetto dei baluardi cinquecenteschi di Cagliari e Alghero diviene il luogo dei confronti, degli approfondimenti, nel quale la forza dell’indagine grafica, del rilevamento e della rappresentazione, quali strumenti di conoscenza, divulgazione e supporto per l’indagine storico-archeologica, trovano applicazione ...

Il governo dell’economia

Il governo dell’economia

Autore: Autori Vari ,

Numero di pagine: 365

Quali sono, sul finire del Medioevo, i nessi che uniscono mondo degli affari, della finanza, dell’imprenditoria manifatturiera e istituzioni politiche? E come si declinano tali nessi in due contesti storici così diversi, seppure legati da intense relazioni, quali l’Italia (stati cittadini e monarchie) e i regni della Penisola Iberica? Il volume risponde a queste e ad altre domande, seguendo due diverse prospettive: da una parte le iniziative dei poteri pubblici volte a promuovere le attività manifatturiere, regolamentare gli scambi commerciali e intercettare i flussi finanziari a fini eminentemente fiscali; dall’altra l’attività del ceto degli uomini d’affari all’interno della politica e della diplomazia degli Stati.

La vendetta di Siviglia

La vendetta di Siviglia

Autore: Matilde Asensi ,

Numero di pagine: 261

1606. Catalina Solís, da poco rimasta vedova, ha lasciato l'isola caraibica di Margarita e sta facendo rotta verso Siviglia per soccorrere il padre, rinchiuso nelle carceri reali. Quando lo raggiunge, l'uomo, ormai in fin di vita, la lega a un giuramento: scatenare una terribile vendetta contro la potente famiglia dei Curvo, responsabile della sua rovina. Catalina si prepara a mettere in atto il suo piano e, aiutata da un'anziana curandera e da una fascinosa prostituta, si introduce nei bordelli e nei salotti più influenti per portare a compimento il suo dovere di sangue, ricorrendo all'arma più potente: la seduzione. Matilde Asensi continua l'epopea di Terra Ferma e della sua eroina Catalina, sullo sfondo di una capitale andalusa dominata dall'apparenza e dal vizio.

I mercanti catalani e la Corona d’Aragona in Sardegna

I mercanti catalani e la Corona d’Aragona in Sardegna

Autore: Maria Elisa Soldani ,

Numero di pagine: 165

La faticosa conquista catalanoaragonese della Sardegna, con i risvolti finanziari ed economico-sociali connessi all’impresa dell’infante Alfonso d’Aragona, costituisce un tema ormai classico della storiografia sarda. Quali esiti ebbe l’impresa per le istituzioni e l’economia isolana e quali per la Corona stessa e per i mercanti che l’avevano sostenuta? La Sardegna trecentesca rappresenta un osservatorio ideale per analizzare, attraverso documentazione inedita, due fenomeni tornati all’attenzione degli studiosi: la mobilità sociale e l’impatto della guerra sull’economia. Mercanti e patroni catalanoaragonesi, insieme ad alcune importanti compagnie fiorentine, sostennero con euforia le prime fasi della conquista allettati dai profitti che potevano venire dall’esportazione di cereali, sale e argento e dal prestigio sociale derivante dall’attribuzione di cariche nell’amministrazione e di rendite feudali, salvo esserne presto delusi. Questo studio traccia la parabola dell’economia sarda trecentesca alla luce della presenza mercantile sull’isola, delineandone il progressivo indebolimento, che coincise con l’abbandono della Sardegna da parte delle maggiori...

Architetti e ingegneri militari italiani all'estero dal XV al XVIII secolo

Architetti e ingegneri militari italiani all'estero dal XV al XVIII secolo

Autore: Marino Viganò ,

Numero di pagine: 359
Il sorriso dell'ignoto marinaio

Il sorriso dell'ignoto marinaio

Autore: Vincenzo Consolo ,

Numero di pagine: 160

In navigazione verso Cefalù, il barone Enrico Pirajno di Mandralisca nota nel volto di uno sconosciuto marinaio una sorprendente somiglianza con il ritratto dell'uomo vestito di nero dipinto da Antonello da Messina che ha da poco acquistato a Lipari. Di qui la storia si dipana, sullo sfondo del Risorgimento siciliano, dall'incanto delle isole Eolie fino a Messina, città continuamente cancellata dalla forza della natura, e Palermo, con il suo passato di eterna violenza politica e sociale. Un viaggio alla scoperta di luoghi reali e simbolici, specchi fedeli e immoti della condizione dell'uomo e della Storia. Il libro che nel 1976 ha segnato l'affermazione di Consolo tra i grandi narratori del secondo Novecento.

Il marchesato di Saluzzo tra Gotico e Rinascimento

Il marchesato di Saluzzo tra Gotico e Rinascimento

Autore: Silvia Beltramo ,

Numero di pagine: 575

Il Quattrocento in Piemonte è un periodo di grande interesse per la storia dell'architettura; mentre si consolida il patrimonio dell'epoca medievale, legato a una tradizione acquisita di conoscenze tecniche e di maestranze, si aprono i nuovi temi del costruire "all'antica". Il marchesato di Saluzzo costituisce uno dei principati maggiormente ricettivi, pronto ad accogliere sia la manodopera specializzata di costruttori e lapicidi aggiornati alle novità del Gotico internazionale, sia i protagonisti dell'arte rinascimentale provenienti dalla Lombardia e dalla Liguria. Il ruolo dei Saluzzo nel panorama artistico italiano attende di essere rivalutato anche nell'architettura e nella storia urbana, un ruolo rilevante che si può confrontare con il mecenatismo svolto dalle signorie del centro-nord della penisola (dagli Sforza agli Este, dai Gonzaga ai Montefeltro) e con i principi confinanti di Savoia e Monferrato. Lo studio ha intrecciato le testimonianze documentarie con la lettura dell'architettura e del tessuto urbano, considerandoli come fonte e documento storico. Precisi strumenti di lettura consentono ad un pubblico ampio di rileggere episodi significativi della cultura...

L'affermarsi della corte sabauda

L'affermarsi della corte sabauda

Autore: Paola Bianchi , Luisa Clotilde Gentile ,

Numero di pagine: 573

E sopravvissuti, spesso un po'acriticamente, fino a oggi.

Ultimi ebook e autori ricercati