Scarica Libri Gratuiti

Scarica libri ed ebooks (I migliori libri in formato PDF, EPUB, etc)

Cerca negli ebook:

Numero totale di libri trovati 40 per la tua ricerca. Scarica gli ebook e divertiti!
Intraprendere cultura

Intraprendere cultura

Autore: Laura Bovone ,

Numero di pagine: 270

Il futuro delle città metropolitane di rango europeo è sempre più caratterizzato dalla espansione di attività economiche legate alla produzione di beni e servizi culturali. Si tratta di prodotti che traggono il loro valore aggiunto principalmente dagli elementi simbolici che contengono, spesso amplificati dalla comunicazione e dai rapporti fiduciari tipici della vita urbana. Questo percorso è cruciale anche per la città di Milano, nella quale già oggi esiste un ampio tessuto di imprese grandi e piccole che per circa un terzo appartengono al variegato mondo dell'industria culturale, comprendente le filiere della moda, del cibo, del turismo, dell'arredamento, dell'editoria, dell'informatica. Si tratta di settori altamente creativi e competitivi che nel loro insieme formano la bandiera del made in Italy. Nato dalla realizzazione del progetto europeo ICISS - ADAPT, il volume documenta la crescente importanza economica acquisita dalle imprese milanesi che operano nei diversi comparti dell'industria culturale e racconta gli elementi che rendono un crescente numero di imprenditori pienamente consapevoli di essere dei veri e propri intermediari culturali: soggetti capaci di...

Gli attrezzi per vivere. Forme della produzione culturale tra industria e vita quotidiana

Gli attrezzi per vivere. Forme della produzione culturale tra industria e vita quotidiana

Autore: E. Mora ,

Numero di pagine: 296
Meridiana 89: Cosmopolitismi

Meridiana 89: Cosmopolitismi

Autore: Autori Vari ,

Numero di pagine: 241

In questo numero di «Meridiana» proviamo a raccontare l’emergere, nell’ultimo ventennio, di una chiave di lettura per le scienze sociali di molti fenomeni, raccolti sotto l’etichetta di «cosmopolitismo», cercando di capire le ragioni di una vera esplosione bibliografica e il senso che si racchiude sotto un termine-chiave evidentemente troppo amplio per poter essere uniforme nella sua applicazione. Si tratta di un concetto la sua cui poliedrica ambiguità possiamo attribuire a conglomerati concettuali anche molto distanti. C’è chi ha dato del cosmopolitismo una lettura emi- nentemente politica e normativa, vale a dire l’ingresso in un quadro globale di governance planetaria. Altri hanno visto nel cosmopolitismo il riemergere all’attenzione analitica del vecchio quadro cinico-stoico del «cittadino del mondo», vale a dire una prospettiva sostanzialmente individuale ed esistenziale. Qualcuno ha puntato più decisamente sulla novità del fenomeno, individuando nel cosmopolitismo il quadro che rende possibili nuove configurazioni transnazionali soprattutto tra movimenti sociali, per cui è cosmopolita l’approccio delle comunità virtuali o del movimento no global....

Spazio pubblico e interculturalità

Spazio pubblico e interculturalità

Autore: Martina Polimeni ,

Numero di pagine: 232

Multiculturalità e spazio pubblico sono un tema che sarà sempre più presente nel futuro delle città, dove la presenza multietnica richiede soluzioni efficaci per l’integrazione. Questo libro affronta con rigore e passione un tema non facile e prende spunto dal caso della Danimarca dove all’intolleranza si è sostituita una forte capacità di integrazione e di condivisione di culture, abitudini, costumi. È un’analisi attenta degli errori fin qui fatti e di quelli che andrebbero evitati nella progettazione delle nuove realtà metropolitane dove lo spazio publico va offerto per essere vissuto in un ambito di pacifico scambio di cultura e tradizioni. L’ indicazione che viene dal Superkilen Park di Copenhagen, sorto nel difficile quartiere di Nørrebro, è certamente un esempio che presenta molteplici piani di lettura, ma che dimostra come la creatività e uno spirito di integrazione possano trasformare un ghetto in un’area dove diventa desiderabile vivere.

Politicamente corretto

Politicamente corretto

Autore: Jonathan Friedman ,

Un’analisi originale del politicamente corretto come forma di comunicazione e come riflesso delle profonde trasformazioni all’opera negli ultimi decenni nel contesto delle società occidentali. A partire da una prospettiva originale come quella svedese, e da una serie di situazioni vissute in prima persona, l’antropologo Jonathan Friedman analizza il politicamente corretto come una particolare realtà sociale, e come uno strumento politico nelle mani delle nuove élite. Una realtà sintomatica di un insieme di fenomeni (l’immigrazione, il multiculturalismo, la segregazione sociale, il “declino” dello Stato-nazione, etc.) cruciali da comprendere per preservare uno spazio critico razionale e una sfera pubblica in cui sia ancora possibile discutere differenti interpretazioni della realtà. Una critica arguta del contesto moraleggiante in cui viviamo e della sua pretesa di neutralizzare il dibattito stabilendo ciò di cui si può, e ciò di cui non si deve, parlare.

Ombre nella prossimità. Studi sociali sulle pratiche di vicinato

Ombre nella prossimità. Studi sociali sulle pratiche di vicinato

Autore: Emilio Gardini ,

Numero di pagine: 122

1520.730

La ricerca antropologica in Romania

La ricerca antropologica in Romania

Autore: Cristina Papa , Giovanni Pizza , Filippo M. Zerilli ,

Numero di pagine: 314
Souq 2013. Empowerment urbano

Souq 2013. Empowerment urbano

Autore: Centro studi sulla sofferenza urbana ,

Numero di pagine: 200

Spronare chi è in difficoltà affinché senta il bisogno di aspirare a un maggiore benessere; dotarlo di strumenti per acquisire beni e risorse che aumentino la sua libertà. L’empowerment è un processo formativo, abilitativo, riabilitativo diretto a soggetti vulnerabili; e l’empowerment urbano coinvolge due attori: l’individuo, che deve migliorare la propria condizione in modo concreto, e le istituzioni, che devono comprendere e affrontare le problematiche legate alla sofferenza urbana. Il Centro studi sofferenza urbana (Souq) propone politiche cittadine di empowerment da mettere in atto partendo dal basso, animato dalla convinzione che il benessere individuale sia legato alla felicità collettiva. Come nota Benedetto Saraceno, per essere efficace l’empowerment urbano deve porre fine alle disuguaglianze sociali nel campo dei diritti, delle risorse, del potere, affinché la società si possa muovere unita e agire in maniera critica, prendendo le distanze dalle ideologie e dal pragmatismo ateoretico. I contributi di Souq 2013 arrivano dagli approcci disciplinari più diversi: dall’antropologia medica e culturale all’economia, dalla psichiatria alla sociologia....

Turismo e sostenibilità. Risorse locali e promozione turistica come valore

Turismo e sostenibilità. Risorse locali e promozione turistica come valore

Autore: Lucilla Rami Ceci ,

Numero di pagine: 335
Multiculturalismo quotidiano. Le pratiche della differenza

Multiculturalismo quotidiano. Le pratiche della differenza

Autore: Insert Name Here ,

Numero di pagine: 166

Le società occidentali contemporanee sembrano inevitabilmente multiculturali. La presenza nelle società di individui e gruppi che hanno riferimenti culturali diversificati aumenta la complessità sociale e sembra rimettere in discussione non solo le forme di riconoscimento e di solidarietà che si basano sull'identità nazionale, ma la possibilità stessa di fondare le relazioni quotidiane su un insieme condiviso di nozioni date-per-scontate. Rispetto all'analisi classica del multiculturalismo, la prospettiva del multiculturalismo quotidiano, qui proposta, intende evidenziare il carattere di "costruzione sociale" delle differenze, analizzando come esse siano effettivamente utilizzate all'interno di concrete e specifiche situazioni di interazione quotidiana. Dopo aver fornito una definizione teorica di multiculturalismo quotidiano e averlo posizionato all'interno della riflessione sociologica contemporanea, il volume mette alla prova la prospettiva analitica proposta presentando quattro differenti contesti di interazione quotidiana in cui la differenza viene utilizzata, in forma tattica o strategica, come elemento rilevante per la definizione della situazione e per la costruzione ...

L'osservazione partecipante

L'osservazione partecipante

Autore: Serena Quarta ,

Numero di pagine: 145

Il testo propone una riflessione metodologica sull’osservazione partecipante, uno degli strumenti della ricerca etnografica che ha contribuito a mettere al centro della riflessione teorica la relazione tra osservatore e attore sociale. Partendo da un’analisi delle sue origini, l’autrice articola un’ampia riflessione sulla capacità dell’osservazione sociologica di rendere evidente la complessità e le relazioni che ruotano intorno a un determinato oggetto di analisi e, attraverso l’esperienza del confronto con la differenza, di mettere in primo piano il carattere situato delle conoscenze, delle relazioni e delle pratiche sociali.Il testo contiene un’analisi dell’osservazione partecipante e in particolare dello shadowing, un metodo di ricerca che, attraverso la sua capacità di ricostruire le pratiche e le relazioni che danno senso all’esperienza individuale, ha contribuito in modo decisivo a modellare un nuovo modo di pensare la ricerca sociologica, il ruolo del ricercatore e la scrittura etnografica. Nella sua forma di osservazione strutturata, lo shadowing contribuisce a migliorare il processo di standardizzazione delle procedure nella ricerca qualitativa e...

Caleuche. Gente trasformata, gente che si trasforma. Rappresentazioni identitarie dei Williche di Chiloé

Caleuche. Gente trasformata, gente che si trasforma. Rappresentazioni identitarie dei Williche di Chiloé

Autore: Luca Pandolfi ,

Numero di pagine: 579
Cultura

Cultura

Autore: Francesco Remotti ,

Numero di pagine: 318

La cultura è per sua natura sommamente precaria, incompleta, non ereditabile da nessun Dna. Non solo, ogni cultura comporta inevitabilmente una riduzione della complessità e contiene sempre in sé il germe di un qualche impoverimento: la cultura è sempre una coperta troppo corta rispetto alla complessità del mondo. Per questo motivo le culture non sono tutte uguali, tutte ricche o tutte povere allo stesso modo. Eppure la cultura ha rappresentato un indubbio vantaggio evolutivo per il genere umano, altrimenti votato all'estinzione. È compito degli antropologi, che hanno fatto della cultura un loro concetto cardine, indagarne e svelarne gli aspetti problematici e i lati oscuri: in queste pagine, Francesco Remotti avanza l'ipotesi che sia giunto il momento di rivedere in profondità il concetto di 'cultura', restaurarlo e difenderlo oltre che criticarlo, così da trarre nuovi strumenti e indicazioni utili per l'antropologia e la nostra comprensione del mondo.

La democrazia globale

La democrazia globale

Autore: Alberto Martinelli ,

Numero di pagine: 252

Il mondo contemporaneo è al tempo stesso un sistema globale unico e una realtà sociale frammentata e carica di conflitti, con opportunità senza precedenti di giustizia sociale, benessere economico e democrazia politica, e rischi parimenti senza precedenti di guerra devastanti, disuguaglianze intollerabili e catastrofi ecologiche. Una delle contraddizioni più evidenti è quella tra interdipendenza economica e tecnologica e frammentazione politica e culturale. Il libro analizza il ruolo dei principali attori della politica globale le loro strategie e modelli di interazione, gli assetti possibili della politica mondiale e i fattori favorevoli e contrari alla realizzazione di un modello di gorvernance globale democratica.

Contesti - Città, Territori, Progetti 2/2010. Il progetto territorialista

Contesti - Città, Territori, Progetti 2/2010. Il progetto territorialista

Autore: Daniela Poli ,

Numero di pagine: 128

Il fascicolo illustra la produzione scientifica di un gruppo di studiosi che si autoriconosce nella scuola territorialista italiana che definisce e sviluppa teorie, metodologie ed esperienze sui temi dello sviluppo locale autosostenibile allargando i confini disciplinari alla filosofia, all’ecologia e alle scienze agroforestali. Nella sezione Saggi, peceduta da due testi introduttivi, sono raccolti elaborati di studiosi che hanno interagito in vari modi con il gruppo di ricerca. La sezione Ricerche illustra le riflessioni sull’operato del gruppo. La sezione dedicata all’Osservatorio Regionale ospita un testo di Paolo Baldeschi che tratta il tema della definizione dello statuto del territorio nell’esperienza toscana. Nel glossario sono state selezionate le principali parole chiave che hanno caratterizzato l’operato della scuola, con un’ampia descrizione dei lemmi. Nelle Note conclusive il testo di Alberto Magnaghi delinea possibili scenari di ricerca legati alla costituzione della Società dei territorialisti e delle territorialiste.

Ultimi ebook e autori ricercati