Scarica Libri Gratuiti

Scarica libri ed ebooks (I migliori libri in formato PDF, EPUB, etc)

Cerca negli ebook:

Numero totale di libri trovati 40 per la tua ricerca. Scarica gli ebook e divertiti!
Il volto macchiato (Il Giallo Mondadori)

Il volto macchiato (Il Giallo Mondadori)

Autore: R.A.J. Walling ,

Numero di pagine: 272

Ingaggiato per indagare sulla scomparsa di un ricco uomo d'affari, l'investigatore privato Philip Tolefree risolve il caso a tempo di record. Ma il problema era mal posto. Benjamin Broadall a rigor di termini non è mai scomparso, perché si trova nel suo ufficio londinese al quartier generale della ditta di famiglia. Il vero problema sta nel fatto che è morto. Il suo corpo giace sul pavimento, con braccia e gambe rattrappite, il viso contorto e congestionato a seguito dello strangolamento che l'ha ucciso. Nella stanza, chiusa a chiave, il contenuto di una grande cassaforte è sparso dappertutto e sulla scrivania sembra essersi abbattuto un ciclone. Un calamaio rovesciato, fogli chiazzati d'inchiostro, monete d'argento per terra. E macchie nere sul volto e sotto il mento della vittima. Per Tolefree e l'ispettore Pierce di Scotland Yard è un bel rebus. Complicato dalla presenza di una legione di possibili sospettati.

Processo per l'assassinio di Raffaele Sonzogno contro Luciani, Frezza e coimputati Armati, Scarpetti, Morelli e Farina

Processo per l'assassinio di Raffaele Sonzogno contro Luciani, Frezza e coimputati Armati, Scarpetti, Morelli e Farina

Numero di pagine: 431
Assassinio al comitato centrale

Assassinio al comitato centrale

Autore: Manuel Vázquez Montalbán ,

Numero di pagine: 224

Alla riunione del Comitato centrale del Partito comunista, d'improvviso va via la luce. Con la complicità del buio viene assassinato il Segretario generale Fernando Garrido. Gli ingredienti sono quelli di un classico giallo, ma i sospettabili sono circa due milioni e i moventi metà di mille. Un classico di Montalbán: il simpatico e cinico detective gourmet Pepe Carvalho alle prese con un morto eccellente e un mistero molto politico.

Storia del giallo italiano

Storia del giallo italiano

Autore: Luca Crovi ,

Numero di pagine: 512

Il giallo è il genere letterario in cui più di tutti si rispecchiano desideri nascosti e paure inconfessabili di una società. Analizzandone il percorso, che cosa è possibile capire delle vicende passate e presenti del nostro paese? Esiste una «grammatica minima» specifica per il giallo tricolore? Dalla voce critica più autorevole in materia, un appassionante viaggio attraverso trame, autori e personaggi che diventa il romanzo di una nazione. Il fatto che la crime fiction in Italia non abbia mai subito cali di popolarità o di consenso si può considerare una prova del suo legame indissolubile col modo di raccontare e di raccontarsi nel Belpaese. Luca Crovi ne rilegge la storia da un punto di vista inedito, utilizzandola come sensore delle aspirazioni e delle paure, dei sogni e dei peggiori incubi di un’intera nazione. Il risultato è una brillante cartografia dell’inferno del Novecento e del primo ventennio del Duemila, dalla Milano di Augusto De Angelis e Giorgio Scerbanenco, alla Roma di Giancarlo De Cataldo, dal boom degli anni Sessanta al grande successo di Andrea Camilleri, dai noir di Carlo Lucarelli, Massimo Carlotto, Antonio Manzini e Maurizio de Giovanni ai...

Processo Luciani e coimputati per l'assassinio di Raffaele Sonzogno commesso in Roma il 6 febbraio 1875 dibattutosi dal 19 ottobre al 13 novembre 1875 davanti alle Assise di Roma

Processo Luciani e coimputati per l'assassinio di Raffaele Sonzogno commesso in Roma il 6 febbraio 1875 dibattutosi dal 19 ottobre al 13 novembre 1875 davanti alle Assise di Roma

Autore: Italia : Corte di assise ,

Numero di pagine: 104
Il canto della falena (Il Giallo Mondadori)

Il canto della falena (Il Giallo Mondadori)

Autore: Maria Elisa Aloisi ,

Numero di pagine: 192

Un commercialista assassinato nella sua villa e la moglie sospettata dell'omicidio. Il caso, di notevole rilevanza mediatica, finisce per un evento fortuito nelle mani di Ilia Moncada, avvocato a Catania. Le circostanze, la mancanza di un alibi, le tracce di DNA, tutto sembra accusare la sua assistita, e dimostrarne l'innocenza appare un'impresa davvero ardua. In più, Ilia ha un approccio fuori dagli schemi all'amministrazione della giustizia. La prima regola: la verità non conta, perché non è mai una. Possono esisterne almeno due versioni, quella materiale e quella processuale. Muoversi in un contesto così fluido nell'interesse del cliente richiede parecchia elasticità. Poi c'è la regola numero due: mai lasciarsi trascinare dal sentimento nell'accettare un incarico. Ecco, qui lei predica bene e razzola malissimo. Basta a volte lo sguardo supplichevole di una persona in difficoltà a scardinare tutte le sue difese. Come nel caso del delitto del commercialista. Leggere la disperazione negli occhi di una donna è per l'avvocato Moncada un impulso inderogabile ad andare fino in fondo.

Un repubblicano tra i mille di Garibaldi

Un repubblicano tra i mille di Garibaldi

Autore: Alcide Lamenza ,

Numero di pagine: 128

Non uno dei tanti affreschi, grandi e meno grandi che siano,ma la semplice narrazione di fatti supportati da documenti di archivio, che da una parte rendono giustizia ad un protagonista del Risorgimento Italiano, Stanislao Lamenza; mentre da un'altra parte rende possibile la comprensione della evoluzione-involuzione della dinamica formativa dell'Italia Unita, libera ed indipendente. Evoluzione che, comunque, portò alla creazione di uno Stato Italiano Unitario, involuzione che, invece, impose agli italiani pesanti rinunce che condizionarono in modo negativo la loro formazione culturale e politica. Stanislao Lamenza, avvocato, ma anche amministratore dei beni del principe Pietro Antonio Sanseverino di Bisignano in Calabria, come dire un quarto del territorio cosentino, marito e padre di quattro figli, cittadino responsabile dunque, ma anche capace professionalmente, percependo a pieno le inumani condizioni della quasi totalità della popolazione del meridione d'Italia, dimostra tutta la sua sensibilità morale che manifesta con la sua totale solidarietà con i deboli ed i sofferenti, dei quali assume la difesa per affrancarli dalla povertà e dalla incultura. In questa prospettiva, ...

Storia delle Due Sicilie - Vol. II

Storia delle Due Sicilie - Vol. II

Autore: Giacinto De Sivo ,

Numero di pagine: 574

1866: il Veneto diventa parte del Regno d'Italia. Per paura, un tipografo si rifiuta di pubblicare un manoscritto e costringe l'autore a riscriverlo. Motivo? L'opera traccia una scomoda storia del Risorgimento, dall’ottica di un nobile napoletano in esilio per la sua opposizione all’unità d’Italia. Il suo nome era Giacinto De Sivo, e morirà di lì a un anno dopo essere riuscito finalmente a vedere stampato il libro. La “Storia delle Due Sicilie” viene oggi riproposta per la prima volta dopo più di quarant’anni in questa nuova edizione in due volumi. Un’occasione in più per leggere la storia del nostro paese come nessuno ha mai raccontato.

Processo Luciani e coimputati per l'assassinio di Raffaele Sonzogno commesso in Roma il 6 febbraio 1875 dibattutosi il giorno 19 ottobre 1875 e seguenti davanti alle Assisie di Roma

Processo Luciani e coimputati per l'assassinio di Raffaele Sonzogno commesso in Roma il 6 febbraio 1875 dibattutosi il giorno 19 ottobre 1875 e seguenti davanti alle Assisie di Roma

Numero di pagine: 100
Le maschere del mistero

Le maschere del mistero

Autore: Raffaele Crovi ,

Numero di pagine: 301

Ce livre est dédié aux auteurs, aux techniques et aux héros du thriller, un genre varié et extrêmement riche. Raffaele Crovi a réuni notes et essais sur des auteurs italiens tels que De Angelis, Scerbanenco, Fruttero et Lucenti, Lucarelli, Eco, Camilleri, etc., et sur des auteurs étrangers tels que Chesterton, Le Carré, Simenon, Highsmith, Gardner, Crichton, etc.

Assassinio sulla Costa Deliziosa

Assassinio sulla Costa Deliziosa

Autore: Giovanni Bertini ,

Numero di pagine: 222

A bordo del transatlantico Costa Deliziosa, tra pensionati e spensierati croceristi, c'è un importante boss della 'ndrangheta, con altri nove criminali poco raccomandabili. Sera dopo sera, uno dopo l'altro iniziano misteriosamente a sparire. La cosa non sembra turbare più di tanto il resto della compagnia, ma due dei vacanzieri, Gianni e Olga, provano a scoprire la verità. Sulla terraferma, intanto, si prepara un importante meeting che promette di dare una nuova forma alle gerarchie della malavita, mentre si inizia a sentir parlare di un micidiale virus che a breve sconvolgerà la navigazione e fermerà il mondo.

Bugie omissioni crimini del Risorgimento. Quando il Sud era il primo Stato italiano

Bugie omissioni crimini del Risorgimento. Quando il Sud era il primo Stato italiano

Autore: Orlando Fico ,

Frutto di intense ricerche sul campo e dello studio di numerosi documenti dell'epoca, Bugie omissioni crimini del Risorgimento dello storico Orlando Fico fornisce al lettore un quadro completo e preciso del sud pre-unitario: la sua giovane e audace industria, le sue moderne politiche di welfare, i passi in avanti compiuti verso la modernità e la sciagura dell'annessione sabauda. Un testo chiave per comprendere l'attualità storica ed economica dell'Italia di oggi.

Dall'Aspromonte a Porta Pia. I Borbone, Pio IX e Garibaldi

Dall'Aspromonte a Porta Pia. I Borbone, Pio IX e Garibaldi

Autore: AA. VV. ,

Numero di pagine: 98

Il volume realizzato nell’ambito delle celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia mostra gli eventi da un’angolazione originale tutto è visto dalla parte dei “vinti”, alcuni fra i protagonisti “in negativo” di quella congiuntura storica che portò alla caduta del Regno Borbonico nelle Calabrie e Sicilie, il declino del dominio temporale dei papi nello Stato Pontificio. Vengono illustrati preziosi manufatti, dipinti, sculture, medaglie, ritratti, cimeli, in gran parte provenienti da collezioni private e mai esposti al pubblico. Un evento nell’evento è costituito dalla presenza di alcuni capolavori provenienti dalla collezione Ruffo di Calabria, la più importante casata nobilare dello stato borbonico; tra questi un monumentale Ritratto di Guglielmo Ruffo principe di Scilla di Francesco De Mura, il Ritratto di Fulco I Ruffo di Orazio Solimena e il Ritratto di Fulco Antonio II Ruffo di Anton von Maron. Un grosso nucleo proviene dalla collezione Carafa Jacobini, una delle più importanti raccolte private in Italia sull’iconografia degli ultimi Borbone e sulle memorie di Pio IX, l’ultimo “papa-re”. La nobile famiglia Jacobini, stabilitasi a Genzano sui ...

Garibaldi, Vittorio Emanuele, Cavour nei fasti della patria

Garibaldi, Vittorio Emanuele, Cavour nei fasti della patria

Autore: Giacomo Emilio Curàtulo ,

Numero di pagine: 445
Garibaldi a Gettysburg - Ritorno a Gettysburg (Urania)

Garibaldi a Gettysburg - Ritorno a Gettysburg (Urania)

Autore: Pierfrancesco Prosperi ,

Numero di pagine: 272

Una incredibile cavalcata tra gli Universi paralleli per Andrea Venier, insegnante veneziano di liceo che, chiamato negli USA come consulente per un film fantastorico sulla (mancata) partecipazione di Garibaldi alla Guerra Civile, al ritorno si trova scaraventato in una realtà in cui la sua amata Venezia, ovvero Venedig, è un Land della Repubblica Federale Austriaca. Cosa è successo? La risposta è in America, dove il Sud aristocratico e schiavista ha vinto la Guerra Civile. C'è una sola possibilità di ripristinare il corretto corso della Storia, e Andrea vi si impegna con tutto se stesso, per trovarsi però proiettato, in Ritorno a Gettysburg, in un incubo ancora peggiore, in cui a Venezia e in tutta Europa sono le bandiere con la svastica a dominare, perché un nuovo cataclisma temporale ha mantenuto l'America neutrale nell'ultimo conflitto, lasciando via libera alle armate hitleriane nel vecchio Continente. Ma non tutto è perduto

Giuseppe Garibaldi. Storia della sua vita narrata al popolo da un ufficiale garibaldino 1883

Giuseppe Garibaldi. Storia della sua vita narrata al popolo da un ufficiale garibaldino 1883

Autore: Introduzione di Concetta Muscato Daidone ,

La vita di Giuseppe Garibaldi, la sua epopea, le sue gesta rivissute attraverso gli occhi di un ufficiale che partecipò personalmente a questi eventi. Un libro da assaporare, pagina dopo pagina, per rivivere momenti decisivi della storia dell’unificazione italiana.

Garibaldi fu ferito

Garibaldi fu ferito

Autore: Mario Isnenghi ,

Numero di pagine: 192

La figura di Garibaldi ovvero l’incarnazione della contraddizione. Amato e odiato, celebrato e vilipeso, emulato e disprezzato; il susseguirsi e il sovrapporsi di opposti atteggiamenti testimoniano l’esistenza di diversi Garibaldi: c’è un Garibaldi “di destra” e un Garibaldi “di sinistra”, un Garibaldi “nazional-fascista” e un Garibaldi “brigatista ante litteram”. Ecco perché uno dei suoi più autorevoli e attenti studiosi prova oggi a rileggere la vicenda di Garibaldi alla luce del nostro contraddittorio e conflittuale presente. Il Garibaldi di Isnenghi, dunque, è innanzitutto il fondatore dello stato, capace di accettare pro tempore che lo stato sia monarchico pur non nascondendo di preferirlo repubblicano. E cento anni dopo, nel 1946, l’Assemblea costituente repubblicana segna la vittoria di Mazzini e di Garibaldi. In secondo luogo, Garibaldi è il fondatore dello stato con la partecipazione attiva e critica di cittadini non più sudditi, che si mobilitano e fanno politica. Garibaldi è infatti un grande internazionalista libertario, e non un semplice nazionalista. Ecco uno dei tanti lati in ombra che Isnenghi tratteggia in queste pagine: la portata...

Garibaldi e Montevideo

Garibaldi e Montevideo

Autore: Alexandre Dumas ,

Numero di pagine: 65

"Garibaldi e Montevideo" di Alexandre Dumas. Pubblicato da Good Press. Good Press pubblica un grande numero di titoli, di ogni tipo e genere letterario. Dai classici della letteratura, alla saggistica, fino a libri più di nicchia o capolavori dimenticati (o ancora da scoprire) della letteratura mondiale. Vi proponiamo libri per tutti e per tutti i gusti. Ogni edizione di Good Press è adattata e formattata per migliorarne la fruibilità, facilitando la leggibilità su ogni tipo di dispositivo. Il nostro obiettivo è produrre eBook che siano facili da usare e accessibili a tutti in un formato digitale di alta qualità.

Separati in patria

Separati in patria

Autore: Giovanni Floris ,

Numero di pagine: 280

Chi minaccia (o promette) secessioni può risparmiarsi la fatica: l'Italia è già spaccata. Almeno in due. Nord e Sud sono mondi diversissimi, che a volte si odiano, quasi sempre non si capiscono e di sicuro non sembrano appartenere allo stesso Paese. E se si può sorridere di striscioni e cori da stadio come "Garibaldi, perché?", i numeri delle impari opportunità sono serissimi: il reddito medio in Val d'Aosta supera i 18.000 euro, in Basilicata non arriva agli 11.000. La Lombardia ha circa 27.000 posti nei suoi asili nido, il Molise poco più di 200. Un processo in appello può durare 369 giorni a Bolzano, 2185 a Reggio Calabria, dove però alcune procure sono sotto organico fino a un devastante 100 per cento. E così via in altri campi: istruzione, amministrazione pubblica, lavoro, persino lo sport. Non stupisce che in un anno 120.000 cittadini siano emigrati da un'Italia all'altra: è uno stato di emergenza. La classe politica lo sa? Certo, ma proviene quasi esclusivamente dal Nord, visto che al Sud sembrano non fidarsi più dei politici meridionali. In questo libro, Giovanni Floris ci accompagna alla scoperta della penisola che crediamo di conoscere, analizzando le realtà ...

COMUNISTI E POST COMUNISTI PARTE SECONDA SE LI CONOSCI LI EVITI

COMUNISTI E POST COMUNISTI PARTE SECONDA SE LI CONOSCI LI EVITI

Autore: ANTONIO GIANGRANDE ,

Numero di pagine: 600

E’ comodo definirsi scrittori da parte di chi non ha arte né parte. I letterati, che non siano poeti, cioè scrittori stringati, si dividono in narratori e saggisti. E’ facile scrivere “C’era una volta….” e parlare di cazzate con nomi di fantasia. In questo modo il successo è assicurato e non hai rompiballe che si sentono diffamati e che ti querelano e che, spesso, sono gli stessi che ti condannano. Meno facile è essere saggisti e scrivere “C’è adesso….” e parlare di cose reali con nomi e cognomi. Impossibile poi è essere saggisti e scrivere delle malefatte dei magistrati e del Potere in generale, che per logica ti perseguitano per farti cessare di scrivere. Devastante è farlo senza essere di sinistra. Quando si parla di veri scrittori ci si ricordi di Dante Alighieri e della fine che fece il primo saggista mondiale. Le vittime, vere o presunte, di soprusi, parlano solo di loro, inascoltati, pretendendo aiuto. Io da vittima non racconto di me e delle mie traversie. Ascoltato e seguito, parlo degli altri, vittime o carnefici, che l’aiuto cercato non lo concederanno mai. “Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia,...

Garibaldi il primo fascista

Garibaldi il primo fascista

Autore: Marcello Caroti ,

Numero di pagine: 218

Chi è stato veramente Garibaldi? Era un eroe o un bandito? Cosa ha lasciato nella società e nella cultura di questo paese? Venite a scoprire la verità, superiamo le sciocchezze che il mito ha cumulato sull'uomo che ha contribuito in modo così incisivo alla nascita di questo paese. Scopriamo il ruolo che ha giocato la Massoneria nella vita di Garibaldi e come la Massoneria abbia contribuito ai suoi successi. Che rapporti ha avuto Garibaldi con la Mafia? Esaminiamo le origini di questo fenomeno e vediamo come la Mafia abbia partecipato alle imprese di Garibaldi. Venite ad ascoltare le voci dei protagonisti. Se leggiamo con attenzione le loro testimonianze possiamo vedere come abbiano gettato il seme (senza saperlo) di una cultura e di un movimento politico che poi è diventato Fascismo. Alla fine, dopo la morte di Garibaldi, ripercorriamo assieme la strada che, partendo dal socialismo, ha portato l’Italia a realizzare questo regime. Entrate nella storia.

CULTUROPOLI SECONDA PARTE

CULTUROPOLI SECONDA PARTE

Autore: ANTONIO GIANGRANDE ,

Rappresentare con verità storica, anche scomoda ai potenti di turno, la realtà contemporanea, rapportandola al passato e proiettandola al futuro. Per non reiterare vecchi errori. Perché la massa dimentica o non conosce. Denuncio i difetti e caldeggio i pregi italici. Perché non abbiamo orgoglio e dignità per migliorarci e perché non sappiamo apprezzare, tutelare e promuovere quello che abbiamo ereditato dai nostri avi. Insomma, siamo bravi a farci del male e qualcuno deve pur essere diverso!

Ultimi ebook e autori ricercati