Scarica Libri Gratuiti

Scarica libri ed ebooks (I migliori libri in formato PDF, EPUB, etc)

Cerca negli ebook:

Numero totale di libri trovati 40 per la tua ricerca. Scarica gli ebook e divertiti!
I quaranta giorni del Mussa Dagh

I quaranta giorni del Mussa Dagh

Autore: Franz Werfel ,

Numero di pagine: 930

Il libro più appassionante mai scritto sulla tragedia del genocidio armeno. Verso la fine del luglio 1915 circa cinquemila armeni perseguitati dai turchi si rifugiarono sul massiccio del Mussa Dagh, a nord della baia di Antiochia. Grande e travolgente romanzo, narra epicamente il tragico destino del popolo armeno, minoranza etnica odiata e perseguitata per la sua antichissima civiltà cristiana, in eterno contrasto con i turchi, con il grande Impero ottomano detentore del potere. Fino ai primi di settembre riuscirono a tenere testa agli aggressori ma poi, cominciando a scarseggiare gli approvvigionamenti e le munizioni, sarebbero sicuramente stati sconfitti se non fossero riusciti a segnalare le loro terribili condizioni a un incrociatore francese. Su quel massiccio dove per quaranta giorni vive la popolazione di sette villaggi, in un’improvvisata comunità, si ripete in miniatura la storia dell’umanità, con i suoi eroismi e le sue miserie, con le sue vittorie e le sue sconfitte, ma soprattutto con quell’afflato religioso che permea la vita dell’universo e dà a ogni fenomeno terreno un significato divino che giustifica il male con una lungimirante, suprema ragione di...

I quaranta giorni del Mussa Dagh

I quaranta giorni del Mussa Dagh

Autore: Franz Werfel ,

Numero di pagine: 910

Primavera 1915. Gabriel Bagradian, un armeno da tempo stabilitosi all'estero, è in visita nel villaggio natale con la moglie francese e il figlioletto quando il governo ottomano dà inizio alla deportazione e allo sterminio degli armeni. Bagradian si trova così a guidare l'eroica resistenza di alcune migliaia di armeni asserragliati sul monte Mussa Dagh. Grande poema corale brulicante di personaggi indimenticabili, I quaranta giorni del Mussa Dagh, pubblicato nel 1933, è una vibrata, profetica denuncia di tutti i genocidi della storia e un inno alla determinazione dell'uomo e alla sua capacità di resistere.

Verdi

Verdi

Autore: Franz Werfel ,

Numero di pagine: 379

Colto nel periodo più intenso della sua vita, quello che precede la creazione dell’Otello, il grande musicista italiano viene rievocato in questo libro in modo davvero appassionato. L’azione si concentra in pochi mesi nella spettacolare cornice della Venezia di fine Ottocento che Wagner aveva eletto a palcoscenico dei suoi trionfi. L’autore immagina che Verdi vi si rechi in incognito a studiare il rivale, convinto che la propria vena creativa sia esaurita. Werfel descrive con grande realismo e maestria l’elettrizzante atmosfera del mondo musicale italiano di fine secolo e la pittoresca vita popolare veneziana, creando a una serie di personaggi secondari che con la loro vivacità psicologica e narrativa contribuiscono a conferire pieno rilievo all’unico vero protagonista. Il conflitto tra i due musicisti diventa la chiave interpretativa del romanzo fino a quando Verdi, riacquistata la consapevolezza della propria arte e della propria indipendenza spirituale, si recherà a incontrare il grande nemico-amico e apprenderà della sua morte. In occasione del bicentenario verdiano un grande romanzo che in un magistrale intreccio di storia e fantasia celebra il genio e l’opera ...

Giornate di archeologia

Giornate di archeologia

Autore: AA. VV. ,

Numero di pagine: 257

I contributi dei partecipanti alla sesta edizione delle Giornate di archeologia, arte e storia del Vicino e Medio Oriente che si sono tenute a Milano dal 22 al 24 ottobre 2020. Il volume contiene gli interventi dei partecipanti alla VI edizione delle “Giornate di archeologia, arte e storia del Vicino e Medio Oriente”, svoltasi dal 22 al 24 ottobre 2020 in forma “virtuale”. Una veste inedita per un’edizione già straordinaria che si è inserita nelle celebrazioni per i 100 anni della rivista Terrasanta (1921-2021), e che ha trattato argomenti di grande rilevanza grazie a ospiti collegati da tutta Italia che si sono avvicendati nelle quattro sessioni previste. Il tema di giovedì 22 ottobre (Il Santo Sepolcro: nuovi studi e restauri) ha costituito un approfondimento sulla basilica della Risurrezione, con il contributo di alcuni degli studiosi coinvolti nei lavori che hanno interessato, e interesseranno, la più importante chiesa di Gerusalemme. Venerdì 23 si è parlato di Minoranze etniche e religiose in Medio Oriente: realtà, diritti e informazione, con una serie di interventi di taglio storico e geopolitico che hanno abbracciato la realtà di copti, armeni, curdi e...

Storia della letteratura tedesca dal 1870 al 1933 (Illustrato)

Storia della letteratura tedesca dal 1870 al 1933 (Illustrato)

Autore: Enrico Rocca ,

INDICE DALLA GUERRA DEL 1870 ALLA GUERRA DEL 1914 GLI EPIGONI E I RIBELLI HAUPTMANN E GLI SBOCCHI DEL NATURALISMO. FRANK WEDEKIND, IL PRECORRITORE CREPUSCOLO LIRICO DI UN IMPERO STEFAN GEORGE E LA SUA CERCHIA RILKE, LE COSE, DIO COSMICI, ESOTERICI, VEGGENTI VISIONI DALLO SPARTIACQUE MORBI E GUARIGIONI. EVOLUZIONI DELLA BORGHESIA: I DUE MANN JACOB WASSERMANN O DEL ROMANZESCO DONNE SCRITTRICI E RICCARDA HUCH NEOCLASSICISMO E MISTICISMO STRAPAESANO LETTERATURA DELLA CRISI L’EVASIONE DALLA REALTÀ LIRICA ESPRESSIONISTA UMANITÀ DI FRANZ WERFEL IL DRAMMA ALLA RINCORSA DELLA VITA LA VITA SULLE ORME DEL DRAMMA IL FENOMENO KAISER. DAL ROMANZO SINTETICO ALLA PROTESTA SOCIALE PONTI TRA L’ESPRESSIONISMO E LA NUOVA OBIETTIVITÀ ROMANZI POLITICI APPENDICE STEFAN ZWEIG MORTE DI STEFAN ZWEIG. IL MEDICO POETA HANS CAROSSA ERICH KAESTNER HERMANN KESTEN JOSEPH ROTH I II III ANTOLOGIE TEDESCHE ZOLLA E DESTINO KARL BENNO VON MECHOW NUOVI ORIZZONTI DI FALLADA. RICHARD BILLINGER NAZISMO E LETTERATURA

Il canto di Bernadette

Il canto di Bernadette

Autore: Franz Werfel ,

Numero di pagine: 723

Il classico di tutti i tempi sulle apparizioni di Lourdes. La storia eccezionale della figlia analfabeta di un povero mugnaio, Bernadette Soubirous, dapprima accusata di pazzia, isolata e minacciata per aver raccontato le sue visioni della Vergine Maria in una misera grotta, poi seguita da schiere di fedeli, infine proclamata santa. Concepito dall’ebreo Franz Werfel mentre si nascondeva nella cittadina dei Pirenei per sfuggire al nazismo, questo coraggioso racconto di eventi miracolosi è – per le circostanze in cui è stato scritto – un miracolo esso stesso. “...Una signora giovanissima, fine, delicata e gentile di aspetto, di carne e d’ossa, piccola piuttosto di statura poiché sta ritta senza sforzo nello stretto ovale della nicchia...”

Piccoli amori

Piccoli amori

Autore: Franz Werfel ,

Numero di pagine: 108

Un interno elegante, una agiata famiglia borghese, nella Praga dei primi decenni del Novecento: il torpore di una adolescenza troppo protetta – quella di Hugo – si infrange d’improvviso all’irrompere della bellezza femminile – quella di Erna, la giovane donna che è stata destinata al ragazzo come istitutrice. L’incontro con Erna si trasforma presto per Hugo in una infatuazione, che lo porterà a idealizzare tutto ciò che la circonda, inclusi i suoi amanti, dei quali si farà ingenuo complice. Quando le fugaci, eppur rischiose trame d’amore della ragazza la porteranno a cozzare contro le norme di un ordine borghese, Hugo dovrà accettare il distacco da Erna, l’estromissione di lei da un mondo che ora gli sembra angusto. Ma quell’incontro ha lasciato, nell’inconsapevole Hugo, un segno indelebile. Egli ha gettato uno sguardo fuori di casa – là dove piccole vite si spendono in piccoli amori – ed è ormai cambiato. Nell’arco breve della vicenda, si è avviata la sua educazione sentimentale.

Mussa Dagh

Mussa Dagh

Autore: Flavia Amabile , Marco Tosatti ,

Numero di pagine: 154

A sequel to the authors' work "La vera storia del Mussa Dagh", the book briefly describes the defense of Musa Dagh in 1915, the rescue of the survivors by French ships that carried them to Port Said in Egypt, the forming of the Armenian Legion and its fate, the return of families to Musa Dagh and their eventual relocation in 1939 to the village of Anjar in Lebanon.

Una scrittura femminile azzurro pallido

Una scrittura femminile azzurro pallido

Autore: Franz Werfel ,

Numero di pagine: 128

Nella Vienna degli anni Trenta un appagato funzionario ministeriale, assurto ai vertici della burocrazia statale grazie al conveniente matrimonio con una rampolla dell’alta società, riceve una lettera. Il cuore si ferma, dentro di lui, quando sulla carta della busta riconosce una scrittura femminile azzurro pallido. Quella grafia gli ricorda una donna, forse l’unica che abbia mai amato, l’unica che abbia mai dato colore a un’esistenza altrimenti dominata dal grigiore del lavoro e della carriera. In quella lettera, dai toni freddi e distaccati, la donna gli chiede di intercedere in favore di un giovane diciottenne la cui madre è ebrea. Chi è quel misterioso giovane? Forse dietro di lui si cela il figlio che l’uomo potrebbe aver avuto da quella relazione tanto appassionata, ma scomoda e troppo presto dimenticata? Maestro nel raccontare le passioni del cuore umano, Werfel ci consegna qui uno dei suoi capolavori assoluti.

La strada di Smirne

La strada di Smirne

Autore: Antonia Arslan ,

Numero di pagine: 288

La fuga è finita. Al sicuro sulla nave che li condurrà in Italia, Shushanig e i suoi figli si lasciano alle spalle le atrocità che hanno sconvolto la loro vita e quella di tante famiglie armene. Mentre i figli di Shushanig si adattano dolorosamente alla nuova realtà, Ismene, che li ha strappati alla morte, cerca di salvare altre vite, prendendosi cura degli orfani che vagano per le strade di Aleppo. Una testimonianza, appassionante come un romanzo, sulle vicende di un popolo condannato all'esilio, dalla penna coinvolgente di una scrittrice coraggiosa.

Genocidio. Conoscere e ricordare per prevenire

Genocidio. Conoscere e ricordare per prevenire

Autore: Flavia Lattanzi ,

Numero di pagine: 144

Il presente libro prende spunto dai lavori di un Seminario organizzato presso l’Università Roma Tre sui tragici eventi occorsi nel secolo scorso, allorché le forze nazi-fasciste organizzarono e realizzarono, prima in Germania e poi in Europa, grazie anche alla debole resistenza (se non indifferenza) degli Stati democratici, la loro politica razzista e genocidiaria. Il fallimento della Conferenza di Evian, la successiva Conferenza di Monaco che ha permesso il trasferimento dei Sudeti alla Germania, la Notte dei cristalli, l’occupazione del resto della Cecoslovacchia, il caso dei rifugiati ebrei del transatlantico Saint Louis sono alcuni di questi terribili eventi che hanno caratterizzato quel periodo aprendo la strada delle forze nazi-fasciste alla pulizia dell’Europa occupata dagli Ebrei, dai Gipsy, dagli omosessuali, dai disabili e dissidenti politici, con il ricorso a crimini contro l’umanità, a crimini di guerra e al genocidio. Partendo da questi eventi, il libro si occupa di altri casi di pulizia etnica precedenti la Shoah (come quella degli Armeni del 1915-1916), di quelle più recenti (in particolare quelle degli anni 1990’s in Bosnia-Eerzegovina) e quelle in...

Il bibliotecario di Auschwitz

Il bibliotecario di Auschwitz

Autore: Andrea Frediani ,

Numero di pagine: 320

Un romanzo ispirato a una storia vera sulla tragica realtà dei campi di sterminio «Andrea Frediani è un grande narratore.» Corrado Augias 1944. Il professore ebreo Isaia Maylaender, tornato in Ungheria da Fiume per stare vicino agli anziani genitori, si trova nel posto sbagliato al momento sbagliato e finisce con loro ad Auschwitz-Birkenau. Maylaender è un uomo brillante, abituato agli agi, e la realtà spietata e disumana del lager minaccia di consumarlo. Giorno dopo giorno, la costante lotta per la sopravvivenza in condizioni degradanti lo spinge sull’orlo dell’abisso. Quando ormai tutto sembra perduto, una proposta inaspettata riaccende in lui la speranza: Hillgruber, un ufficiale delle SS, gli affida il compito di catalogare i libri requisiti nel ghetto di Cracovia e di organizzarli in una biblioteca che offra ai soldati nazisti distrazioni più elevate del gioco e del bordello. L’iniziativa colma di entusiasmo il professore, che spera, grazie ai libri, di rendere più umane le SS. Mentre Maylaender si getta a capofitto nella missione, e i sovietici si avvicinano sempre di più al lager, Hillgruber gli assegna altri due incarichi: fare da precettore al figlio e...

1918

1918

Autore: AA. VV. ,

Numero di pagine: 312

Per l’Europa centrale, l’autunno del 1918 rappresentò non solo la fine di un’epoca incarnata dalle dinastie imperiali ma anche l’inizio di un mondo nuovo. Si mescolarono e sovrapposero elementi antichi e moderni, residui dell’ancien régime e manifestazioni della nascente società di massa e consumistica, visioni apocalittiche e utopie. Sullo sfondo della sconfitta militare, del crollo di imperi secolari, di rivoluzioni nazionali e sociali, emersero le grandi questioni del primo dopoguerra: tensioni sociali, nazionalismo ed europeismo, traumi postbellici, problematiche di genere, conflitti etnici e generazionali, avanguardie artistiche, memoria e rappresentazione. Da una prospettiva storica e letteraria, i saggi qui raccolti invitano a interrogarsi su questi temi che, a più di cent’anni da quella cesura che sconvolse l’Europa, continuano ad animare il dibattito politico e culturale della contemporaneità.

La strage dei cristiani

La strage dei cristiani

Autore: Andrea Riccardi ,

Numero di pagine: 238

Nella Turchia sudorientale c'è una delle più belle città del Medio-Oriente. È Mardin. Oggi la sua popolazione è in grande maggioranza musulmana, ma nel 1915, quando fu teatro degli avvenimenti evocati da Riccardi, i cristiani avevano nove chiese, tre conventi e formavano una sorta di catalogo vivente del Cristianesimo: armeni in buona parte, ma anche cattolici di rito latino, ortodossi, assiri, siriaci, caldei. Questo libro è innanzitutto un'opera di pietà storica per ricordare il destino subito allora dai cristiani d'Oriente, ma anche per gettare luce sulla sorte che in anni più recenti ha travolto i cristiani di questi luoghi. Sergio Romano, "Corriere della Sera" Può apparire una storia lontana, in un contesto oscuro e largamente rimosso. Ma così non è. La storia di Mardin, mostrando le complessità di allora, proietta questioni irrisolte sul presente e ci interroga sulle dinamiche della violenza e dell'odio. Umberto Gentiloni, "La Stampa" Andrea Riccardi dimostra che si può scrivere un libro di storia, rigoroso e robusto nelle fonti, che sia anche di strettissima attualità. Alcune pagine sembrano tratte dalle tristi cronache attuali, che dalle vicine terre...

Quei piccoli grandi eroi che salvarono i libri

Quei piccoli grandi eroi che salvarono i libri

Autore: David Fishman ,

Numero di pagine: 384

La storia vera della brigata della carta che salvò migliaia di libri dal regime nazista Vilnius, 1941. Le armate tedesche entrano nella capitale lituana e cominciano a saccheggiare la città ricca di tesori d’arte. Nel frattempo gli ebrei vengono ammassati nei ghetti, e sparatorie e uccisioni sono all’ordine del giorno. Nelle biblioteche della città, i direttori Herman Kruk e Zelig Kalmanovich provano a salvare dei libri, nascondendoli ai nazisti. Quando però gli ufficiali della Einsatzstab Reichsleiter Rosenberg, l’unità speciale nazista incaricata delle confische e dei saccheggi di opere dell’ingegno, iniziano a distruggere documenti importanti, Kruk si impegna a sabotare i loro piani. Nasce così la “Brigata della Carta”, un gruppo di uomini e donne che decidono di sfidare la morte per salvare i libri. Costretti a lavorare in condizioni estreme, mettono in atto delle astute strategie per salvare il patrimonio culturale ebraico; con il passare del tempo, la brigata diventa una vera e propria forma di resistenza. Nemmeno la brigata, però, può nulla di fronte alla liquidazione nel ghetto di Vilnius. Alcuni membri si danno alla fuga, altri decidono di rimanere nel ...

Il cervello di Carnè. Letterario 1941-1943

Il cervello di Carnè. Letterario 1941-1943

Autore: ugo Casiraghi ,

Il cervello di Carné rende omaggio a una cultura del cinema che prende forma negli anni più duri della Seconda guerra mondiale. Le lettere qui raccolte provengono dall’archivio personale di Ugo Casiraghi – futuro critico cinematografico de l’Unità – ed erano destinate all’amico Glauco Viazzi, riconosciuto critico letterario nel dopoguerra. Siamo negli anni del conflitto e i due giovani sono letteralmente tenuti in vita dalla passione per il cinema, tra esami da sostenere, vicende personali e la guerra, in casa e al fronte. Il “cervello” del titolo è un omaggio alla cultura e al cinema francese, strenuamente cercato nelle sale cinematografiche fatiscenti di una Milano sventrata dai bombardamenti. Una cultura e un cinema presenti ossessivamente nelle lettere, anche oltre i dettami ideologici e le censure di guerra. Il cervello di Carné è anche la metafora della macchina razionale che costruisce il pensiero critico, la partitura letteraria e il senso delle parole nelle lettere che leggerete. Tra le righe si snoda un pensiero ricco, complesso, talvolta involuto, come quello di intelligenze e culture nella stagione più fertile. È la vivacità impetuosa e scomposta ...

Repertorio bibliografico della letteratura tedesca in Italia (1900-1965)

Repertorio bibliografico della letteratura tedesca in Italia (1900-1965)

Autore: Istituto italiano di studi germanici ,

Sconfiggere Hitler

Sconfiggere Hitler

Autore: Avraham Burg ,

Numero di pagine: 256

La memoria della Shoah ha reso Israele indifferente alle sofferenze altrui. Il paese nella sua instabilità è ormai simile alla Germania degli anni Trenta. Il sogno e l’ideologia sionista hanno fallito. È il momento di abbandonare l’antica mentalità del ghetto accerchiato e di rivalutare la figura universalistica dell’ebreo della diaspora. Sono tesi molto provocatorie, che hanno suscitato un enorme dibattito e innumerevoli polemiche a partire dalla pubblicazione di Sconfiggere Hitler in Israele, nel 2007. L’autore, notissima figura pubblica israeliana, ex presidente del Parlamento, figlio di un uomo politico di grande influenza, ha avviato una critica radicale ai fondamenti attuali dello Stato di Israele, alla sua identità collettiva definita, sessanta anni dopo Auschwitz, quasi esclusivamente in rapporto all’Olocausto. Inoltre, criticando la svolta nazionalistica ed etnica presa dal paese nel corso degli ultimi decenni, Burg si oppone alle nuove «teorie razziali ebree» degli estremisti religiosi e stigmatizza l’uso della forza militare. Sconfiggere Hitler è però anche un libro di ricordi in cui l’emozione e l’affetto frenano l’indignazione politica e...

Gli armeni

Gli armeni

Autore: Yves Ternon ,

Numero di pagine: 448

Stanziati fin dal VII secolo a.C. in una regione fra il Caucaso e la Mesopotamia, gli armeni subirono la dominazione prima araba e poi ottomana; erano considerati dai turchi responsabili di gravi colpe: professavano la religione cristiana, parlavano una lingua diversa e perpetuavano le tradizioni di una propria cultura millenaria. Ma soprattutto impedivano con la loro presenza il ricongiungimento di Istanbul con i popoli turcofoni dell'Asia centrale. Fu così che tra la primavera del 1915 e l'autunno del 1916, per volontà del movimento ultranazionalista dei Giovani Turchi, quasi un milione e mezzo di cittadini armeni dell'Impero ottomano fu sterminato. Si trattò a tutti gli effetti del primo genocidio del Ventesimo secolo e prefigurò sinistramente gli altri a venire. Parlarne, però, è stato per decenni, se non proibito, considerato inopportuno, e l'ostinato negazionismo storico dei regimi turchi è stato affiancato dai contorsionismi dei governi europei volti a dissimulare l'accaduto. In questo libro Yves Ternon ricostruisce con passione civile la vicenda di un popolo perseguitato e racconta la pagina più tragica della sua storia, stimolando la riflessione su un tema di...

Vendetta armena

Vendetta armena

Autore: Guido Airoldi ,

Numero di pagine: 248

Ridley Chalmers, agente investigativo dei Servizi segreti britannici, è inviato a Istanbul per ritrovare il collega Tim Scott, misteriosamente scomparso. Nel corso della missione scopre un traffico di missili sul quale è incaricato di indagare. Incontra Melina, una giovane greca di origine armena, e se ne innamora. Anche la ragazza è coinvolta in una oscura vicenda e ne perde le tracce. La storia si sviluppa attraverso appassionanti colpi di scena e fughe avventurose fino al clamoroso esito finale.

La prima guerra mondiale

La prima guerra mondiale

Autore: Norman Stone ,

Numero di pagine: 208

La prima guerra mondiale ha rappresentato la travolgente catastrofe da cui è scaturito tutto il resto nel ventesimo secolo. Dieci milioni di combattenti sono morti, altri venti milioni sono rimasti feriti, quattro imperi sono andati distrutti e anche gli imperi dei vincitori ne sono usciti fatalmente danneggiati. Ne è derivato un nuovo mondo, così come nuovo era stato il tipo di conflitto. Dal punto di vista militare, la comparsa delle trincee, dei gas venefici, delle granate, dei carri armati, dei sottomarini ha trasformato radicalmente la natura dello scontro. L’evidente complessità e la portata della guerra hanno spinto gli storici a scrivere saggi ponderosi per raccontarla su una scala proporzionata. Diversamente Norman Stone, uno dei maggiori storici britannici, ha assolto il pressoché impossibile compito di comporre una breve storia del conflitto, in modo conciso e brillante, esprimendo giudizi netti e dando vivacità al racconto. In meno di duecento pagine condensa e distilla il sapere di una vita di insegnamento, discussioni e riflessioni su un evento propriamente epocale, a proposito del quale è opportuno, a cent’anni di distanza, rinfrescare la memoria.

Il genocidio dei cristiani

Il genocidio dei cristiani

Autore: Benny Morris , Dror Zeevi ,

Numero di pagine: 816

Genocidio: una parola che colleghiamo istintivamente ai più oscuri passaggi della storia mondiale. Come il massacro degli armeni in Turchia tra il 1915 e il 1916, uno sterminio del quale ancora si discute, tra tesi negazioniste e interferenze politiche. Ma siamo sicuri che quel biennio di atrocità sia un evento isolato? In effetti, tra il 1894 e il 1924, l'Anatolia fu attraversata a più riprese da venti di morte. Episodi fin qui analizzati come distinti - avvenuti sotto governi differenti e "giustificati" alla luce di specifiche contingenze storiche - ma collegati da un terribile fil rouge. Quei trent'anni segnarono in realtà lo sviluppo di un progetto organico di sterminio, volto alla creazione di uno Stato omogeneo dal punto di vista etnico e religioso. Cominciato con i massacri hamidiani sotto il regno del sultano Abdülhamid II, proseguito durante gli anni dei Giovani turchi e culminato quando al potere era già salito Atatürk, quel piano coordinato decimò la componente cristiana della popolazione, mietendo oltre due milioni di vittime. Retate, stragi, saccheggi, conversioni forzate, stupri, rapimenti e deportazioni hanno insanguinato la Turchia per mano di funzionari...

Praga alla fiamma

Praga alla fiamma

Autore: Luca Ragagnin ,

"L'ultima volta che sono venuto a Praga, caro signore, ci sono arrivato per dimenticare. Praga eÌ una cittaÌ talmente gravida di personalitaÌ e vicende da raccontare, che non ne conosco una migliore per scordarsi le proprie". E di vicende, Luca Ragagnin, in questo volume, ne infila decine e decine, attingendo alla letteratura e alla poesia di un paese, l'ex Cecoslovacchia, che nella sua piccola estensione geografica éÌ riuscito a produrre una messe abbondante e importante di autori. Ragagnin ne ha scelti 53: li ha introdotti, antologiz- zati e cucinati, creando per ognuno di loro, con la sua penna agrodolce e tragicomica, una ricetta per il palato e per la memoria.

Cruciverba

Cruciverba

Autore: Leonardo Sciascia ,

Numero di pagine: 358

Utilizzando la Storia come un gigantesco cruciverba in cui orizzontali e verticali sortiscano contatti e cortocircuiti tra eventi e personaggi distantissimi, Sciascia ci ha consegnato con questa raccolta di saggi uno dei suoi libri insieme più articolati e conversativi. Ogni saggio è connotato da una figura, un tema o un tempo dominanti: ma, attraverso una rete disposta con un’erudizione pari solo alla naturalezza che la dissimula, ecco che decine di altre figure, altri temi, altri tempi vengono a materializzarsi sulla scena. Così, muovendo dalle idee di Luciano sulla religione cristiana Sciascia riesce a parlare di Leopardi, Voltaire, Monti e Settembrini; riesumando la «Storia del Vespro» associa il nome del suo autore, il grande storico siciliano Michele Amari, a quelli di Verdi e De Sanctis, in una triade che è la più rappresentativa di tutto il secondo Ottocento italiano; rievocando la drammatica avventura dell’Invincibile Armata si appoggia a un formidabile libro del misconosciuto Franz Zeise; e così via, in una fantasmagoria dove, ora sullo sfondo ora in primo piano, possiamo scoprire i segreti psicologici e iconologici del «Ritratto d’ignoto» di Antonello da ...

Il paese perduto. A cent'anni dal genocidio armeno

Il paese perduto. A cent'anni dal genocidio armeno

Autore: Antonia Arslan , Francesco Berti , Paolo De Stefani ,

Numero di pagine: 150

Cent’anni di storia, prima dimenticata, poi negata nonostante la mobilitazione internazionale. Anche di recente, con la dura risposta turca alla condanna di papa Francesco. I responsabili sono rimasti pressoché impuniti, i manuali di storia hanno esitato a raccontare ed il governo turco ancora oggi non riconosce il termine di “genocidio”. L’obiettivo del libro è ripercorrere il discorso che attorno al tema del genocidio armeno si è sviluppato nel corso degli anni, avvalendosi del contributo di alcuni dei maggiori studiosi internazionali in materia, tra cui Yves Ternon, Halil Berktay, Jann Jurovics, Antonia Arslan, Marcello Flores. Un libro a più voci che affronta alcuni aspetti del genocidio a un secolo di distanza dagli eventi che hanno portato allo sterminio di più di un milione di armeni nel territorio dell’impero ottomano.

La famiglia F.

La famiglia F.

Autore: Anna Foa ,

Numero di pagine: 184

La storia della sinistra italiana è anche una storia di famiglia. È il caso della famiglia Foa, in cui la passione politica e l'impegno civile si sono intrecciati così fortemente con lo svolgimento della vita privata da governarne le relazioni e i sentimenti. Letteralmente 'nata dalla Resistenza', Anna Foa, oltre settant'anni dopo, ha voluto ricostruire in questo libro, attraverso un memoir sulla storia della sua famiglia, un pezzo di storia della sinistra italiana. Sergio Luzzatto, "La Stampa" Anna Foa illumina un'Italia da ricordare con un libro di assoluta bellezza formale, di grande coraggio e sincerità. Wlodek Goldkorn, "L'Espresso" Vittorio e Lisetta, uniti dalla lotta antifascista. E nonni, zii, fratelli: patrioti, intellettuali, militanti. Da storica, Anna Foa racconta una famiglia straordinaria. La sua. Simonetta Fiori, "il venerdì di Repubblica"

L'uomo che sfidò i nazisti

L'uomo che sfidò i nazisti

Autore: Artemis Joukowsky ,

Numero di pagine: 320

Da questo libro la docufiction in onda su Netflix La vera storia della coppia che ha salvato centinaia di ebrei dalla persecuzione nazista Nel 1939 Waitstill Sharp, giovane ministro della Chiesa unitariana, e sua moglie Martha accettano di partecipare a una delicata missione in Europa. Lasciano così i propri figli a Wellesley, in Massachusetts, e vanno a Praga per tentare di aiutare i tanti rifugiati perseguitati dal regime di Hitler. Con un budget iniziale di 40.000 dollari, Waitstill e Martha imparano presto a operare in segreto e ad affrontare situazioni ad alto rischio. Sfuggiti per miracolo alla Gestapo, i coniugi Sharp non si arrendono ma sono costretti ad abbandonare la Cecoslovacchia e a ripiegare l’anno dopo nella Francia occupata dai nazisti, dove continuano il loro lavoro paziente e coraggioso. Una storia di resistenza che descrive come una semplice coppia, ispirata dai principi della propria fede e dal sentimento di giustizia sociale, riuscì a salvare centinaia di ebrei e dissidenti politici dall’orrore nazista. Un’incredibile testimonianza di coraggio e sopravvivenza nell’inferno nazista «Un libro che narra e celebra giustamente una coppia di persone che ha ...

Suite francese

Suite francese

Autore: Irène Némirovsky ,

Numero di pagine: 512

“Cosa mi combina questo paese? Osserviamolo freddamente, guardiamolo mentre perde l’onore e la vita” Suite francese è il titolo dei primi due “movimenti” di quello che avrebbe dovuto somigliare a un poema sinfonico, composto di cinque parti, di cui solo le prime due sono state completate. è il romanzo della riscoperta della Némirovsky che, dopo mezzo secolo di oblio, viene poi ripubblicata in oltre quaranta lingue. La figlia maggiore, Denise, aveva conservato il quaderno contenente il manoscritto, assieme ad altri scritti della madre, per cinquant’anni senza guardarlo, pensando che fosse un diario, troppo doloroso da leggere. Con sguardo lucido e persino distruttivo, Némirovsky tratteggia implacabile una grande civiltà in sfacelo. Il primo “movimento” difatti racconta in un grande affresco corale l’esodo di massa dei francesi che, all’arrivo delle truppe naziste, si spostano con tutto quanto, in un trasferimento di dimensioni bibliche. La seconda parte, invece, descrive i primi mesi dell’occupazione in una piccola città della campagna francese. I protagonisti sono due donne, la vedova Angellier e sua nuora, Lucile, e un ufficiale tedesco, Bruno von...

Darei la vita

Darei la vita

Autore: Cinzia Tani ,

Numero di pagine: 432

"Dietro a un grande uomo c'è sempre una grande donna": è una frase celebre attribuita a Virginia Woolf, e spesso di queste donne si conosce a malapena il nome. Mogli o amanti che hanno avuto un ruolo importante nella vita di pittori, scrittori, compositori, scultori, psicologi, scienziati di cui a volte hanno condiviso, nell'ombra, anche i talenti. Vite intense, appassionate, a volte drammatiche, altre frustranti, raramente illuminate di riflesso dalla fama dei compagni. Alcune delle loro esistenze, che vanno da inizio Ottocento all'ultimo quarto del Novecento, sono riportate alla luce in questo libro, che ricostruisce attraverso le loro straordinarie vicende d'amore una sorta di "controstoria" dell'arte, della letteratura e della scienza dell'epoca. Meriti immensi mai riconosciuti per qualcuna, come Mileva Marić, compagna di Albert Einstein, che presto abbandonò le sue aspirazioni scientifiche per appoggiare quelle del padre della relatività. Infedeltà da sopportare per alcune, o da infliggere per altre - come Oona O'Neill, che abbandona J.D. Salinger per sposare diciottenne Charlie Chaplin. Alcune, più o meno consapevolmente, rinchiuse nel loro ruolo di fonte di...

Romanzo diffuso e agenzie letterarie

Romanzo diffuso e agenzie letterarie

Autore: Ezio Saia ,

E' un saggio culturale volto ad analizzare l'attuale disastro della cultura della quale non si sa più dare definizione. Abbiamo vissuto per un cinquantennio sotto la cupola culturale della sinistra che ci schiacciava, prima con la follia del romanzo doverosamente impegnato a sinistra ed oggi con editori ed agenzie letterarie paurosi che chiedono romanzi disimpegnati, avvincenti, corti, con pochi personaggi, da consumare con golosità come se fossero gelati. Nel saggio, individuo nel romanzo diffuso. Che descrivo. Una delle vie possibili per tornare a far grande romanzo, sollecitando il coinvolgimento culturale del lettore e non il suo abbandono al dolce gusto del gelato.

Il professore e il patriarca

Il professore e il patriarca

Autore: Andrea Riccardi ,

Due persone molto diverse s'incontrarono nell'agosto 1968 ad Istanbul, crocevia di storie e mondi: il professore francese, Olivier Clément, quarantasette anni, e il patriarca ortodosso di Costantinopoli, Athenagoras, ottantadue anni, vissuto tra l'Oriente ottomano e nazionalista, gli Stati Uniti e infine la Turchia. Il motivo era un'operazione editoriale. Ma fu un incontro da cui scaturì un messaggio che parla ancora oggi. Sullo sfondo la "rivoluzione" del '68. Nel colloquio affiorano molte domande sul futuro del mondo, sul cristianesimo in un tempo non più religioso o religioso in modo diverso. Oriente e Occidente si parlano. In queste pagine si ripercorrono anche le storie dei due personaggi. Dal loro intreccio, sgorga un messaggio di umanesimo spirituale. Quale futuro per il cristianesimo, l'Occidente e l'Oriente alle prese con l'Islam? Stupisce l'emergere, durante la guerra fredda, della percezione dell'aurora di un mondo globale. Per me, scrivere questo libro è stato immergermi in una vicenda personalmente rilevante. La mia esistenza di giovane (allora) e di credente è passata attraverso il '68, le sue discussioni e crisi. Nel clima del Vaticano n, ho sentito come il...

Il secolo armato

Il secolo armato

Autore: Enzo Traverso ,

Numero di pagine: 240

Nel 1989, la caduta del Muro di Berlino ha messo fine al xx secolo. Ciò che sino al giorno prima era percepito come presente è diventato storia. Scossa da questa svolta, la storiografia ha dovuto rivedere i propri paradigmi, interrogarsi sui propri metodi, ridefinire i propri campi di ricerca. Le rigide partizioni della guerra fredda sono state sostituite da un mondo “liquido” e la nuova storia globale, al posto di un secolo diviso in blocchi, inizia a vedere una rete di scambi economici, di movimenti migratori, di ibridazioni culturali su scala planetaria.La storia fondata sulla “lunga durata” ha lasciato spazio alla riscoperta dell’avvenimento, imprevedibile, eruttivo e spesso enigmatico. Parallelamente, la memoria è divenuta un prisma privilegiato attraverso cui rileggere il passato. Una volta entrata nell’officina della storia, essa ha ridisegnato il profilo del xx secolo come tempo di violenza e di vittime. In questo libro, Enzo Traverso ricostruisce magistralmente il quadro d’insieme dei mutamenti che sono al centro dei grandi dibattiti storiografici attuali. Affronta le grandi categorie interpretative, sia classiche (come rivoluzione, fascismo) sia nuove...

Ultimi ebook e autori ricercati