Scarica Libri Gratuiti

Scarica libri ed ebooks (I migliori libri in formato PDF, EPUB, etc)

Cerca negli ebook:

Numero totale di libri trovati 40 per la tua ricerca. Scarica gli ebook e divertiti!
Il delta di Venere

Il delta di Venere

Autore: Anaïs Nin ,

Numero di pagine: 288

“Una gioiosa esibizione dell'immaginario erotico.” The New York Times Book Review

Uccellini

Uccellini

Autore: Anaïs Nin ,

Numero di pagine: 160

"Quanto a me, il mio vero lavoro di scrittura fu messo da parte quando mi misi alla ricerca dell’erotico. Queste sono le mie avventure in quel mondo di prostituzione. Metterle in luce sulle prime fu difficile. La vita sessuale di solito è avvolta in molti strati, per tutti noi — poeti, scrittori, artisti. È una donna velata, mezzo sognata."

Incesto

Incesto

Autore: Anaïs Nin ,

Numero di pagine: 400

Ideale integrazione della vicenda narrata in Henry & Jane, ecco il diario inedito e senza censure relativo al periodo 1932-34, gli anni cruciali in cui la scrittrice conobbe Henry Miller e in cui maturò — nel quadro di un devastante dramma psicologico — la decisione di perseguire la trasgressione definitiva. La Nin ha saputo indagare la propria vita interiore, i propri dolori, i propri desideri con una sincerità e una sottigliezza ineguagliabili. In queste pagine vi è il racconto di una donna che voleva essere libera di vivere i suoi desideri sessuali ed emozionali con lo stesso abbandono "amorale" che gli uomini hanno sempre rivendicato come loro diritto esclusivo. Ma incesto è anche la testimonianza vivissima dell'intelligenza e della sensualità di una donna che ha portato all'estremo l'analisi delle sue relazioni e dei suoi affetti. Il rapporto che più viene sviscerato è quello - primitivo — con il padre, celebre pianista e dongiovanni; ma fondamentali per comprendere fino in fondo la personalità della scrittrice sono anche i riferimenti crudi e diretti a Miller.

Diario I

Diario I

Autore: Anaïs Nin ,

Numero di pagine: 432

Il Diario di Anaïs Nin, reso pubblico nel 1966, fu per decenni oggetto di pettegolezzi e congetture. Solo qualche amico ne aveva potuto leggere qualche pagina; Henry Miller diceva che questo diario avrebbe trovato posto accanto ai grandi capitoli dell’autobiografismo occidentale: Sant’Agostino, Rousseau, Proust... Il Diario è il libro di Anaïs Nin. È la sua vita creata, il filtro attraverso il quale setaccia la sua esperienza in un disegno significativo. È anche il suo guscio e il suo confessionale: “Ho un ritmo naturale nel diario,” scrisse più di trent’anni fa, “quello che produco fuori di esso è una distillazione, è il mito, il poema.” Questo volume, il primo di una serie progettata, inizia nel 1931, nell’epoca in cui Anaïs Nin sta per pubblicare il suo primo libro, D.H. Lawrence, che le conferì il riconoscimento pubblico come scrittrice. Termina nell’inverno del 1934, quando Anaïs lascia Parigi per raggiungere New York. Anaïs scrive sui treni, ai tavolini dei caffè, mentre aspetta per un appuntamento: come un talismano, porta il diario sempre con sé. “Questo diario è il mio kief, il mio hashish, la mia pipa d’oppio. È la mia droga e il mio ...

Il delta di Venere

Il delta di Venere

Autore: Anaïs Nin ,

Numero di pagine: 288

Un misterioso collezionista di libri nel 1940 offrì a Henry Miller cento dollari al mese per scrivere dei racconti erotici. Miller cominciò entusiasta, ma si stancò presto e passò l’incarico all’amica Anaïs Nin che aveva bisogno di soldi. “Cominciai a scrivere ironicamente, divenendo così improbabile, bizzarra ed esagerata che pensai che il vecchio si sarebbe accorto che stavo facendo una caricatura della sessualità” ricorda Anaïs Nin. “Passavo i giorni in biblioteca a studiare il Kama Sutra, ascoltavo le avventure più spinte degli amici... Tutte le mattine, dopo colazione, mi sedevo a scrivere la mia dose di pornografia... ”Solo ogni tanto riceveva una telefonata dal mandante.Una voce diceva: “Va bene. Ma lasci perdere la poesia e le descrizioni di tutto quello che non è sesso. Si concentri sul sesso”. Nacquero così questi racconti erotici che si possono meritatamente annoverare tra le opere della letteratura erotica di maggior successo.

Diario II

Diario II

Autore: Anaïs Nin ,

Numero di pagine: 408

Diario di Anaïs Nin, reso pubblico nel 1966, fu per decenni oggetto di pettegolezzi e congetture. Solo qualche amico ne aveva potuto leggere qualche pagina; Henry Miller diceva che questo diario avrebbe trovato posto accanto ai grandi capitoli dell’autobiografismo occidentale: Sant’Agostino, Rousseau, Proust... Il Diario è il libro di Anaïs Nin. È la sua vita ·creata, il filtro attraverso il quale setaccia la sua esperienza in un disegno significativo. È anche il suo guscio e il suo confessionale: “Ho un ritmo naturale nel diario,” scrisse più di trent’anni fa, “quello che produco fuori di esso è una distillazione, è il mito, il poema.” Questo secondo volume del diario di Anaïs Nin comincia con l’arrivo a New York, dove Otto Rank l’ha chiamata per aiutarlo nel suo lavoro di psicoanalista. E il successo, con Rank e con i pazienti; è la vita varia, pulsante, brutale della città nuova; è la riconferma della propria vocazione di scrittrice. Ritorno in Francia; nuove amicizie, nuovi incontri; e dubbi e messe a fuoco sempre più precise delle proprie scelte umane e artistiche. Ma lo scoppio della guerra civile spagnola e poi della seconda guerra mondiale...

La voce

La voce

Autore: Anaïs Nin ,

Numero di pagine: 256

Nelle sedici storie di questo volume, che comprende le raccolte Campana di vetro e Inverno artificiale, è presente un continuo slittamento tra realtà e sogno, in una prosa modellata sull’invenzione e soprattutto filtrata attraverso la lente, deformante e rivelatrice, della sensibilità poetica della Nin. Racconti senza luogo e senza data, dove l’istantaneo si fonde nel ricordo, il passato nel presente, il fantasma nel visibile, uniti da un unico tema: la donna e il suo riflesso, il viaggio interiore intrecciato al vissuto. Nessun femminismo di maniera, preconcetto o barricadiero, sembra distogliere Anaïs Nin dalla dimensione creatrice pura, originale, in cui valori letterari e valori umani confluiscono nel valore assoluto di una testimonianza inconfondibile, creando un’algebra emotiva che suscita un continuo di espansioni, improvvisazioni e associazioni molteplici e avvincenti.

La casa dell'incesto

La casa dell'incesto

Autore: Anaïs Nin ,

Numero di pagine: 96

“Questo libro è scritto senza testimoni, un edificio senza dimensioni, una città appesa al cielo” La casa dell’incesto è la storia della dolorosa situazione di una donna divisa, incapace di trovare un collegamento tra il corpo e la propria vita emotiva. “Ho scritto le prime due pagine del mio nuovo libro in uno stile surrealista,” annota nel suo diario la Nin nell’aprile del 1932. E in effetti si tratta di un testo audacemente sperimentale, sospeso tra il romanzo e la prosa lirica, che rappresenta il felice punto d’incontro tra i due momenti fondamentali dell’ispirazione di Anaïs Nin: da una parte, la ricerca di una totale e potente naturalezza nell’esprimere la vita e l’emozione dei sensi; dall’altra, il proposito di “procedere dal sogno per entrare nel dato sensibile”, cioè di immergere l’esperienza onirica nel flusso della vita quotidiana, accostandosi alle ricerche del gruppo surrealista. Nasce così quello che è, forse, il libro letterariamente più elaborato e intenso della Nin: un racconto allucinato, “stratosferico”, caratterizzato da una prosa sontuosa e musicale, da una ragnatela sottile ma fortissima di immagini e di suoni, “la...

Scale di fuoco

Scale di fuoco

Autore: Anaïs Nin ,

Numero di pagine: 185

Nella pittoresca giungla di artisti della Montparnasse anni Trenta, Lillian e Jay si incontrano e intessono una tormentata storia d’amore. Jay, pittore versatile e irriverente, rappresenta per Lillian la liberazione dai pregiudizi e dalle convenzioni borghesi di cui è prigioniera, ma la sua presa di coscienza assomiglia più a un'educazione artistica che sentimentale. Le innumerevoli avventure erotiche in cui Jay - ispirato allo scrittore Henry Miller - si perde, l'entrata in scena dell'enigmatica ballerina Djuna, della fascinosa Helen e dell'incantevole Sabina, costringono Lillian a confrontarsi con l'immagine riflessa di altre donne e a scoprire dentro di sé forme d’amore fino a quel momento inespresse. In un caleidoscopico alternarsi di emozioni, i personaggi e le situazioni si scompongono e si ricompongono creando ogni volta nuovi scenari, come nell'ultima sfida dove il Giocatore di Scacchi tenta di trasformare un party troppo convenzionale in un intreccio magico e surreale di seduzioni, incontri e confessioni. Inedito in Italia fino al 1998, Scale di fuoco rappresenta uno dei vertici narrativi dell’opera di Anais Nin. «Una soap opera surrealista». «New York Times» ...

Henry & June

Henry & June

Autore: Anaïs Nin ,

Numero di pagine: 272

Il testo è tratto dai quaderni 32-36 del diario, intitolati “June”, “The Possessed”, “Henry”, “Apotheosis and Downfall” e “Journal of a Possessed”, scritti fra l’ottobre del 1931 e l’ottobre del 1932. Il materiale è stato selezionato per mettere a fuoco la vicenda di Anaïs, Henry e June, e quello già apparso nel Diario (volume primo: 1931/1934) è stato in gran parte omesso, ad eccezioni di alcuni brani che sono stati necessariamente ripetuti per fornire un resoconto coerente.

Diario VI

Diario VI

Autore: Anaïs Nin ,

Numero di pagine: 512

Se da un lato il lampo accecante del suo sogno gridava al pericolo, dall’altro simboleggiava ovviamente anche la liberazione di un’enorme riserva di energia coatta, un’esplosione potentemente rivelatoria. Infatti i quadernetti della giovinezza di Anaïs Nin avevano assunto, nel 1965, proporzioni massicce. Accumulati per mezzo secolo, spostati da Louveciennes al Greenwich Village, a dei contenitori di provviste a San Francisco, a Los Angeles, quasi persi in Europa nel tumulto della seconda guerra mondiale, ora riempivano due schedari a cinque cassetti in una camera di sicurezza di una banca di Brooklyn. Il grosso mucchio di materiale, con i suoi pesanti segreti, il peso emotivo del suo contenuto,stanzioso. Talvolta Anaïs Nin rimane sconcertata dal contrasto tra il mondo esterno reale e le sue percezioni. “Quando incontro queste stesse persone nella realtà, per caso, non riesco a capire o a ricostruire l’amore, l’amicizia, lo scambio e i legami tra di noi. Gli incontri sono privati dell’incandescenza luminosa che avevo presentato nel diario.” La magia, apparentemente, deriva spesso dai riflessi dell’incontro, dall’intensità delle sue percezioni, piuttosto che...

Storia di una passione

Storia di una passione

Autore: Henry Miller , Anaïs Nin ,

Numero di pagine: 460

Un dialogo tra due scrittori che mette a nudo, oltre ogni pudore, un rapporto sentimentale che si rivela ben più carnale e terreno di quanto ci si potesse immaginare. L’incontro tra Anaïs Nin e Henry Miller non è insomma un semplice incontro culturale, basato solo su affinità intellettuali. Storia di una passione racconta dichiarazioni d’amore, ricatti, gelosie e tenerezze nel resoconto di un’appassionante amicizia che rimase intatta per tutta la vita tra due scrittori profondamente innamorati della parola.

Le signore della notte

Le signore della notte

Autore: Giuseppe Scaraffia ,

Numero di pagine: 168

Erano le signore della notte, come le chiamava Samuel Beckett. A frequentarle erano uomini di tutti i ceti sociali: attingendo a un vasto patrimonio letterario e con stile narrativo e brillante, Giuseppe Scaraffia ci racconta i rapporti di molte delle menti più illuminate dell'Ottocento e del Novecento con queste donne, oggi sottoposte a leggi perfino più repressive di quei tempi.

Se questo è l'infinito

Se questo è l'infinito

Autore: Emilio Santoro ,

Numero di pagine: 50

In quale modo ci si può accorgere di essere "predestinati"? Il protagonista di questo racconto è un astrofisico italiano che compensa le frustrazioni legate allo stato della ricerca con la passione per il teatro, per il quale scrive e nel quale recita. Egli è anche convinto che al fondo ultimo della realtà sia ben nascosto un inganno crudele. Da oltre trent'anni indaga per averne prova. Una prova dimostrabile. Dall'altra parte dell'oceano, una bellissima e famosa pop star californiana che da anni è all'apice del successo mondiale si trova a vivere una profonda crisi, personale e professionale, con l'inaridirsi della propria vena artistica e il fallimento della vita sentimentale. Sente il bisogno di provare nuovi stimoli, magari partecipando alla realizzazione di un film. Quante probabilità ci sono che le storie dei due possano attraversarsi? Qualcosa che si avvicina a zero. Eppure, in modo del tutto verosimile... Da qui le premesse di una storia d'amore, un amore al quale nessuno dei due protagonisti vuol cedere, intensa nella sua seduzione ed esplosiva nella passione che si vorrebbe poter controllare. Perché dietro l'inganno del libero arbitrio si nasconde un nemico...

Una spia nella casa dell'amore

Una spia nella casa dell'amore

Autore: Anaïs Nin ,

Numero di pagine: 160

Moglie dolcissima e mite, amante appassionata e bugiarda, Sabina, la protagonista di Una spia nella casa dell'amore, è una donna dalle innumerevoli sfaccettature che cerca la propria identità inseguendo contemporaneamente molti amori. L'unione con il marito le dà sicurezza, ma non la soddisfa appieno, perché un solo amore non riesce a far vibrare in lei le infinite corde della sua sensualità. Durante le molteplici peregrinazioni amorose, Sabina ritrova negli altri uomini il riflesso del suo io spezzato che però non le corrisponde mai esattamente. In Donald vede l'amante figlio, nel mulatto Mambo la possibilità di essere appassionata, nel cantante Philip quella di essere libera di concedersi senza amore come vede fare agli uomini. Ma chi è veramente Sabina? Forse una donna che non ha mai amato e ha solo raccolto tanti frammenti d'amore? E facile riconoscere l'autrice dei racconti erotici e dei Diari nella protagonista di questo romanzo: forse solo Anaïs Nin poteva raccontare con tanta maestria psicologica il "viaggio erotico e sensuale nella vita interiore di una donna".

Fuoco

Fuoco

Autore: Anaïs Nin ,

Numero di pagine: 384

Anaïs Nin: il mito di una donna che ha vissuto la propria vita al di fuori di ogni schema, che ha attraversato gli infidi territori dell’erotismo e della passione alla disperata ricerca di se stessa, affidando alle pagine di un diario sentimenti e lussuria, pudori e alibi, fantasie e quotidianità. Dopo Henry & June, Incesto e la serie dei Diari (e dopo la morte del marito che in un estremo atto di rispetto e forse d’amore ha voluto tutelare, vietando la pubblicazione dei “taccuini segreti” fino alla sua scomparsa), ecco quella che fin dal titolo si presenta come la raccolta più “bruciante” degli scritti erotici della Nin: un caleidoscopico intrico di avventure amorose, dove i partner scivolano fuori scena con la rapidità e la grazie di una ballerina fin de siècle. A delimitare lo spazio del godimento sono i tre rapporti “fissi”: Hugh, il marito; Henry Miller, l’amante; e Gonzalo Moré, il macho peruviano marxista, l’amato; tutt’intorno, bellimbusti, banchieri, psicanalisti, scrittori, omosessuali, bohémien e donne misteriose che, sullo sfondo della New York e della Parigi degli anni Trenta, diventano strumenti di piacere. Ma talvolta anche il sesso più ...

D.H. Lawrence

D.H. Lawrence

Autore: Anaïs Nin ,

Numero di pagine: 160

Affascinante studio estetico, biografia di uno degli scrittori più discussi del Novecento, il saggio di Anaïs Nin su Lawrence mette in luce - analizzando le opere narrative e poetiche - tematiche di straordinaria modernità. C’è nelle opere dello scrittore inglese grande lealtà e solidarietà nei confronti della donna, della sua identità spesso cancellata per soddisfare un ideale maschile: c’è la coscienza, delle qualità fondamentali dell’uomo “creatore e domatore”, ma anche la precisa intuizione che il rapporto di coppia, in particolare nel matrimonio, possa esser basato sul riconoscimento di una fondamentale indipendenza. Il linguaggio di Lawrence, scrive Anaïs Nin, “crea una sensazione fisica” ed è proprio questo l’aspetto che la scrittrice riesce maggiormente a evocare.

Ibridi ferraresi

Ibridi ferraresi

Autore: Giuseppe Scandurra ,

Che cos’è il territorio ferrarese? Come lo immaginiamo se chiudiamo gli occhi? Oggetto di questa ricerca è la formazione di una rete di intellettuali a Ferrara tra l’inizio degli anni Cinquanta e la fine degli anni Ottanta, che hanno prodotto fuori e dentro le mura cittadine una serie di opere visive (se pensiamo alla pittura, alla fotografia, al cinema, alla videoarte) e di scritti (reportage, inchieste sociali, saggi, poesie, racconti, romanzi): tutte opere innovative e di valore antropologico. Alla base dello sguardo di questa generazione di intellettuali vi era un punto di vista fortemente transdisciplinare in cui le separazioni tra discipline – a cominciare da quella tra studi scientifici e umanistici – erano meno evidenti, vista anche l’assenza di facoltà umanistiche e l’istituzione della prima cattedra di Antropologia a Ferrara solo in anni recenti. Le domande al centro di questo volume sono: come si è formata questa rete? Quanto ha contribuito a fare del capoluogo estense, e della sua provincia, una grande città dell’arte e della cultura?

Corpi di Gloria

Corpi di Gloria

Autore: Giuliana Altamura ,

Numero di pagine: 176

IL PRIMO ROMANZO DI UNA NUOVA VOCE DEL PANORAMA LETTERARIO ITALIANO Gloria e Andrea, due fratelli ventenni, trascorrono l’estate in Puglia, nel villaggio di Riva Marina, una lussuosa distesa di ville bianche identiche l'una all'altra. Gloria ha appena finito il liceo e si rapporta al mondo e agli altri con un distacco feroce. L'unica eccezione sembra essere rappresentata dal fratello che, andato a studiare arte in America, torna a casa per le vacanze assieme a un amico di Los Angeles. Andrea si ritrova a confrontarsi con l'immobilità di un Sud in cui niente cambia, esattamente come le persone che vi sono rimaste: dalla madre succube di una difficile situazione familiare, alla sorella coi suoi problemi alimentari, fino alla rete di amici annoiati che continuano a divertirsi fra droghe, teppismo e promiscuità sessuale. La morte di uno di loro, arrogante e violento, costringerà gli altri a fare i conti, ciascuno a proprio modo, con la necessità dell'accettazione e del cambiamento. Ambientato in una Puglia bruciata dal sole che sembra la California, Corpi di Gloria racconta con uno stile asciutto ed evocativo l’estate di un gruppo di ventenni alla scoperta di se stessi,...

Majorca, l'isola degli scrittori

Majorca, l'isola degli scrittori

Autore: Franco Mimmi ,

Numero di pagine: 152

Il Mediterraneo con la sua millenaria avventura e le sue infinite sventure, le sue brezze e i suoi vizi, le sue lingue e i suoi malintesi, i suoi amori e le sue guerre, il suo incredibile patrimonio culturale, la nostra antica infanzia, il nostro futuro imperscrutabile... Circondata da questo mare che è il nostro destino, con la penisola iberica a un lato, quella italica all’altro, la costa africana al sud, c’è Majorca, un’isola piccola ma non molto piccola, un’isola grande ma non molto grande, acqua e sabbia, roccia e alberi, colline fertili e monti scoscesi, un universo in miniatura, una perla.

Diario IV

Diario IV

Autore: Anaïs Nin ,

Numero di pagine: 272

Il diario, reso pubblico nel 1966, fu per decenni oggetto di pettegolezzi e congetture. Solo qualche amico ne aveva potuto leggere qualche pagina; Henry Miller diceva che questo diario avrebbe trovato posto accanto ai grandi capitoli dell'autobiografismo occidentale: Sant'Agostino, Rousseau, Proust... Il Diario è il libro di Anais Nin, la sua vita creata, il filtro attraverso il quale setaccia la sua esperienza in un disegno significativo; è anche il suo guscio e il suo confessionale: "Ho un ritmo naturale nel diario", scrisse più di trent'anni fa, "quello che produco fuori di esso è una distillazione, è l mito, il poema". 1944: sono anni, ormai, che Anais Nin vive a New York, eppure la costante di estraneità e disagio è sempre viva in lei. Rifiuta l'integrazione in un mondo unidimensionale e cristallizzato, lotta contro l'ottusità, la prosaicità, il grigiore delle persone che incontra, che non sanno cosa sia la gioia, la serenità, la musica, che "sono fatte d'acciaio e cemento o ridotte a cavalli da soma". L'unica via da seguire, l'unica risposta a un modo di vivere autentico, è sempre la stessa: concentrazione sul rapporto di ogni singolo con i suoi simili e con le...

Le mie poesie più belle

Le mie poesie più belle

Autore: Nizar Qabbani ,

Numero di pagine: 88

“La poesia è la patria delle cose che si ribellano a loro stesse, e delle forme che rifuggono la propria forma”. Così Nizar Qabbani, poeta siriano, considerato tra i più importanti poeti del mondo arabo moderno, apre questa raccolta di poesie, per la prima volta tradotte in italiano. Una raccolta speciale perché frutto di una selezione compiuta dallo stesso Qabbani. Le mie poesie più belle raccoglie, infatti, i componimenti che il poeta definì le sue poesie-chiave, “quelle che lasciano dietro di loro domande...fiamme..fuoco...e fumo”.

Catalogo per la pubblica esposizione della I. e R. Società Toscana d'Orticoltura nel Giardino del Signor Cesare Franchetti

Catalogo per la pubblica esposizione della I. e R. Società Toscana d'Orticoltura nel Giardino del Signor Cesare Franchetti

Autore: Reale Società Toscana di Orticultura ,

Numero di pagine: 28
Diario III

Diario III

Autore: Anaïs Nin ,

Numero di pagine: 384

Il Diario di Anaïs Nin, reso pubblico nel1966, fu per decenni oggetto di pettegolezzi e congetture. Solo qualche amico ne aveva potuto leggere qualche pagina; Henry Miller diceva che questo diario avrebbe trovato posto accanto ai grandi capitoli dell'autobiografismo occidentale: Sant'Agostino, Rousseau, Proust. .. Il Diario è il libro di Anaïs Nin . È la sua vita creata, il filtro attraverso il quale setaccia la sua esperienza in un disegno significativo. È anche il suo guscio e il suo confessionale: "Ho un ritmo naturale nel diario," scrisse più di trent'anni fa, "quello che produco fuori di esso è una distillazione, è il mito, il poema." "Sapevamo tutti che ci stavamo separando da un modello di vita che non avremmo più ritrovato, da amici che forse non avremmo più rivisto. Sapevo che era la fine della nostra vita romantica." Sono le parole conclusive del secondo volume del diario, scritte allo scoppio della seconda guerra mondiale e alla vigilia della terza partenza di Anaïs Nin per l'America. Saranno anni difficili, questi primi anni Quaranta a New York, anni di frustrazione e di isolamento, ma anche di maggior consapevolezza di sé, e quando il terzo volume del...

Diario V

Diario V

Autore: Anaïs Nin ,

Numero di pagine: 352

Il presente volume, tratto dai diari originali dal numero 75 fino all’88 e che copre circa otto anni, fino al 1955, porta la nostra visione totale del Diario a un periodo di quasi venticinque anni. Da questo punto d’osservazione vantaggioso possiamo discernere le linee più lunghe di crescita e di sviluppo. Possiamo individuare più facilmente i temi ricorrenti - conflitti, reazioni condizionate, schemi emotivi, gli sforzi durati una vita per scuotere via il passato, per creare un presente “vivibile” — che costituiscono la trama e l’ordito essenziali dell’arazzo luminoso di Anaïs Nin. Al di là dell’evento individuale, del fatto biografico, del ritratto nascente, del momento di esaltazione catturato, delle meditazioni e degli appunti, emergono motivazioni più profonde, connessioni più forti. Dalla prefazione di GUNTHER STUHLMANN

Ultimi ebook e autori ricercati